Come Preparare una Buona Campagna di Email Marketing per il tuo Ecommerce

Che si tratti di inviare una newsletter informativa o una email pubblicitaria o promozionale, preparare una buona campagna di email marketing richiede alcuni accorgimenti fondamentali.

Controllo e pulizia del database di contatti

In primo luogo, occorre utilizzare un buon database di contatti, ben costruito e aggiornato costantemente nel tempo. È buona norma utilizzare una mailing list “pulita”, ovvero una lista comprendente solo (o per lo più) caselle di posta elettronica esistenti ed attive. Ciò si ottiene, ad esempio, tramite la procedura di iscrizione chiamata “confirmed opt-in”, che prevede l'invio di un'email di conferma contenente un link che l'utente deve cliccare per confermare l'esistenza e la correttezza dell'indirizzo inserito in fase di sottoscrizione.

Un altro modo per verificare la pulizia del database è l'invio di email di riconferma ai clienti che risultano inattivi (cioè che non hanno aperto i messaggi inviati, visitato il sito aziendale o effettuato acquisti o altre azioni significative per un lasso di tempo considerevole): gli utenti che non rispondono possono o essere distinti da quelli attivi ed inseriti in una sezione separata del database, oppure eliminati definitivamente dalla lista.

Misure per prevenire che la tua email finisca nello spam

È inoltre indispensabile adottare tutte le misure necessarie per evitare i filtri anti-spam, ecco quindi alcune cose da NON fare:

  • abusare di caratteri maiuscoli;
  • usare font e sfondi dal colore molto acceso;
  • usare immagini numerose, pesanti e di formato non riconosciuto;
  • inserire link a siti identificati come poco attendibili; codice HTML non integro…);

Bisogna invece:

  • avvalersi solamente di server affidabili, accertandosi che non siano stati inseriti in alcuna black list (lista di IP marcati come fonte di spam);
  • appoggiarsi sono a liste di contatti che hanno esplicitamente acconsentito a ricevere newsletter ed email commerciali.
  • Rispettare gli standard dei filtri anti-spam garantisce tassi di consegna elevati e maggiori probabilità che i messaggi vengano aperti, letti e cliccati.

Cura dei contenuti che inserisci nelle tue email

Imprescindibile è la cura del contenuto, a livello sia qualitativo che formale, a partire dall'oggetto e dal mittente: la maggior parte di quanti utilizzano la posta elettronica, infatti, decide rapidamente se aprire o meno una email in base a questi due soli elementi. L'oggetto deve essere in grado di attirare l'attenzione e la curiosità dell'utente usando solo poche parole; il mittente deve essere immediatamente riconoscibile e associabile all'azienda o al brand.

Il messaggio di per sé deve essere conciso, chiaro, pertinente ed accattivante, il più possibile mirato, differenziato e personalizzato in base ai dati relativi allo specifico destinatario (informazioni anagrafiche, interessi e preferenze, tipo e frequenza d'acquisto…). È buona norma rendere ben visibili le informazioni più importanti e collocarle nelle prime righe del testo, sulle quali lo sguardo del lettore si sofferma per più tempo e con più concentrazione.

Se l'obiettivo dell'email è una “call to action” (invito a compiere un'azione), è consigliabile dare all'utente la possibilità di farlo in più modi, con link testuali, immagini e pulsanti che puntino alla stessa landing page. In tal modo la comunicazione sarà coerente e ben strutturata, e più alta la probabilità di stimolare l'engagement e la risposta positiva dei lettori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

CLOSE

 ►►

Fermati!

Scarica

Gratis ora!

UN REGALO PER TE!

 

Compila i campi di seguito e scarica il tuo regalo gratis!

↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓