Vendere su Amazon Giappone

Vuoi ampliare gli orizzonti della tua attività su Amazon? Ebbene, è difficile trovare un mercato dell'e-commerce con più affidabilità e ambizioni come quello del Giappone. Il Paese vanta quella che è probabilmente la classe di consumatori di shopping online più esperti del pianeta, tanto che secondo alcune recenti analisi comScore, ben l’80% della popolazione giapponese (100 milioni di persone!) acquista online, superando così le già ottime percentuali di shopping online negli Stati Uniti, dove ci si ferma a circa il 70%.

Inoltre, il mercato dell'e-commerce in Giappone è ben lungi dall'essere in arresto. Il quarto mercato e-commerce più grande al mondo continua infatti la sua strada di sviluppo a due cifre, e le previsioni per i prossimi anni sono più che incoraggianti. Detto ciò, la cosa migliore che dovresti pensare è che se sei un venditore Amazon, niente ti impedisce di accedere ad Amazon Japan e di espandere le tue attività in questo mercato così promettente. Ma come fare?

Verifica la domanda potenziale per i tuoi prodotti in Giappone

Prima di saltare con entusiasmo sul carro di Amazon Japan, cerca di comprendere che tipo di domanda c'è per i tuoi prodotti in questo mercato. Il metodo più semplice è quello di navigare in Amazon Japan alla ricerca dei prodotti e dei prezzi della tua concorrenza.

Cerca di mantenere le spedizioni fuori dai problemi doganali

Per evitare ogni problema di dogana cerca di ricorrere ai servizi di un importatore qualificato (IOR) o di un procuratore di procedure doganali (ACP): il Giappone non consente infatti ai venditori non residenti di inviare merci ai centri di smistamento per conto proprio. Peraltro, la consulenza degli operatori di cui sopra – in cambio di una commissione sui prodotti spediti – ti permetterà di accertare se le tue spedizioni siano in grado di soddisfare le leggi e i regolamenti locali e se tutta la documentazione sia completa, prima di andare incontro a ogni pregiudizio.

Stima se pagherai l’imposta sui consumi

Se prevedi di ottenere più di 10 milioni di yen di ricavi dalle vendite annuali in Giappone, l'Agenzia fiscale nazionale ti richiede la registrazione ai fini dell’Imposta sui consumi. Se questo è il tuo caso, parlane con il tuo IOR / ACP di riferimento, che ti aiuterà a registrarti e spesso pagare queste tasse a tuo nome i tuoi prodotti vengono spediti in Giappone.

Iscriviti per vendere su Amazon Giappone

Fatto quanto sopra ti abbiamo consigliato (ovvero, una volta che hai un agente IOR / ACP e sei registrato per l’imposta sui consumi), sei pronto per iscriverti ad Amazon Japan. Il processo è rapido e non dovrebbe domandarti troppe informazioni in più rispetto a quanto sei abituato a fare con Amazon Italia.

Traduci e localizza il tuo servizio e il tuo marketing

Conoscere la lingua e la cultura giapponese è fondamentale per persuadere gli acquirenti nipponici. E dato che quasi tutti i 125 milioni di persone che vivono in Giappone parlano esclusivamente giapponese e inglese, non c'è da meravigliarsi se Amazon Japan richiede che tu abbia un rappresentante del servizio clienti in lingua giapponese (o che FBA fornisca il servizio per te) per mantenere il tuo account in regola.

Insomma, un buon collaboratore nel mercato di destinazione ti permetterà di aggirare ogni ostacolo, qualora tu non te la senta di procedere con le sole tue gambe!

Tagged under:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

CLOSE

 ►►

Fermati!

Scarica

Gratis ora!

UN REGALO PER TE!

 

Compila i campi di seguito e scarica il tuo regalo gratis!

↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓