Web personalization

Web personalization: guida per ottimizzare la tua presenza online

La web personalization è una strategia che vuole creare esperienze personalizzate per i vari utenti, al fine di garantire una maggiore soddisfazione.

Questo metodo di lavoro si basa sullo studio dei dati relativi al comportamento sul web, in relazione alle impostazioni presenti sul sito: il confronto evidenzia gli elementi di successo e quelli da modificare.

Un’attività digitale che vuole emergere e aumentare le vendite effettua interventi di web personalization in modo costante, per proporre un’immagine adeguata alle aspettative dei clienti e seguire l’evoluzione del mercato.

La potenzialità della web personalization si evidenzia nella necessità degli utenti di riscontrare i propri desideri e necessità nelle offerte commerciali e di provare esperienze uniche e rilevanti durante la loro navigazione.

Cos'è la web personalization e come funziona

Le tecniche che hanno come obiettivo la web personalization possono essere applicate sia alla struttura di un sito web che alla comunicazione sui vari canali.

Si tratta di una strategia avanzata che vuole migliorare l'esperienza degli utenti online adattando i propri contenuti in base alle preferenze riscontrate.

Ogni visitatore, durante la navigazione, cerca dei percorsi individuali che lo facciano sentire coinvolto: in questo modo si favorisce l'engagement e aumentano le possibilità di creare conversioni.

Le strategie di personalizzazione si basano su strumenti che raccolgono e analizzano le informazioni sui potenziali clienti e in base a queste pianificano delle azioni di marketing che sono indirizzato al pubblico in target.

Se i dati in possesso di un'azienda sono dettagliati, sarà più facile elaborare delle strategie vincenti che rispondono pienamente alle aspettative degli utenti.

La web personalization comprende anche l'interazione sui diversi canali utilizzati per fare comunicazione: in questo modo sarà possibile creare esperienze fluide nel quale l'utente ritrova il Brand e le sue proposte sulle varie piattaforme che utilizza.

La presenza digitale costante dell'immagine aziendale favorisce il ricordo nella memoria degli utenti e accresce la fiducia nel marchio. Questo rappresenta il primo passo per costruire rapporti fidelizzati e distinguersi rispetto ai competitor.

Segmentazione del pubblico

La segmentazione del pubblico si ottiene attraverso uno studio approfondito del comportamento dei clienti, dai dati demografici, dalle loro abitudini di ricerca e di acquisto.

Questo permette di individuare delle fasce di potenziali clienti che sono accumulate da diversi fattori; gli stessi verranno presi in esame e saranno la base per ideare e pianificare delle strategie di comunicazione.

Vengono considerate la cronologia di navigazione, le keyword utilizzate, la localizzazione geografica e le domande più frequenti che vengono poste durante le interazioni.

Si individuano così dei modelli comportamentali che vengono studiati dagli algoritmi in continuazione; in questo modo si identificano anche le varianti in tempo reale e si possono adattare i contenuti e le azioni di marketing per essere costantemente in linea con le preferenze degli utenti.

Riuscire a segmentare il pubblico significa anche ottimizzare gli investimenti. Infatti, ogni azione che viene indirizzata a utenti specifici ha più probabilità di creare conversioni, perché si basa sulle loro necessità e aspettative e quindi può riscuotere successo.

I vantaggi di un’esperienza personalizzata

Un'esperienza che risulta rilevante per un potenziale cliente presenta notevoli vantaggi per l'azienda.

A livello di user experience il Brand sarà in grado di offrire percorsi unici per ogni utente: le strategie di marketing vincenti pongono i potenziali clienti al centro del messaggio e cercano in ogni modo di attirare la loro attenzione e di creare relazioni durature.

L’immagine aziendale avrà molti benefici, perché l’utente si riconosce nelle offerte commerciali del marchio, fino a identificarsi con la buyer personas presa in considerazione.

Attraverso la web personalization sarà più facile implementare strategie di comunicazione mirate, che permettono di ottimizzare il budget nelle campagne pubblicitarie e di aumentare il ritorno sull'investimento.

La soddisfazione del cliente è notevole, perché l'esperienza restituisce quello che l’utente sì aspetta durante la navigazione e la transazione, aumentando la possibilità di creare conversioni.

Anche il tasso di fidelizzazione aumenta: un cliente soddisfatto torna volentieri dal Brand che lo ha gratificato, soprattutto se nella fase di post acquisto lo stesso è stato in grado di mantenere un contatto continuo, con delle proposte adeguate alle aspettative del cliente già acquisito.

Strategie di web personalization

Strategie di web personalization

Esistono molti modi per personalizzare la presenza digitale e le strategie di intelligenza artificiale applicate al marketing sono basilari per raggiungere questo obiettivo.

I tool di automazione lavorano con algoritmi evoluti che analizzano ogni aspetto della navigazione degli utenti, delineando profili precisi che richiedono attenzioni particolari.

L’unione di varie modalità per attuare la web personalization rafforza l’identità aziendale, perché questa beneficia della soddisfazione e gratificazione degli utenti raggiunti.

Ottimizzazione SEO

L’ottimizzazione in ottica SEO rende contenuti, immagini e impostazioni personalizzati per il pubblico in target, oltre ad essere rilevanti per i motori di ricerca.

Le keyword inserite devono corrispondere alle query di ricerca, per fornire risposte dirette e copy che rispecchiano i loro interessi.

Anche l'ottimizzazione sui dispositivi mobile permette di offrire esperienze su misura, in quanto la comunicazione del Brand si adatta alla modalità preferita dei clienti.

Remarketing e retargeting

Le tecniche di remarketing e retargeting sono rivolte al recupero di utenti che hanno interagito su un sito o piattaforma e l'hanno abbandonato prima di concludere l'acquisto.

I dati raccolti durante queste transazioni permettono di riproporre l'immagine aziendale e i suoi prodotti, invitando i potenziali clienti riprendere il percorso lasciato.

È possibile personalizzare questi tentativi basandosi sui dati riscontrati, cioè i prodotti e le pagine visualizzati, utilizzando diversi strumenti e canali di comunicazione.

Email marketing

Le mail personalizzate non si limitano a riportare il nome del destinatario all’interno, ma contengono elementi che dipendono dalle preferenze dimostrate.

Propongono offerte commerciali che richiamano gli acquisti precedenti, con prodotti correlati o sconti su articoli affini.

Il tasso di apertura di questo tipo di comunicazione è più alto rispetto a quello tradizionale e le conversioni generate sono più numerose.

Pop up

Questa modalità di comunicazione attira l’attenzione degli utenti in determinati momenti durante la navigazione sul sito, invitandoli a compiere un’azione.

Ad esempio, possono suggerire di lasciare un contatto prima di chiudere la pagina, per poter rimanere aggiornati, oppure a compiere ulteriori acquisti durante una transazione commerciale per avere dei vantaggi aggiuntivi.

L’interazione costante e le proposte inserite in questi passaggi accompagnano gli utenti nel loro percorso e li guidano, cercando di allungare il tempo di permanenza sul sito.

Propongono informazioni che rimangono visibili in ogni pagina del sito e si riferiscono a condizioni di vendita o promozioni legate all’acquisto.

Sono efficaci per pubblicizzare eventi stagionali o nuovi prodotti, riportando in modo evidente i benefici per il consumatore finale.

Le grafiche accattivanti richiamano l’attenzione, mentre il testo diretto evidenzia le tempistiche e le condizioni dell’offerta.

Landing page

Quando si imposta una landing page si utilizzano titoli e keyword specifici per il segmento di pubblico a cui è indirizzata.

Il prodotto o servizio proposto sono studiati in precedenza, mentre la CTA (Call to Action) suggerisce un senso di urgenza o scarsità per spingere all’acquisto.

Un annuncio così specifico deve far leva sui bisogni deli utenti, che siano dichiarati o latenti, per avere maggiore riscontro e favorire più conversioni.

Come implementare la web personalization nel sito

Per ottimizzare tutte le strategie utili a implementare la web personalization occorre avere bene in mente gli obiettivi da raggiungere; solo in questo modo sarà possibile pianificare le attività necessarie.

Si tratta di un atteggiamento olistico che coinvolge sia la raccolta dei dati che l’utilizzo degli strumenti a disposizione.

Le azioni che saranno applicate devono avere elementi comuni:

  • finalità – intesa anche come vantaggio e beneficio per il cliente, espresso in modo chiaro e comprensibile
  • tone of voice – il linguaggio deve adeguarsi agli utenti, per entrare in sintonia e creare empatia dal primo approccio
  • utilità – l’azienda trova vantaggioso raccogliere dati e feedback, il pubblico che collabora deve avere qualcosa in cambio, come contenuti gratuiti o sconti dedicati

La conoscenza del pubblico in target può essere migliorata attraverso sondaggi che raccolgono dati preziosi come interessi, specifiche demografiche, desideri e preferenze, oltre alle recensioni lasciate dopo l’acquisto o dopo un contatto con un sito web.

Queste informazioni, unite agli approfondimenti ricavati dalle interazioni sui social e all’analisi del comportamento abituale, indicano dei modelli di atteggiamento e dei segmenti di pubblico che rispondono a stimoli diversi.

La profilazione degli utenti, oltre a qualificare in modo diretto i contatti disponibili, consente di pianificare strategie mirate e di ottimizzare il budget a disposizione per le campagne pubblicitarie.

Web personalization

Personalizzare la customer experience

Nel panorama digitale ogni utente ha il potere di informarsi prima di prendere una decisione d’acquisto, con un ruolo attivo che gli conferisce una certa autorità.

In quest’ottica, la creazione di percorsi su misura per i potenziali clienti è diventata una condizione imprescindibile per rafforzare la presenza digitale di un’azienda sul web.

La condizione primaria è quella di soddisfare specifiche esigenze, la modalità di svolgimento inizia da una comunicazione efficace per il segmento di pubblico interessato, facendo leva proprio sulle necessità riscontrate.

La proposta di prodotti che sono ritenuti in linea con le aspettative riscontrate aiuta il potenziale cliente a trovare quello che desidera, creando esperienze personalizzate che portano a un incremento delle vendite. Le azioni da intraprendere:

  • creare coupon personalizzati
  • inviare sequenze di email basate sulle categorie preferite
  • chiedere feedback per ogni contatto con l’azienda
  • fornire sconti da regalare agli amici

Si tratta di un approccio strategico che permette di distinguersi nel mercato digitale, rispondendo a esigenze specifiche con attenzioni individuali; il cliente viene monitorato e offre gli spunti per assecondarlo.

Aumentare l’engagement con la comunicazione personalizzata

Attraverso lo studio del pubblico di riferimento e l’analisi dei dati è possibile anticipare le aspettative personali e proporre offerte su misura.

Questo è fondamentale per capire quali prodotti o servizi siano oggetto di ricerca, in seguito è anche indispensabile trovare il modo più consono per comunicare le proprie proposte commerciali.

Un dato importante, da considerare per calcolare il grado di soddisfazione del cliente, è il tasso di engagement, ottenuto dalle diverse interazioni con l’azienda.

Non si tratta solo di commenti sui social, ma dalle risposte riscontrate sui diversi messaggi inviati, che possono mostrare se la comunicazione impostata è corretta e può rivelarsi profittevole.

In questo modo sarà possibile modificare quanto in atto e implementare nuove opzioni; l’assistenza del customer care in questo caso aiuta a rilevare e risolvere molte problematiche, in quanto ha un rapporto diretto e costante con i clienti e può fornire dati importanti.

Fornisce un’immagine chiara della customer satisfaction, insieme a dati rilevanti per migliorare l’approccio con il cliente.

Per avere un maggior engagement è anche utile comunicare attraverso contenuti pertinenti agli interessi dimostrati.

Questo può essere realizzato attraverso comunicazioni rivolti a gruppi, ad esempio sui social media o il blog aziendale, oppure rivolti a segmenti di target più piccoli, come le newsletter periodiche.

AI marketing per creare percorsi individuali

L’AI marketing rappresenta un approccio dinamico per elaborare strategie di web personalization.

La capacità di elaborare grandi quantità di dati in tempi molto brevi e di incrociare i risultati permette di applicare nuove modalità per interagire con gli utenti sul web.

Il modello di apprendimento automatico che regola molti tool di intelligenza artificiale legge i dati di analisi relative a comportamento, preferenze e interazioni sui vari canali; configura così degli schemi che si ripetono per determinati scenari.

Con questi elementi si possono proporre delle modalità di comunicazione adeguate ai vari scenari che si presentano, ma anche prevedere le azioni future che verranno compiute di conseguenza.

Ad esempio, le sequenze di messaggi pubblicitari da inviare possono essere programmate seguendo i comportamenti passati, cercando di impostare un percorso che risulti rilevante e coinvolgente in ogni fase.

Questi tool individuano anche le tendenze di mercato, proponendo con tempestività delle indicazioni per l’impostazione della comunicazione, sia come contenuti, sia come tempistiche di realizzazione.

L’analisi predittiva, con l’unione di dati raccolti, intelligenza artificiale e schemi statistici, si rivela fondamentale per trovare dei pattern che possono individuare comportamenti futuri.

ll monitoraggio costante delle strategie applicate permette di intervenire in modo rapido quando le impostazioni non sono efficaci e assicura di ottimizzare il budget pianificato per raggiungere gli obiettivi prefissati.

SEO per ottimizzare la customer experience

La Search Engine Optimization aiuta a personalizzare sia i contenuti del sito che il percorso dell’utente.

I testi che includono le keyword inerenti ai prodotti e al settore risultano rilevanti per gli utenti, che ritrovano le informazioni ricercate.

I titoli e le immagini ottimizzati in ottica SEO sono facilmente interpretabili dai motori di ricerca, che li proporranno agli utenti nella loro navigazione come risposta alle loro domande.

I link interni al sito portano a contenuti correlati, che allungano i g sul sito, intrattenendo gli utenti con articoli di interesse e relativi all’intento di ricerca iniziale.

La struttura del sito deve essere facilmente accessibile, per restituire ai potenziali clienti un’esperienza gradevole e renderli autonomi nella loro esperienza online.

Le performance relative alla web personalization possono essere misurate attraverso metriche specifiche e possono dare indicazione sui miglioramenti da apportare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *