WooCommerce SEO: Mini Guida all’Ottimizzazione di un Ecommerce WordPress

woocommerce seo

Il SEO per WooCommerce è un aspetto chiave per poter ottimizzare il tuo negozio elettronico su WordPress e per poter ottenere un posizionamento migliore su Google.

Ecommerce, WordPress e SEO: un trittico di elementi che potrebbe sancire il successo delle tue vendite online. Il motivo? È grazie al noto CMS che potrai installare una delle estensioni più professionali per creare il tuo negozio elettronico fai da te, e per poter ottenere maggiore visibilità sui motori di ricerca come Google sfruttando il SEO (Search Engine Optimization). Non si tratta di un compito semplice, e spesso il modo migliore per farlo è rivolgerti ad un professionista del settore: ma se il tuo budget non ti consente di ingaggiare un SEO Specialist, ecco che con questa mini guida all’ottimizzazione SEO di WooCommerce potrai compiere da solo alcuni passaggi fondamentali.

Ottimizzare un Ecommerce WordPress per il SEO: i tag

Partiamo da una doverosa premessa: non esistono indicazioni ufficiali da parte di Google sull’efficacia dei tag per il posizionamento. In ogni caso, i tag non sono aspetti complessi da compilare, dunque tentare non costa nulla. Ed ecco perché, quando carichi dei prodotti all’interno delle categorie, devi sempre stare molto attento ad indicare i tag che pensi possano essere più utili ai tuoi potenziali clienti. Ad esempio, se vendi televisori non dimenticarti di specificare tag come ad esempio “LED”, “4K”, “Full-HD” e via discorrendo.

woocommerce

WooCommerce: schede prodotto, immagini e meta-description

Quando si parla di ottimizzare WooCommerce per il SEO, non puoi e non devi sottovalutare l’importanza delle descrizioni che riporterai all’interno delle schede prodotto: utilizza le keyword più indicate, sii convincente ed emozionale ma senza esagerare con la lunghezza del testo, utilizza elenchi puntati ed evidenzia sempre le caratteristiche portanti di un prodotto. Inoltre, non dimenticare che anche le immagini vanno ottimizzate in chiave SEO: dovrai dunque inserire un tag ALT ed una descrizione che contenga la parola chiave più importante. Infine, l’ultimo passaggio per ottimizzare il tuo negozio elettronico è inserire una meta-description all’interno delle schede prodotto.

WooCommerce SEO e plugin: le estensioni

Oggi abbiamo visto alcuni consigli molto pratici per ottimizzare in chiave SEO il tuo e-commerce WordPress, ma sappi che esistono anche altre soluzioni per farlo. L’importanza dei plugin è infatti determinante per aiutarti a migliorare il posizionamento del tuo negozio elettronico sui motori di ricerca: da questo punto di vista, Yoast SEO è un’ottima estensione gratuita che potrai sfruttare per avere linee guida molto chiare per posizionare al meglio le tue schede prodotto. Se invece desideri un plugin maggiormente professionale, ecco che Woocommerce SEO potrebbe fare al caso tuo: parliamo, infatti, di un’estensione creata appositamente per migliorare gli aspetti di WooCommerce che poco si adattano al SEO, e che potrai approfondire visitando la pagina ufficiale del plugin.

Infine, se desideri ottimizzare a livello di codice il tuo negozio elettronico con WordPress, il fai da te è sconsigliato: meglio investire un budget per ingaggiare una web agency o un freelance che sappia quello che fa, perché alcuni aspetti necessitano di conoscenze pratiche e teoriche che non è sempre facile acquisire da autodidatta.

Come migliorare la SEO per WooCommerce in 10 passaggi

A questo punto, vogliamo cercare di entrare più in profondità sul tema di oggi,  e capire come migliorare la SEO per WooCommerce, in 10 semplici passaggi. Non abbiamo certamente la pretesa di rendere questi consigli i definitivi suggerimenti per far “svoltare” il vostro successo ma… tentar non nuoce!

Includere sempre una descrizione del prodotto

Le descrizioni dei prodotti non sono in genere lunghe, ma questo non significa che non debbano essere attentamente “calibrate” per i propri obiettivi. Questo significa prendersi il tempo necessario per assicurarsi che siano ben realizzate e facili da usare sui motori di ricerca.

Ricorda che i motori di ricerca utilizzano le descrizioni dei prodotti come qualsiasi altro contenuto del tuo sito: contengono informazioni vitali sulla pagina del prodotto e quali parole chiave possono essere utilizzate per classificarlo.

È naturalmente pur sempre possibile utilizzare le descrizioni dei prodotti del fornitore, ma il nostro suggerimento per un miglior posizionamento nei risultati di ricerca è quello di puntare alle proprie descrizioni “originali”.

woocommerce

Ottimizzare i titoli delle pagine

I titoli delle pagine dovrebbero essere abbastanza descrittivi da dire a chi sta cercando determinati prodotti e, soprattutto, ai motori di ricerca, di che cosa sta parlando la pagina. Le pagine di categoria non solo aiutano gli acquirenti a trovare i prodotti che stanno cercando, ma impediscono alle singole pagine di prodotto di competere tra loro nei risultati dei motori di ricerca! È inoltre possibile ottimizzare le pagine delle categorie per classificare un termine ampio e utilizzare le pagine dei prodotti per classificare invece termini più specifici.

Infine, ricorda che dovresti usare parole chiave nel titolo della tua pagina e nel titolo SEO, ma ricorda che il contenuto è prima di tutto per le persone! Dunque, non rinunciare alla leggibilità per inserire necessariamente più parole chiave.

Attivare i breadcrumb

I breadcrumb compaiono di norma lungo la parte superiore delle pagine dei prodotti e aiutano i visitatori a tornare facilmente alla categoria precedente o alle pagine di destinazione. Mostrano infatti ai visitatori dove si trovano e dove potrebbero andare, conferendo loro una sensazione di maggiore sicurezza e orientamento durante la navigazione.

I breadcrumb non solo tuttavia sono utili per i visitatori, ma sono anche utilizzate da Google per determinare come il tuo sito è strutturato e come farlo apparire nei risultati di ricerca. WooCommerce include i breadcrumb che sono utili così come sono, ma per ottenere il massimo dalle capacità SEO dei breadcrumb è bene “sporcarsi le mani” e magari aiutarsi con un plugin come Yoast SEO.

Rendere la navigazione del sito più semplice

Abbiamo appena parlato di breadcrumb ma… ci sono altri modi per garantire che i visitatori non si perdano e non si sentano frustrati sul tuo sito di eCommerce!

Una navigazione del sito semplice e pulita può avere un grande impatto sulla frequenza di rimbalzo e sul tempo trascorso sul sito. Se i visitatori trascorrono più tempo sul vostro sito, è probabile che il sito si classifichi più in alto nei risultati di ricerca.

Puoi migliorare la navigazione del tuo sito mantenendo la navigazione principale facile da seguire: includi solo i link alle pagine più importanti per gli utenti del tuo sito, mentre altri link possono essere inseriti nel piè di pagina del sito.

Mantenere URL brevi e descrittivi

Se si usa WooCommerce e WordPress, è bene abilitare i permalink di WordPress per assicurarsi che i propri URL siano facilmente accessibili sia ai visitatori che ai motori di ricerca. Per fare questo, vai in Impostazioni -> Permalinks e scegli una struttura di URL efficace e che abbia le caratteristiche di cui sopra. In particolare, ti ricordiamo che i Permalinks consentono di utilizzare parole chiave negli URL invece che gli ID prodotto. In tal senso, se non stai usando i permalink con WooCommerce, i tuoi URL saranno predefiniti con gli ID prodotto: nomedominio.com/?prodotto=111.

Meglio invece usare sempre i permalink, per rendere gli URL più descrittivi, come nomedominio.com/categoria/prodotto/nome-prodotto.

Scrivere le meta-description

Le meta-description in realtà non aiutano direttamente il tuo SEO, ma possono darti una buona mano d’aiuto per poter migliorare i tuoi tassi di clickthrough. Ti ricordiamo che le meta-description appaiono sotto il titolo nei risultati di ricerca e ne descrivono il contenuto. Insomma, se ben utilizzate le meta-description ti possono dare un altro modo per invogliare i ricercatori a fare clic!

Google a volte utilizza le meta-description per generare un frammento di informazioni per i risultati di ricerca. Per questo motivo, Google raccomanda che ogni pagina del tuo sito abbia una meta-description unica: puoi modificarle utilizzando il plugin Yoast. Ti gioverà sapere che non c’è una lunghezza fissa per le meta-description, ma ricorda che la lunghezza media gradita da Google è di circa 160 caratteri.

woocommerce

Aggiungere il testo alternativo alle immagini

L’aggiunta di testo alternativo alle immagini è utile per almeno un paio di ragioni, ma ai nostri fini è importante rammentare che può dare una corposa spinta sul fronte SEO. Il testo alt è, in sintesi, ciò che appare se la tua immagine non viene correttamente caricata per qualche motivo. Detto ciò, dovresti usare sempre un alt-text chiaro e conciso, che possa fornire una buona descrizione dell’immagine. Il testo alternativo è insomma un luogo privilegiato per le parole chiave, ma non dimenticare che le parole chiave devono sempre avere una buona leggibilità!

Evitare i contenuti duplicati

Il contenuto duplicato è un brutto problema per ogni gestore di siti e, tra di essi, anche per chi sta cercando di condurre in porto il proprio ecommerce. Se hai pagine sul tuo sito che hanno contenuti molto simili ad altri sul web, Google potrebbe rimuovere il contenuto dai suoi risultati di ricerca!

Dunque, fai molta attenzione ai contenuti duplicati, soprattutto se si sta utilizzando lo stesso contenuto in più aree del sito, se pubblichi regolarmente o condividi comunicati stampa o se sei proprietario di diversi siti web con contenuti simili.

In altri termini, il modo più semplice per essere sicuri che il tuo contenuto sia ben considerato da Google è certamente quello di scrivere e pubblicare contenuti originali. Ma cosa si può fare per i contenuti già esistenti?

In primo luogo, è naturalmente necessario scoprire se effettivamente ci sono o meno contenuti duplicati! È possibile cercare il contenuto manualmente (ma non è proprio il miglior metodo se si dispone di un sacco di contenuti da verificare), o utilizzare uno strumento raccomandato come SEMrush.

Se poi scopri di avere due o più URL contenenti contenuti identici, cerca di mantenere in vita la pagina che ha il maggior numero di link interni e quella che ha il maggiore traffico organico. Quindi, reindirizza le altre pagine alla pagina che stai mantenendo: WordPress ha diversi plugin per aiutarti nella creazione dei reindirizzamenti e anche la versione premium di Yoast ha questa funzionalità.

I reindirizzamenti diventano poi di ancora più vitale importanza se si sta passando da una piattaforma eCommerce ad un’altra. Passare da Shopify a WooCommerce (o viceversa) probabilmente comporterà modifiche alle strutture degli URL, e se vuoi mantenere il posizionamento delle pagine dagli URL di Shopify potrai reindirizzare questi ultimi ai nuovi URL di WooCommerce invece di sostituirli.

Approfittare dei plugin SEO per WooCommerce

WooCommerce dispone di migliaia di estensioni e plugin che puoi usare per far crescere il tuo business. Con così tanti plugin disponibili, può non esser semplice trovare quelli migliori per aiutarti con il SEO WooCommerce ma.. non scoraggiarti.

Per esempio, puoi iniziare con Yoast SEO, che è uno dei migliori plugin SEO in circolazione. Con Yoast SEO puoi ad esempio scegliere una parola chiave per ogni pagina del tuo sito e, una volta selezionata la parola chiave, attendere i suggerimenti Yoast SEO su come utilizzarla al meglio per ottenere ottimi risultati.

Da usare anche Broken Link Checker che, come puoi immaginare, è un plugin che può aiutarti a trovare i link rotti e malfunzionanti, in modo da non ritrovarti con un’alta frequenza di rimbalzo da pagine di errore 404! Altro plugin da non perdere è anche MonsterInsights, che amplifica la forza informativa di Google Analytics direttamente dal tuo account amministratore di WordPress.

Usare temi ottimizzati per i motori di ricerca

Per sfruttare al meglio le funzionalità SEO esistenti in WordPress assicurati che il tuo sito WooCommerce utilizzi un tema costruito per la SEO.

Per esempio, potresti cercare di preferire dei temi facili da configurare, con moltissime opzioni per poter installare slider, plugin per la live chat, sezioni portfolio e testimonial, barre laterali, widget personalizzati, integrazione con i social media e, naturalmente, la giusta assistenza per la search engine optimization.

A questo punto, non possiamo che invitarti a sperimentare questi suggerimenti nel tuo sito eCommerce. Siamo convinti che potranno rappresentare il giusto passo in avanti per poter arrivare a costruire una discreta ottimizzazione della tua piattaforma in chiave SEO!

Se poi vuoi saperne ancora di più, o ti va di condividere con noi le tue riflessioni sulla migliore ottimizzazione in chiave SEO del tuo eCommerce, puoi naturalmente sfruttare lo spazio dei commenti  e continuare a discuterne con noi e con tutti i nostri lettori!

2 Comments

  • Sanitaria Estense Rispondi

    Interessantissimo, mi trovo infatti in una situazione particolare, le pagine “normali” del blog a cui ho aggiunto un woocommerce si trovano posizionate ottimamente, ma le pagine dell’e-commerce si trovano (pur avendo ottimizzato Yoast seo) dietro a moltissimi altri siti che addirittura non hanno nemmeno provveduto a integrare un protocollo SSL sul loro server…direi alquanto strano e pittoresco….ma da ciò che scrive capisco che lei potrebbe intervenire a livello di codice per portarmi ad un ranking migliore?

    • Jaspal Rispondi

      Buongiorno,
      Per fare una valutazione completa e corretta sarebbe necessario eseguire un Audit SEO completo che identifichi le varie problematiche e suggerisca le soluzioni più adeguate. Verificando comunque rapidamente il suo sito posso dire che il problema principale è proprio il tema/template utilizzato, le ottimizzazioni Yoast SEO sono attive ma il tema non le riprede e non le sviluppa correttamente. Un esempio sono i titoli delle pagine che sono in H2, le pagine prodotto presentano diversi elementi corrotti, nella homepage ci sono link non url-friendly per alcune pagine interne del sito, inoltre se effettua una ricerca su google per le pagine indicizzate del sito troverà diverse pagine di archivi e tag non ottimizzate e ripetitive (dalla pagina 2 di google). Le pagine interne istituzionali (quelle da lei indicate come blog) sono indicizzate correttamente principalmente perchè sono strutturate in maniera meno scorretta, infatti contengono solo il titolo e il testo, le problematiche prima indicate si riflettono spesso sulle sezioni più strutturate (con immagini, pulsanti, link ecc…) come le pagine prodotto.
      Il mio consiglio sarebbe quello di intervenire sul tema, modificandolo a livello di codice per renderlo seo-friendly oppure meglio ancora modificando completamente il tema e scegliendo un tema seo-friendly e ottimizzato per woocommerce. Ovviamente tutte queste operazioni vanno fatte da professionisti seguendo in quanto, se svolte in maniera errata, potrebbero danneggiare il suo attuale posizionamento.
      Per qualsiasi ulteriore necessità può scriverci all’indirizzo info@scuolaecommerce.com.

      Saluti,
      Jaspal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

CLOSE

 ►►

Fermati!

Scarica

Gratis ora!

UN REGALO PER TE!

 

Compila i campi di seguito e scarica il tuo regalo gratis!

↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓