Vendere prodotti su Amazon

Vendere prodotti su Amazon: consigli e trucchi vincenti

La modalità di commercio online che prevede di vendere prodotti su Amazon è sicuramente una grande opportunità di avviare un business profittevole. La piattaforma ha una base di clientela molto vasta a livello mondiale e vanta un’organizzazione logistica ottimizzata sulla quale è possibile affidare la gestione del proprio magazzino.

Le scelte dei consumatori confermano che gli acquisti su internet piacciono sempre di più e a questa domanda deve corrispondere un’offerta adeguata. Ecco, quindi, la soluzione per chi vuole avviare un’attività con ottime probabilità di successo: vendere prodotti su Amazon, con uno spirito imprenditoriale e delle competenze di base che guidano un Seller nel suo percorso professionale.

Scopri le modalità per vendere prodotti su Amazon

Amazon è il gigante delle vendite online e ha cambiato il modo in cui gli utenti si approcciamo agli acquisti, adattandosi alle esigenze degli acquirenti quando necessario. Anche le modalità per vendere prodotti su Amazon hanno subito delle variazioni, sia per rispondere meglio alle richieste dei clienti, sia per offrire diverse opportunità a chi vuole avviare un negozio sul web.

Le modalità previste per diventare Seller includono l’azienda con partita IVA ma anche il venditore privato che svolge l’attività in modo sporadico; inoltre mette a disposizione il proprio magazzino per lo stoccaggio e la spedizione delle merci, per soddisfare quegli imprenditori che non vogliono o non possono gestire la logistica direttamente. Con questa modalità puoi accedere alle spedizioni “Prime”.

Puoi anche decidere di vendere i tuoi prodotti ad Amazon e non occuparti del rapporto con i clienti. In questo caso deciderai soltanto il costo da applicare, mentre il prezzo finale e le promozioni sono a discrezione del marketplace stesso. Questi articoli sono contrassegnati come “venduti e spediti da Amazon”.

Perché scegliere Amazon per vendere i tuoi prodotti

Esistono diversi motivi per i quali scegliere di vendere prodotti su Amazon si configura come una grandissima potenzialità. È una delle piattaforme più influenti al mondo e la conferma di questo è il numero sempre crescente di imprenditori che la scelgono come vetrina per i loro articoli.

Il pubblico è molto vasto, quindi aumenta la possibilità di essere visti, consultati e di vendere. La portata internazionale degli utenti consente anche di diversificare il target.

Inoltre, questo marketplace è ben organizzato per quanto riguarda la gestione delle vendite; aprire un account Amazon significa usufruire delle agevolazioni messe a disposizione dei Seller. Il profilo venditore è predisposto per creare un negozio con facilità, per ottimizzare un catalogo di prodotti, per gestire i pagamenti più utilizzati e per impostare delle sponsorizzazioni.

Un altro aspetto che semplifica notevolmente l'avviamento e la gestione di un'attività su Amazon è la modalità FBA, Fullfilment by Amazon; questo servizio permette di usufruire dei magazzini di Amazon, con un costo mensile, senza doversi più preoccupare dello stoccaggio della merce, di imballaggio e spedizione degli gli articoli venduti. Inoltre comprende la gestione dei resi e l'inventario, due aspetti molto importanti per un business che vuole essere affidabile e preciso. Tutta l’attenzione può così concentrarsi sulle vendite e sul marketing.

Come creare un profilo venditore

Aprire un account venditore su Amazon è il primo passo per vendere prodotti e avviare un’attività vera e propria. Farlo è semplice: la piattaforma ti aiuta con una procedura guidata, in cui devi inserire le informazioni che ti identificano come venditore professionale con azienda o come venditore sporadico senza partita IVA.

Il secondo step è creare il tuo negozio: devi caricare i prodotti e le relative schede per ogni articolo. Qui inizia la possibilità di differenziarti e di sfruttare la grande opportunità di vendere in Amazon. Ogni pagina deve essere ottimizzata con le parole chiave rilevanti in ottica SEO: titolo e descrizione devono essere facilmente identificabili sia dagli utenti che dai motori di ricerca.

Dal pannello di controllo del tuo profilo puoi monitorare e gestire la tua attività: qualunque dimensione abbia il tuo business, è fondamentale avere un’attenzione costante ai dati relativi alle visualizzazioni del negozio e alle vendite.

Ogni impostazione può essere modificata nel tempo. Se un layout non riscontra successo puoi modificarlo tenendo conto delle preferenze degli utenti. Se un trend si impone e ruba le prime posizioni, cerca di seguire la tendenza e di offrire quello che il mercato di riferimento richiede.

Vuoi scoprire come sfruttare al massimo
le opportunità di Amazon (senza perdere marginalità)?

Vuoi scoprire
come sfruttare al massimo
le opportunità di Amazon (senza perdere marginalità)?

Ottimizzazione del tuo profilo venditore

Il profilo venditore è essenziale per attirare i clienti. È il primo approccio verso il pubblico e può invogliare gli utenti a visitare un negozio o a scegliere altre pagine di ricerca. Le immagini e il logo devono ispirare fiducia e rispecchiare l’identità aziendale.

Devono avere corrispondenza con le categorie di prodotti vendute. Il cliente deve avere la percezione di professionalità e affidabilità dal primo momento. Il rapporto con i clienti si costruisce con costanza, rispondendo in modo tempestivo alle domande e curando con attenzione tutte le fasi di pre e post acquisto.

Occorre anche monitorare con attenzione le recensioni; la pratica ideale è chiedere ad ogni cliente di lasciare un feedback, per descrivere la sua esperienza e invogliare le persone interessate a comprare e a fidarsi. Si può fidelizzare un cliente mantenendo un rapporto continuo, con l’invio di mail personalizzate e con promozioni studiate in base al suo comportamento d’acquisto.

Per ottimizzare un profilo venditore è anche importante monitorare i competitor del settore; capire come sono percepiti dagli utenti aiuta a configurare la buyer personas che vuoi raggiungere, osservare i venditori che si impongono in modo rapido fornisce suggerimenti sui punti che possono essere a favore di un’immagine affidabile.

Strategie di prezzo e promozione

Le strategie di prezzo sono uno degli elementi chiave per vendere prodotti su Amazon in modo competitivo. Nella determinazione del prezzo di vendita devi considerare il costo del prodotto, l’IVA (se la paghi e se la scarichi), le spese di spedizione e il margine di profitto che vuoi realizzare.

Quando vendi un articolo che è già proposto sulla piattaforma da altri negozi, devi adeguare la tua offerta considerando il prezzo medio: se aumenti troppo non sarai preso in considerazione, se il prezzo è notevolmente inferiore puoi creare perplessità sulla credibilità della tua offerta.

Quando vendi un articolo nuovo, che non è facile da reperire, puoi osare un prezzo imposto più alto, per sfruttare il momento favorevole e realizzare un margine di profitto interessante.

Un prezzo alto deve essere accompagnato da un valore aggiunto, si può fare la differenza con una scheda prodotto molto dettagliata che spieghi sia le caratteristiche tecniche che i benefici derivanti dall’uso dell’oggetto. Il cliente avrà un’idea più chiara di quello che sta comprando, finalizzando l’acquisto in modo rapido senza avere la necessità di contattare il servizio clienti per chiarimenti e attendere la risposta.

Se vuoi usare il prezzo per emergere sui competitor puoi creare delle offerte personalizzate per i clienti fidelizzati o creare dei gruppi di prodotto che apportano un forte vantaggio per il cliente. Durante la navigazione su Amazon solitamente vengono visualizzate le vendite correlate, cioè gli articoli da abbinare al tuo acquisto per avere un’esperienza migliore. Se proponi un insieme di articoli in vendita in gruppo il cliente avrà uno sconto maggiore rispetto all’acquisto dei singoli pezzi, con una soddisfazione proporzionata.

Costi per vendere su Amazon

I costi per la vendita su Amazon si basano non soltanto sul valore di acquisto della merce, ma su molti fattori collegati alla sua gestione e movimentazione. La prima variante da considerare è il tipo di account scelto:

  • piano base: prevede una commissione per ogni articolo venduto con un limite di 40 transazioni al mese
  • profilo professionale: ha un abbonamento mensile e non presenta vincoli di quantità

Stabilire la modalità più conveniente influenza anche i prezzi finali, ma dipende dai volumi di vendita, dall’impostazione del tuo business e dalle categorie di prodotti proposti che possono avere commissioni diverse.

La gestione del magazzino deve considerare il costo della giacenza dei prodotti: che sia fatto individualmente o tramite FBA, gli articoli fermi sono un grande problema. La pratica ideale prevede una movimentazione continua, che fa diminuire anche i volumi soggetti ad inventario. Spesso la previsione d’acquisto non è coerente con le vendite, quindi occorre applicare delle strategie per ottimizzare le giacenze.

Una pratica interessante è pianificare delle vendite con margine di profitto ridotto quando un articolo non è più richiesto: prima che diventi obsoleto è meglio recuperare il costo d’acquisto, liberare spazio in magazzino e reinvestire in prodotti che attirano i consumatori e generano nuove entrate.

Le spese di spedizione possono variare in base ai volumi di vendita. I contratti possono essere rinegoziati con condizioni più favorevoli ed è meglio considerare fornitori di beni e servizi diversi se offrono condizioni migliori per il tuo business.

L’ottimizzazione dei costi quando si sceglie Amazon per vendere riguarda anche il servizio clienti. Fornire un servizio adeguato, una descrizione dettagliata e delle promozioni interessanti aumenta la soddisfazione del cliente e fa diminuire la percentuale di reclami e di resi.

Strategie di marketing per vendere prodotti su Amazon

Come applicare consigli e strategie vincenti per vendere prodotti su Amazon

Quando decidi di avviare un’attività devi considerare alcuni elementi chiave per impostare il profilo venditore. Sono punti cardine per ottenere vantaggi e benefici che si rivelano utili nelle valutazioni a lungo termine. Infatti, molti investimenti avranno un ritorno economico e di immagine in un arco temporale più lungo, ma consentono di costruire una reputazione solida nel panorama della vendita su Amazon.

Ci sono degli aspetti che puoi gestire personalmente e che servono a differenziare il tuo negozio dagli altri, dalla vetrina al servizio clienti: sono tutte strategie di marketing che devono lavorare con l’obiettivo di far posizionare il tuo progetto imprenditoriale in cima ad ogni pagina di ricerca.

Scelta del prodotto

Nella scelta del prodotto occorre fare un’attenta analisi della richiesta di mercato e dell’offerta proposta. Se riesci ad essere competitivo, con il prezzo base o con servizi aggiunti e personalizzati, usa una strategia di vendita che riesca ad evidenziare queste caratteristiche.

Se il prodotto o la categoria di prodotto scelta non ti permettono di emergere nelle prime posizioni, prova a considerare qualcosa di alternativo o a diversificare la tua proposta puntando anche su altri prodotti correlati.

Puoi anche scegliere di vendere prodotti usati su Amazon; in questo caso devi puntare su un prezzo ragionevole, ottimo stato di conservazione e una garanzia nel caso di prodotti elettronici.

La valutazione della domanda e dell’offerta deve anche considerare i trend e la stagionalità: alcuni articoli possono essere offerti al momento giusto e con la sponsorizzazione adatta per poter valutare se sono un business profittevole.

La proposta commerciale del tuo negozio deve assicurare un margine di profitto ragionevole, senza questo l’attività è destinata a fallire; deve garantire un utile, coprire i costi delle sponsorizzazioni, oltre ad adempiere agli obblighi fiscali previsti dalla legge.

Scheda prodotto personalizzata

La creazione della scheda prodotto per i tuoi articoli è una delle possibilità di differenziarti e di emergere tra i competitor presenti su Amazon. Ogni pagina deve essere ottimizzata in ottica SEO, usando le keyword più usate dagli utenti che sono rilevanti per le tue categorie. In questo modo sarai anche più visibile sui motori di ricerca e sarà più facile apparire nelle prime posizioni.

Le immagini devono essere di alta qualità: se l’articolo è ben visibile acquisisce valore, riprendi diverse angolazioni e se possibile inserisci brevi video. La scheda prodotto è una vetrina del negozio, quindi deve essere curata nei minimi dettagli per sfruttare tutte le sue potenzialità.

Titolo e descrizione devono essere facilmente leggibili e sintetici; le caratteristiche tecniche si uniscono ai benefici per il cliente, un elenco puntato riesce a sintetizzare le informazioni utili.

Metti in evidenza le spese di spedizione e la soglia per averle gratuite; è anche importante riportare tempi e modi per il reso, per apparire più affidabile.

Vendere su Amazon

UX: User Experience come strategia di crescita

La User Experience è la modalità con la quale gli utenti interagiscono con un sito web e determina la loro soddisfazione, che non è scontata. Concentrare l’attenzione sulla UX può dare un grande vantaggio, quello di creare una reputazione solida e fidelizzzare i clienti.

Le aziende che decidono di vendere prodotti su Amazon si inseriscono in un mercato molto competitivo e devono trovare il modo di emergere: i prodotti sono spesso standardizzati e quindi bisogna puntare sul rapporto con il cliente.

Un’esperienza positiva per gli acquirenti è una motivazione per tornare nel tuo negozio: progetta le pagine fornendo tutte le informazioni che un utente può cercare, prova a soddisfare le domande prima che vengano poste e ricordati di chiedere un feedback dopo che la transazione sarà conclusa. Ti aiuterà a migliorare il sito, ottimizzandolo per le tue vendite.

Se la User Experience è positiva il cliente lascerà anche una o più recensioni che restituiscono credibilità e affidabilità. Questo sarà d’aiuto per chi si approccia per la prima volta al tuo negozio e faciliterà le conversioni.

Puoi considerare questo aspetto una strategia di marketing efficace anche perché fa diminuire alcuni costi: il cliente soddisfatto e ben informato tende a restituire meno prodotti, dà meno lavoro al customer care e potrai concentrare i tuoi sforzi alla crescita del tuo progetto imprenditoriale.

Per iniziare un percorso di crescita e imparare le strategie di marketing più adatte alla tu attività, segui i nostri contenuti gratuiti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *