Vendere quadri su Amazon

Puoi vendere quadri su Amazon? La risposta è certamente positiva. E non ci riferiamo solamente a un aspetto meramente tecnico (considerate le sezioni Art e quella Handmade) del colosso di Jeff Bezos, quanto anche a una convenienza economica, considerato che anche il business dell’arte sembra essere frequentemente popolato e ambito nel più noto marketplace del mondo.

Cerchiamo allora di comprendere quali sono le decisioni preliminari che dovresti porre in essere prima di vendere quadri su Amazon, e avviare – lo speriamo! – una nuova attività proficua all’interno di Amazon!

Quadri tuoi o di altri artisti?

La prima cosa che devi realizzare se vuoi vendere quadri su Amazon è una buona e solida strategia di penetrazione del mercato.

Innanzitutto, se non sei personalmente un artista, puoi comunque cercare di avviare un buon business nel mondo dell’arte vendendo quadri come curatore. Gli artisti disinteressati all'aspetto commerciale del loro mestiere si affidano a agenti, gallerie e altri operatori per farlo per conto loro, e tu potresti diventare uno di questi.

Ci sono diversi modi per lavorare con gli artisti. Puoi ad esempio vendere gli originali o vendere delle stampe, acquisire opere di licenza da stampare sulla merce (pensa alle magliette), e così via. Di solito, l'artista ottiene una commissione fissa per le opere vendute, lasciandoti così libero di stabilire diverse personalizzazioni nelle tue scelte commerciali.

Molto dipenderà pertanto dal tipo di attività che vuoi realmente porre in essere e dalle tue capacità di negoziare con gli artisti, qualora tu non abbia le capacità e le propensioni per vendere direttamente la tua merce.

Cosa vendere: originali o riproduzioni?

Considerato che stiamo ancora parlando di qualche linea strategica base che ti consigliamo di fissare prima di partire con entusiasmo per le tue vendite su Amazon, non possiamo che sottolineare come un altro comune bivio sia quello legato alla vendita di originali, o di riproduzioni.

Alcuni oggetti come quelli scolpiti sono certamente più difficili da riprodurre o utilizzare per applicazioni di merchandising (ma prendi sempre in considerazione la stampa 3D o magari delle collaborazioni con i produttori di giocattoli). La maggior parte degli elementi artistici in 2D, tuttavia, ha più opzioni per generare vendite illimitate su una singola opera.

Insomma, cerca di capire se vuoi vendere opere d'arte originali, stampe in edizione limitata o meno, download digitali di sfondi desktop, foto d'archivio, stampe di citazioni ispiratrici, e così via, opere originali in supporti tradizionali o digitali, opere d’arte su merchandise come cappelli, tazze, magliette, spille smaltate, e così via.

Come puoi facilmente vendere, l’elenco è davvero molto lungo (e non è esaustivo, considerato che ci sono delle nicchie interessanti da sfruttare, come quelle che ti permetteranno di stampare le opere d’arte su tessuto o carta da parati), e la prima cosa che devi assolutamente fare è chiarire le idee.

Inizia pertanto a porti qualche domanda preliminare. Vuoi vendere opere d’arte tue o di qualche artista? Vuoi vendere originali o riproduzioni? Come vuoi negoziare i rapporti con gli artisti? Dove credi di poter trovare quel che fa per te?

Tagged under:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

CLOSE

 ►►

Fermati!

Scarica

Gratis ora!

UN REGALO PER TE!

 

Compila i campi di seguito e scarica il tuo regalo gratis!

↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓