Vendere Su Amazon Senza Partita Iva: Si Può?

vendere su amazon senza partita iva

Vendere su Amazon senza partita IVA: si può fare? Certamente. Com’è ovvio che sia, per giustificare la mancata apertura (o segnalazione) della partita IVA, dovrai vendere in qualità di negoziante sporadico, dunque non come professione. Se invece lo fai per lavoro, sarai obbligatoriamente costretto ad aprire e successivamente ad inserire la tua partita IVA.

Vendere su Amazon senza partita IVA si può, ma esistono delle condizioni molto stringenti che dovrai rispettare, se vorrai proseguire con questa attività senza dover necessariamente confrontarti con il fisco. Trattasi di un terreno molto scivoloso, in merito al quale le leggi cambiano quotidianamente. Per questo motivo, noi ti diremo quali sono oggi le condizioni per vendere su Amazon senza la partita IVA, ma il consiglio resta sempre uno e uno soltanto: parlane con il tuo commercialista, e affidati ad uno bravo, che sia esperto nel campo del commercio elettronico indiretto. Fatta questa doverosa premessa, adesso ti spiegheremo quali sono queste condizioni che dovrai rispettare.

Come vendere su Amazon senza partita IVA

La questione è tutt’altro che complessa, possiamo assicurartelo. Per vendere su Amazon senza per questo dover possedere la partita IVA, devi semplicemente iscriverti come utente base. In questo modo comunicherai al colosso e-commerce che non vendi per mestiere, e che lo fai solo in via sporadica. A questo punto, chiarito il tuo ruolo, ad Amazon non interesserà avere la tua partita IVA: questo perché la suddetta è richiesta solo a chi vende online per professione.

Cosa puoi fare su Amazon con il Piano Base?

Sappi che il Piano Base è l’unico al quale potrai iscriverti: per il Piano Pro, infatti, l’inserimento della partita IVA è obbligatoria. In altre parole, come utente base devi gioco forza rispettare dei paletti che limiteranno la tua attività. La limitazione più grossa è l’impossibilità di vendere più di 40 oggetti al mese sul noto marketplace. Poi dovrai anche confrontarti con tariffe diverse rispetto al Piano Pro, pensate per chi svolge questa attività in modo occasionale e non professionale. Se ti interessa approfondire questo aspetto correlato all’argomento, puoi farlo leggendo il nostro articolo su come vendere su Amazon da privato. Di buono c’è che le commissioni dovrai pagarle solo dopo aver venduto un prodotto: l’iscrizione al piano base, infatti, è del tutto gratuita.

Vendere su Amazon senza Partita IVA: cosa rischi?

Vendendo su Amazon da privato, e dunque senza partita IVA, non rischi nulla. A patto che tu sia in buona fede e che questa non sia effettivamente una professione per te. Ad ogni modo, è la stessa Amazon ad impedirti di poter vendere in modo massiccio, dunque il sistema è fatto apposta per sancire una netta differenza fra chi vende per professione, e chi lo fa in modo sporadico. Ovviamente, ad Amazon poco importa del fisco italiano. Al contrario, la cosa deve interessare te: il nostro consiglio – te lo ripetiamo – è di rivolgerti ad un commercialista. Infine, se hai intenzione di creare un business, puoi perfettamente iscriverti come privato e in seguito aprire la partita IVA, passando al Piano Pro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

CLOSE

 ►►

Fermati!

Scarica

Gratis ora!

UN REGALO PER TE!

 

Compila i campi di seguito e scarica il tuo regalo gratis!

↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓