Vendere su Etsy Senza Partita IVA

vendere su etsy senza partita iva

Vendere su Etsy senza Partita IVA è concesso, ma il discorso è molto più complicato di quanto possa sembrare in apparenza. Il motivo? Etsy è un negozio americano e dunque non ha alcun obbligo verso lo stato italiano: il discorso è ovviamente diverso per i venditori italiani che lo utilizzano per aprire un e-commerce e per vendere online.

Vendere su Etsy senza Partita IVA? Chiariamo subito una questione: come dichiarato dalle stesse pagine del sito ufficiale di Etsy, tu puoi aprire un negozio senza per questo dichiarare la Partita IVA. Il motivo è molto semplice: Etsy non deve dimostrare nulla allo Stato, perché risiedendo negli USA non deve interfacciarsi con i nostri regimi fiscali e con le nostre regole. La questione, per i venditori, cambia radicalmente.

Vendere online senza Partita IVA è possibile?

La questione è spinosissima: la vendita online è regolata da leggi che, come sicuramente saprai, possono essere soggette a cambiamenti piuttosto repentini. Almeno questo è quello che avviene in Italia. Ciò significa che l’apertura della Partita IVA attualmente è obbligatoria nel caso l’attività di vendita abbia valore continuativo: non conta il prodotto venduto, dunque non fa differenza se vendi ebook, magliettine o siti web. Ciò che conta è la presenza (o meno) del carattere di occasionalità: se la tua attività commerciale su Internet assume i contorni di un business sistematico e regolare, allora sei obbligato ad aprire la Partita IVA. Se invece mantiene il carattere di occasionalità (dunque non è continuativa ma sporadica) allora puoi evitare di aprire la Partita IVA: questo, ovviamente, non ti esime dal dichiarare i tuoi redditi al fisco.

Vendere su Etsy senza Partita IVA: come funziona?

Come ti abbiamo già sottolineato più volte, Etsy non ti obbliga ad inserire la Partita IVA: se vuoi utilizzare questa piattaforma di e-commerce per un’attività di vendita occasionale, allora puoi farlo senza alcun problema. Se invece il tuo business di vendita ha carattere continuativo – anche se Etsy non ti richiede l’inserimento della Partita IVA – sei comunque obbligato a farlo dalla legge italiana: solo in questo modo potrai metterti in regola per quanto concerne il versamento delle imposte di vendita dovute allo Stato. Etsy, infatti, ha l’obbligo di comunicare ai paesi che lo richiedono il numero della Partita IVA del venditore, per trasparenza.

Vendere su Etsy: una questione di business o di passione?

Oggi abbiamo visto che vendere su Etsy senza Partita IVA è una possibilità, ma che tutto dipende dalla natura della tua attività commerciale. Questo significa anche che la famosa soglia dei 5.000 euro non vale nel tuo caso, dato la legge che regolarizza l’apertura della Partita IVA non prende in considerazione l’ammontare annuo del guadagno, ma solo la natura della tua attività. In altre parole, puoi vendere sulla nota piattaforma senza la Partita IVA solo se lo fai per passione o in modo non continuativo. Se il tuo è un business, invece, sei obbligato all’apertura. Comprendiamo che la differenza fra hobby e business è sempre molto labile: per questo motivo, il consiglio è di rivolgerti al tuo commercialista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

CLOSE

 ►►

Fermati!

Scarica

Gratis ora!

UN REGALO PER TE!

 

Compila i campi di seguito e scarica il tuo regalo gratis!

↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓