Scoprire e Monitorare le Query e Parole Chiave di Ricerca dell’Utente con Google Analytics

La richiesta è semplice: come possiamo capire quali sono le query di ricerca più utilizzate dai nostri utenti? Ovvero cosa cercano gli utenti all'interno del nostro ecommerce, e come lo cercano ovvero con quali parole? Allo stesso modo è importante capire con quali parole gli utenti ci trovano su Google, e quindi che espressioni o frasi utilizzano, e se puntano a una tipologia specifica di prodotto o si muovono su chiavi generiche.

Analizzare le query ci apre un mondo, poichè ci permette di capire quali sono le esigenze prioritarie del nostro pubblico e su cosa insistere, ma anche ad esempio se ci sono alcune sezioni del sito più difficili da raggiungere navigando, e che l'utente ricerca con il motore poichè non riesce a trovarle. Oppure se alcune pagine, nonostante l'interesse dell'utente, sono penalizzate in termini di posizionamento e richiedono dunque interventi di modifica, puntando magari su contenuti di qualità.

L'analisi delle query si presenta quindi come uno degli aspetti prioritari nel monitoraggio ecommerce. E va focalizzata non sulle keywords che noi abbiamo impostato per posizionare il sito, ma soprattutto sulle parole chiave che conducono a noi l'utente.

Scoprire con Analytics cosa cercano gli utenti

Ci sono diverse vie per confrontarci con le query di ricerca dei nostri utenti. La prima possibilità ce la offrono gli strumenti per webmaster, ovvero una serie di strumenti messi a disposizione gratuitamente da Google per la gestione del nostro sito. Con questi strumenti possiamo visualizzare le query più frequenti, i click, i valori di click-through rate ma anche utilizzare filtri specifici per scoprire query speciali.

Il resto si fa in Analytics.

Su Acquisizione > Parole chiave > Risultati organici (menu a comparsa sinistro) ritroviamo in Analytics tutto il traffico organico, ovvero le parole usate dai nostri utenti per raggiungerci con sessioni, numero utenti, frequenza di rimbalzo ed eventuale valore obiettivo.

In Acquisizione > Traffico, selezionando “Parola Chiave”, abbiamo una panoramica globale su tutto il traffico verso il nostro sito, oltre ai riferimenti alla sorgente del traffico e ai mezzi utilizzati.

Possiamo anche abbinare il lavoro sulle query alla definizione dei nostri annunci sponsorizzati Adwords andando su Parole Chiave > Acquisizione > A pagamento.

Grazie al rapporto Query di ricerca, infatti, potremo visualizzare tutte le query che generano gli annunci Adwords, ovvero scoprire come i nostri utenti cercano quella specifica tipologia di prodotto che vendiamo, e quindi come personalizzare ancora meglio gli annunci per aumentarne le prestazioni. È possibile anche definire un elenco di parole chiave per poi verificarne il rendimento, sempre neri Rapporti AdWords alla sezione Parole Chiave AdWords.

Interessante anche l'utilizzo dei Rapporti SEO, ovvero rapporti che ci parlano delle ricerche sul web (in Google) relative al nostro sito. Con il Rapporto Query SEO possiamo scoprire per quali query il nostro e-commerce è ben posizionato su Google, ma anche le query che hanno una posizione intermedia e ricevono pochi click.

I rapporti SEO si attivano attivando la condivisione dati in Analytics con gli strumenti per webmaster. In questa scheda da Google ci spiegano come procedere nella configurazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

CLOSE

 ►►

Fermati!

Scarica

Gratis ora!

UN REGALO PER TE!

 

Compila i campi di seguito e scarica il tuo regalo gratis!

↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓