Etsy handmade

Vendere su Etsy l’handmade: guida completa per creare un business profittevole

La categoria Etsy handmade si rivolge a un pubblico che apprezza e ricerca prodotti particolari: quelli fatti a mano, il vintage, gli articoli artigianali e quello che serve agli hobbisti per coltivare le loro passioni.

Etsy, come marketplace, ha un pubblico ampio a livello mondiale e si distingue perché promuove proprio l’articolo che non è standard: i suoi acquirenti cercano oggetti singolari e sono pronti a spendere se riescono a soddisfare i loro desideri.

I venditori dei prodotti Etsy handmade non sono solo artigiani, ma persone creative che hanno voglia di inserirsi nel mondo delle vendite online e di mettersi in gioco; puoi proporti come azienda ma anche come venditore occasionale senza partita IVA e riuscire a rendere la tua passione un’attività profittevole.

Vendere su Etsy handmade, prodotti fatti a mano che sono creazioni uniche

Nel panorama del commercio elettronico puoi trovare diverse modalità per avviare un’attività e tra queste i marketplace sono un’opportunità per iniziare con un supporto organizzativo non indifferente.

Ogni piattaforma si distingue per i prodotti proposti, per la modalità di spedizione o per l’esperienza che l’utente ha avuto durante la navigazione; riuscire ad individuare quella idonea al tuo progetto imprenditoriale ti aiuterà a raggiungere gli obiettivi prefissati.

Le categorie della merce in catalogo sono un elemento chiave nella scelta della vetrina che userai per proporti al pubblico: quindi, se hai deciso di vendere i prodotti handmade, Etsy si prospetta come il marketplace idoneo con il quale potrai iniziare a pianificare il tuo business.

Come vendere online su Etsy e gli altri marketplace

Se la tua idea di negozio si riferisce a una realtà digitale, devi conoscere potenzialità e caratteristiche di ogni modalità per scoprire quale risponde alle tue necessità.

Abbiamo detto come vendere su Etsy sia il modo migliore per proporre prodotti unici, handmade, personalizzati e digitali: la creatività diventa fonte di ispirazione e il catalogo si arricchisce di articoli che possono quasi essere su misura per il cliente esigente.

Amazon è leader per i prodotti standardizzati, tecnologici di qualsiasi dimensione e prezzo, con un vantaggio competitivo fornito da un sistema logistico organizzato e adatto ad ogni tipo di impresa o venditore senza partita IVA.

ManoMano si presenta come il fornitore esclusivo per chi ama il giardinaggio e il fai da te; le aziende che vendono su questa piattaforma hanno delle proposte così interessanti che è stata sviluppata una sezione a parte per il commercio B2B.

Ebay rimane la scelta preferita dal cliente che vuole comunicare con venditori singoli, capaci di interagire in modo più personalizzato; le offerte spesso uguali a quelle di Amazon, a volte risultano più convenienti.

Il punto in comune tra tutte queste possibilità è l’incremento costante che si registra da anni nelle vendite online: le abitudini dei consumatori sono cambiate e il mercato si è adeguato.

Marketplace e eCommerce personale: le differenze

Un’alternativa è rappresentata dall’ecommerce di proprietà, che si presenta molto impegnativo soprattutto se non si ha un’esperienza pregressa e si ha la necessità di affidarsi a specialisti esterni.

Dovrai pensare all’impostazione iniziale, quindi alla scelta del CMS da utilizzare, alla creazione da zero del catalogo e delle schede prodotto; inoltre, devi pianificare una strategia di comunicazione per creare una presenza sul web e guadagnarti la fiducia dei clienti.

In pratica sarai uno dei tanti punti vendita presenti online e l’impegno economico per farti conoscere con le sponsorizzazioni non è trascurabile. Per realizzare dei profitti devi avere pazienza e recuperare l’investimento iniziale potrebbe richiedere molto tempo.

La vendita sui marketplace è semplificata perché sono impostati per agevolare i venditori e per ottimizzare il customer journey del cliente. Sono oggetto di grossi investimenti anche nella comunicazione, a beneficio di tutti gli utenti coinvolti.

I vantaggi della vendita su Etsy

Con Etsy vendere prodotti handmade risulta conveniente per diversi motivi; un negoziante che decide di avviare un’attività può aprire il suo negozio con pochi passaggi e godere di molti benefici:

  • è il canale idoneo per la categoria handmade
  • raggiungi il pubblico in target
  • la pubblicità non ha un costo eccessivo
  • raggiungi una platea su scala mondiale
  • hai il supporto nella gestione del tuo negozio

Questa piattaforma può sembrare piccola se paragonata ad altre che esistono da più tempo, ma la sua potenzialità è enorme: il pubblico che raggiunge ha delle necessità specifiche e sa di trovare in questo luogo quello che cerca.

Etsy handmade policy

Aprire un negozio Etsy handmade creations

Iniziare a vendere su Etsy le tue creazioni handmade richiede alcuni semplici passaggi con i quali potrai trasformare la tua passione in un'attività economica redditizia. Il primo passo è quello di creare un account venditore sulla piattaforma e di impostare un negozio che sarà la vetrina digitale dei tuoi prodotti.

La piattaforma di Etsy è strutturata per accompagnare i futuri venditori nella creazione di loro profilo venditore: è una procedura guidata e il supporto, in caso di problemi, sarà in grado di aiutarti per accedere allo step successivo.

Profilo venditore

Ogni descrizione inserita sul marketplace parla di te come venditore. Devi inserire nomi e descrizioni inerenti alla tua attività e ai tuoi prodotti, per dare un’indicazione immediata di quello che vendi.

Informazioni sul negozio

In questa sezione devi dare una panoramica di quello che vendi e di come puoi personalizzare tutti gli articoli; potenziali consumatori che acquistano su etsy cercano delle categorie specifiche che è difficile trovare altrove. Quindi, se la tua presentazione risulta convincente, riuscirai a invogliare gli utenti a consultare la tua proposta commerciale.

Catalogo prodotti

Per rendere il negozio operativo devi aggiungere il catalogo dei prodotti, attraverso l’inserimento delle schede. È importante studiare descrizioni autentiche, che valorizzano ogni articolo e trasmettono il valore aggiunto fornito dalla tua creatività.

Vendi su Etsy con successo: strategie per raggiungere il successo

Quando vendi su Etsy devi usare un tone of voice adatto alla piattaforma e agli utenti che scelgono di fare acquisti da questo marketplace.

Gli artigiani e imprenditori che si rivolgono agli utenti in target su Etsy propongono prodotti particolari che non si trovano facilmente online. Sono articoli che si vendono soprattutto in piccole quantità ma che possono avere una grande marginalità di guadagno.

L’opposto succede in realtà come Amazon, che punta su oggetti standard e offre prezzi molto competitivi: la marginalità è più bassa e per realizzare profitti interessanti si devono registrare grossi volumi di vendita.

Il cliente che acquista la categoria Etsy handmade è disposto ad aspettare anche mesi per avere il suo articolo personalizzato, pagando il prezzo adeguato a una creazione unica.

Vendere su Etsy si profila come un business scalabile, con la potenzialità di espandersi a livello mondiale.

Come ottimizzare la scheda prodotto Etsy handmade

La scheda prodotto è uno strumento molto potente per promuovere gli articoli che vuoi vendere. Nel caso degli articoli fatti a mano ci sono degli accorgimenti in più che possono far risaltare le qualità distintive e favorire le visite e le conversioni:

  • nome oggetto – deve essere quello che gli utenti usano normalmente quando lo cercano, per favorire l’inserimento nella pagina di risposta dei motori di ricerca
  • descrizione – i dettagli spiegano le caratteristiche, la qualità, i materiali, l’utilizzo finale; esprimono i lati positivi e i benefici che derivano dall’acquisto
  • tag – la possibilità di inserire i tag correlati alla descrizione permette di fornire suggerimenti utili che identificano l’articolo; è meglio non ripetere i termini utilizzati negli altri punti, ogni parola costituisce un particolare in più
  • immagine – su Etsy gli handmade hanno più riscontro quando le immagini inserite sono naturali e non impostate, per comunicare un senso di originalità e creare un elemento distintivo
  • SEO – gestire ogni aspetto in ottica SEO significa farsi notare dai motori di ricerca e quindi dai potenziali clienti che cercano prodotti come i tuoi nel mercato online; le keyword utilizzate devono essere pertinenti e con volumi di ricerca interessanti
  • personalizzazione – uno dei punti di forza di questo marketplace è la possibilità di personalizzare gli oggetti venduti; è un’opzione che incrementa le conversioni ma occorre evidenziare le modalità e i tempi di realizzazione
  • spedizione – un utente consapevole diventa un cliente soddisfatto; tempi e costi di spedizione incidono sul prezzo finale e sulla scelta definitiva
  • attenzione verso il cliente – se riesci a trasmettere al consumatore la cura e l’attenzione che metti nelle tue creazioni, questo si rifletterà sul rapporto con il cliente e favorirà la nascita di un rapporto di fiducia

Ogni piattaforma ha delle regole e un tone of voice con il quale si rivolge agli utenti: Etsy predilige la creatività, che si può manifestare con diversi elementi distintivi.

Handmade creations su Etsy

Le sponsorizzazioni per vendere su Etsy l'handmade

Un negozio, per diventare un business profittevole, deve farsi conoscere. L’esistenza di una vetrina non determina una grande visibilità: occorre pianificare un’attività di marketing per acquisire notorietà e creare il proprio Brand personale

La possibilità di creare campagne di sponsorizzazione su Etsy consente di crescere con un costo accessibile e proporzionato a tutte le attività imprenditoriali.

La modalità PPC (Pay per Clic) assicura che l’inserzionista pagherà solo quando il potenziale cliente cliccherà sull’annuncio visualizzato. L’utente interessato ha più probabilità di effettuare una conversione, quindi di acquistare, se il link lo porterà a un contenuto ritenuto in linea con le sue aspettative.

I profili social da collegare al negozio Etsy handmade sono un ulteriore touchpoint che permette di raggiungere potenziali clienti.

I contenuti su altre piattaforme aggiungono valore sia al Brand che ai prodotti stessi. Le collaborazioni con influencer o attività coerenti all’immagine aziendale ampliano la portata a nuovi target potenzialmente interessati.

Inoltre, la modalità con cui si creano i post deve essere considerata una sorta di storytelling: potrai raccontare la tua attività con dettagli inediti e creare connessioni autentiche.

Recensioni e customer care

I feedback dei clienti raccontano la loro esperienza nel tuo negozio e danno un’idea ben precisa del servizio che offri.

Avere delle recensioni positive rappresenta un ottimo biglietto da visita e facilita la finalizzazione della transazione nei clienti indecisi.

Il modo migliore per raccoglierle è chiederle dopo ogni contatto, che sia una vendita o una semplice richiesta di informazioni. Se in cambio viene offerto un omaggio o un buono sconto sulla prossima vendita, l’acquirente si sentirà gratificato e capirà l’importanza del suo contributo.

Un altro elemento distintivo nella gestione della vendita su Etsy è costituito dal customer care, ruolo che può essere dallo stesso proprietario in una realtà piccola, oppure da diverse persone in un’azienda più sviluppata.

In ogni caso si deve rivolgere un’attenzione particolare agli utenti, gestendo in modo rapido le richieste di informazioni e cercando di risolvere tutte le problematiche che si possono presentare nell’ottica di soddisfare il cliente.

Il contatto con i clienti può risultare difficoltoso e a volte è difficile trovare il modo di accontentare tutti, però è anche una strada percorribile per costruire l’immagine di un Brand affidabile.

Inoltre, mantenere un rapporto continuo e positivo contribuisce alla fidelizzazione dei clienti, che per ogni esigenza si rivolgeranno a te come prima scelta.

Come impostare i profili social per aumentare le vendite dei prodotti fatti a mano

Per aumentare la visibilità, sia in organico che a pagamento, è opportuno incrementare la presenza online e collegare i profili social al negozio su Etsy.

Il primo obiettivo è identificare la nicchia di mercato alla quale vuoi rivolgerti e utilizzare keyword e tone of voice adeguato. I social più idonei potrebbero essere Instagram e Pinterest, che prediligono le immagini per comunicare e possono quindi favorire l’impatto grafico immediato che fa visualizzare l’oggetto ricercato dal cliente.

La creazione di post che mostrano gli articoli venduti permette di creare contenuti pertinenti, con suggerimenti per l’uso finale e per le diverse personalizzazioni che si possono realizzare.

Questo tipo di comunicazione costituisce arricchimento per il catalogo e, attraverso gli hashtag e le impostazioni corrette, consente di ampliare il pubblico a cui rivolgersi, selezionando i segmenti di riferimento per la tua attività.

La pubblicazione regolare, inoltre, permette di stabilire connessioni durature e di far conoscere in modo organico anche le novità: i follower fedeli apprezzano questi gesti e le attenzioni rivolte a loro, anche con sconti e promozioni dedicati.

Etsy handmade policy: tutto quello che devi sapere

Per vendere articoli della categoria handmade su Etsy bisogna rispettare delle regole precise che sono inserite nella policy del marketplace stesso.

L’articolo fatto a mano deve essere letteralmente realizzato con le proprie mani, oppure da un’azienda esterna al Brand che li vende ma con la stessa modalità.

Anche la progettazione deve essere individuale, per incarnare il concetto di creatività.

Un artigiano che produce con la collaborazione o assistenza di altre persone, può tranquillamente indicare tutti i dati nella descrizione del negozio, a garanzia del lavoro che viene svolto.

La trasparenza in questo marketplace viene premiata e valorizzata; Etsy propone prodotti unici e vuole assicurare i suoi utenti sulla modalità con cui vengono creati.

A differenza di Amazon non si propone come competitor diretto, perché non vende articoli di sua proprietà con il suo nome; questo va a vantaggio dell’imprenditore che sceglie di aprire un negozio su Etsy per realizzare un business profittevole e scalabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *