Ottimizzare la Descrizione dei Prodotti su Amazon

ottimizzare prodotti amazon

Ottimizzare la descrizione dei prodotti su Amazon è il primo passo che dovrai compiere, se vorrai essere trovato dalle ricerche degli utenti, e dunque realizzare la possibilità di vendere più prodotti. Inoltre, l’ottimizzazione in chiave SEO è altrettanto importante, al fine del posizionamento sui motori di ricerca come Google.

Come ottimizzare la descrizione dei prodotti su Amazon? Oggi esistono diversi metodi più o meno noti per rendere una scheda prodotto SEO-friendly, e per andare incontro ai desideri degli utenti che ricercano un articolo sui search engine come Google. Diciamo che il trucco sta nell’anticipare le loro richieste, capendo prima dei concorrenti su quali parole chiave concentrarsi, per rendersi facilmente reperibili. Fra le altre cose, qui non si parla solamente di posizionamento su Google, perché il SEO applicato alle schede prodotto ha un altro compito: favorire il posizionamento sui risultati offerti dal motore interno di Amazon che, pur pesando maggiormente il tasso di conversione di un negozio, considera molto anche il modo in cui prepari le schede dei tuoi prodotti in vendita. Vediamo, dunque, alcuni consigli molto utili in tal senso.

Come ottimizzare la descrizione dei prodotti su Amazon?

Come sicuramente saprai, nel campo del giornalismo e del marketing comunicativo, un buon titolo può già rappresentare – da solo – motivo di lettura di un contenuto. La stessa regola vale per l’ottimizzazione SEO di una scheda prodotto su Amazon, anche se la logica è ovviamente diversa. In questo senso, il nostro consiglio è di inserire all’interno del titolo la parola chiave primaria, che dovrebbe ovviamente corrispondere al nome del prodotto. Ma ricorda che un utente potrebbe sentire il desiderio di cercare anche informazioni più specifiche come ad esempio la taglia, il colore, il marchio e via discorrendo: dunque il tuo titolo dovrà contenere anche queste ulteriori specifiche. Esiste comunque un “trucco” per scrivere il titolo perfetto di una scheda prodotto, che vale per Amazon, ma anche per qualsiasi altro e-commerce: immagina sempre di essere tu l’acquirente. Cosa cercheresti? Quali keyword inseriresti sul motore di ricerca?

Come ottimizzare il testo della scheda prodotto Amazon?

Mai fare copia/incolla: quando scrivi il testo della scheda prodotto, concentrati sull’unicità del contenuto e sulla specificità della descrizione, dunque riportando tutte le informazioni tecniche necessarie per chiarire cosa stai vendendo esattamente. Nel farlo, utilizza sempre un elenco puntato per riassumere le caratteristiche fondanti del tuo prodotto, in quanto Google apprezza questo strumento di formattazione, e l’occhio umano tende immediatamente ad essere attirato dai punti elenco. Per quanto concerne il testo descrittivo, anche in questo caso dovrai utilizzare le keyword principali e cercare di essere il più esaustivo possibile.

Altri consigli per ottimizzare la scheda prodotto

Come ottimizzare la descrizione dei prodotti su Amazon? Considera sempre che il motore di ricerca interno della piattaforma ragiona per logiche diverse rispetto a Google: soprattutto per quanto concerne la categorizzazione dei prodotti. Questo significa che devi sempre compilare con cura i campi della descrizione che Amazon ti mette a disposizione, specificando dunque filtri e categorie idonee, ed inserendo anche la meta-description. Sfrutta al massimo questi elementi, e sicuramente otterrai un buon vantaggio competitivo.

Consigli copywriting per migliori descrizioni su Amazon

In uno dei mercati di e-commerce più competitivi al mondo, quale quello di Amazon, un buon servizio di copywriting può essere la giusta chiave per catturare più clic da parte dei tuo utenti e, di conseguenza, generare un maggior numero di conversioni.

Il mercato di Amazon ha di fatti più di 5 milioni di venditori terzi. Si tratta di professionisti e imprese che sono evidentemente tutti in competizione tra di loro per potersi ritagliare un migliore spazio pubblicitario, conquistando un posizionamento migliorare nelle classifiche di ricerca e nelle vendite.

Per poter spiccare in questa ampia platea, un semplice e accorto intervento su titolo, immagini, elenchi e descrizione potrebbe fare la differenza tra una pagina prodotto scarsamente avvincente e una pagina prodotto pienamente efficace.

Insomma, anche se spesso si pensa in maniera troppo “complicata”, il buon caro e vecchio copywriting potrebbe essere la tua arma segreta verso un futuro di maggiori conversioni.

D’altronde, non sfugge che pagine dettagliate dei prodotti, scritte correttamente e ben mirate, possono convincere un acquirente di Amazon a comprare il tuo prodotto, invece di quello dei vostri concorrenti.

Dunque, se questa è una piena consapevolezza, a questo punto non puoi far altro che domandarti in che modo puoi migliorare le pagine dei prodotti Amazon della tua azienda.

Scopriamo insieme alcuni spunti sui quali ti consigliamo di soffermarti, e che potrai approfondire in altre risorse che potrai trovare all’interno del nostro sito.

Parole chiave

L’ottimizzazione della ricerca per Amazon non funziona nello stesso modo dell’ottimizzazione della ricerca per Google, per Bing o per altri motori di ricerca. Alcuni potrebbero sostenere che gli algoritmi di ricerca di Amazon siano un po’ meno sofisticati, ma attento a non saltare a conclusioni troppo affrettate. Di fatti, laddove Google potrebbe riconoscere una parola chiave in qualsiasi punto del titolo di una pagina a fini di ranking, Amazon potrebbe favorire il titolo di un elenco di prodotti che inizia proprio con la frase chiave di destinazione. E questo è, evidentemente, solamente uno dei tanti punti di distinzione tra l’ottimizzazione per il motore di ricerca, e quello per Amazon.

Se prendi per buono quanto sopra abbiamo condiviso con te, dovresti aver già compreso che potrebbe essere una buona idea per alcune categorie di prodotti mettere le parole chiave primarie al primo posto nel titolo del prodotto.

Inserire infatti una parola nel titolo di un prodotto ha un impatto significativo sul ranking di Amazon, ma nonostante questa sia una regola oramai ben nota e ben sperimentata, sono ancora tante le persone che decidono deliberatamente di ignorarla, dimenticandosi però che così facendo stanno rinunciando a una ottima arma nelle loro mani.

Per esempio, molte persone mettono il nome della loro marca al primo posto nel titolo, ma a meno che il tuo brand non sia fortissimo, stai perdendo una grande occasione: come venditore dovresti invece puoi spostare la tua parola chiave primaria al primo posto, al fine di poter avere il più alto volume di ricerca.

Per poterne sapere di più, e poter ottimizzare i tuoi impegni in questo frangente, una buona opzione potrebbe essere quella di utilizzare uno strumento come il Keyword Scout di Jungle Scout, che stima il numero mensile di ricerche esatte e a largo raggio di una particolare parola chiave.

Insomma, una parola chiave posizionata in un titolo di un prodotto Amazon può avere un impatto fondamentale su quanto bene sarà in grado di posizionarsi per una data ricerca in Amazon. La ricerca di parole chiave di Amazon ti potrà dare una mano d’aiuto fondamentale.

I vantaggi del tuo prodotto

Molti esperti di posizionamento su Amazon consigliano di inserire alcuni dei vantaggi del tuo prodotto direttamente nel titolo! Ma è davvero una scelta così appropriata? Probabilmente, si!

Se per esempio stai vendendo un integratore alimentare, noterai che la maggior parte dei titoli dei prodotti che trovi su Amazon sono molto simili, elencando magari i componenti nutrizionali che, in buona sostanza, sono spesso identici da integratore a integratore. Un prodotto non si distinguerà probabilmente se il suo titolo è troppo simile alla concorrenza!

Un venditore può invece essere in grado di migliorare il numero di clic, e in particolare dalle pagine mobili di ricerca, includendo una dichiarazione con cui vengono specificati alcuni dei vantaggi del prodotto, come ad esempio – nella fattispecie di un integratore alimentare – i benefit in termini di miglioramento della salute del cervello o di riduzione dei fattori di rischio di attacco cardiaco.

Il testo in grafica

Ci sono relativamente poche opportunità di distinguere i prodotti della tua azienda da quelli dei tuoi concorrenti sul mercato di Amazon. Ma quelle opportunità sono ben esistenti e, dunque, non dovresti sprecarle!

Una di queste possibilità e che i venditori spesso non utilizzano a dovere le immagini. E che altrettanto spesso si dimenticano che anche con le immagini è possibile fare copywriting. Puoi ad esempio ideare delle grafiche di confronto, puoi apportare maggiore impatto sui benefici e sulle funzionalità e, in una considerazione generale, puoi vendere mglio attraverso il potere delle immagini, dandoti così una forte mano d’aiuto quando si parla di conversione.

È inoltre possibile aggiungere elementi per poter personalizzare e rafforzare la tua proposta. Puoi ad esempio aggiungere le tue garanzie sul prodotto. O ancora puoi specificare che sei particolarmente rispettoso dell’ambiente, e citare i tuoi impegni per la sostenibilità ambientale.

Il tuo obiettivo non dovrà certamente essere quello di trasformare le immagini del tuo prodotto nella pagina di dettaglio, ma piuttosto comunicare ciò che rende i tuoi prodotti degni di essere acquistati!

Come regola per la personalizzazione della grafica di descrizione del prodotto Amazon, un richiamo, una freccia o un altro elemento di design potrebbe effettivamente aumentare le conversioni, dietro una semplice aggiunta. Non aver comunque paura di includere anche queste stesse informazioni nei punti e nella descrizione del prodotto, considerato che su alcuni dispositivi potrebbe essere difficile scorgere le immagini.

Gli elenchi puntati e le descrizioni

L’elenco puntato che si trova sulle pagine di dettaglio dei prodotti Amazon non è certo il posto giusto per far spazio a una descrizione noiosa e prolissa.

Di contro, cerca di richiamare i benefici dei tuoi prodotti negli elenchi puntati, riservando a questa zona i vantaggi che puoi apportare al tuo cliente.

Così facendo, cerca di strizzare l’occhio in maniera chiara verso la conversione. Gli acquirenti di Amazon hanno infatti un intento commerciale: le persone che cercano su Google possono essere alla ricerca di informazioni, ma su Amazon, sono tutti acquirenti.

Quando facciamo acquisti su Amazon siamo dunque in una sorta di stato fangoso ed emotivo di quello che viene chiamato un “alto intento commerciale”.

Gli acquirenti Amazon possono infatti provare gioia o altre emozioni quando contemplano un acquisto. Un copywriter dovrebbe riconoscere questo stato sentimentale e aiutare a “vendere” il prodotto, richiamandone i benefici e l’urgenza di completare la transazione. E questo dovrebbe essere fatto con il ricorso al linguaggio visivo, agli esempi e alla narrazione di storie.

Dunque, giova, in un contesto sempre più avanzato e sempre più innovativo, tornare alle radici del copywriting pubblicitario. Siamo certi che funzionerà anche nel tuo caso!

Conclusioni

A margine di questo approfondimento, giova compiere un breve riassunto su quel che abbiamo detto. A cominciare dal fatto che il copywriting è un servizio fondamentale, in grado di essere la giusta chiave per catturare più clic da parte dei tuo utenti. Ma come puoi farlo?

In questo focus abbiamo affrontato alcuni elementi su cui val la pena tornare adesso, in sede conclusiva:

  • Parole chiave, tenendo conto che l’ottimizzazione della ricerca per Amazon non funziona nello stesso modo dell’ottimizzazione della ricerca per Google e per gli altri motori di ricerca, e che dovrsti cominciare con l’inserire le parole chiave primarie al primo posto nel titolo del prodotto. Per scoprire le parole chiave più rilevanti, aiutati con i migliori software che trovi in circolazione, come il Keyword Scout di Jungle Scout, che può stimare il numero mensile di ricerche esatte e a largo raggio di una particolare parola chiave.
  • Vantaggi, ricordandoti che è consigliabile inserire alcuni dei vantaggi del tuo prodotto direttamente nel titolo, perché in questo modo riuscirai a distinguerti meglio rispetto ai concorrenti. Il problema su Amazon è, in buona sostanza, che i titoli dei prodotti che trovi sono molto simili, e che si soffermano ad elencare più gli aspetti tecnici che quelli emozionali e quelli di beneficio.
  • Testo nella grafica, in ottica copywriting. Abbiamo dichiarato che ci sono relativamente poche opportunità di distinguere i prodotti della tua azienda da quelli dei tuoi concorrenti sul mercato di Amazon. Tra queste opportunità c’è il fatto che molti venditori spesso non utilizzano a dovere le immagini. Impara invece a sfruttarle, inserendo nelle immagini delle grafiche di confronto e altri elementi che ti permetteranno di approfondire benefici e funzionalità. Ricorda che il tuo obiettivo non sarà certamente quello di trasformare le immagini del tuo prodotto nella pagina di dettaglio, ma comunicare in una maniera diversa e più impattante i vantaggi dell’acquisto.
  • Elenchi puntati e descrizioni, da sfruttare in ogni pagina di dettaglio dei prodotti Amazon. Cerca di richiamare i benefici dei tuoi prodotti negli elenchi puntati, non scordando mai la necessità di puntare l’attenzione sulla necessità di una migliore conversione. Abbiamo infatti affermato con chiarezza come gli acquirenti di Amazon abbiano quasi sempre un intento commerciale, contrariamente alle persone che cercano su Google, che possono essere alla ricerca di informazioni pur senza dover necessariamente comprare.

Ricordatene la prossima volta che revisioni le tue pagine prodotto su Amazon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

CLOSE

 ►►

Fermati!

Scarica

Gratis ora!

UN REGALO PER TE!

 

Compila i campi di seguito e scarica il tuo regalo gratis!

↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓