Integrare Ricerca Prodotti su WordPress e WooCommerce

ricerca prodotti woocommerce

Perché integrare la ricerca prodotti su WordPress e WooCommerce? In realtà questo strumento è già disponibile di default, quindi potresti non sentire la necessità di installarne uno più specifico e professionale. Ebbene, faresti un errore: la fase di ricerca del prodotto, infatti, è una delle più importanti per un utente che visita un negozio elettronico.

Integrare la ricerca prodotti su WordPress e WooCommerce: perché è importante? Per capirlo, ti basta semplicemente vedere cosa ha fatto Google. Oppure analizzare come funziona lo strumento di ricerca di Amazon. Si tratta di veri e propri motori intelligenti, progettati per andare incontro alle necessità degli utenti che li usano: con lo scopo di dare una risposta di qualità a qualsiasi loro domanda (query). Ed è facilissimo traslare questo concetto anche sul tuo e-commerce: gli utenti che lo visitano vorrebbero avere delle risposte chiare e certe, anche solo inserendo poche informazioni sulla barra di ricerca. E se non le otterranno, di riflesso non visiteranno le pagine correlate alle query e dunque non compreranno. La logica alla base dell’importanza dello strumento di ricerca prodotti, come vedi, è abbastanza intuitiva.

Integrare ricerca prodotti su WordPress e WooCommerce: come fare?

Come ti abbiamo già anticipato nell’introduzione, teoricamente potresti limitarti ad utilizzare la search bar che trovi in dotazione su WordPress e WooCommerce. Ma si tratta di uno strumento parecchio approssimativo, di certo non ottimizzato per un negozio elettronico: uno strumento che non porterà alcun beneficio alla tua utenza. Non devi comunque preoccuparti: esistono diversi plugin che possono rispondere a questo tuo obiettivo. Ovvero dotare il tuo negozio elettronico di uno strumento di ricerca prodotti performante e soddisfacente. Ad esempio, Heartbeat – Instant Ajax Search è una estensione che funziona anche con WooCommerce, e che consente agli utenti di inserire una query/prodotto e di ottenere i suggerimenti migliori.

Un altro strumento per integrare la ricerca prodotti su WordPress e WooCommerce è Relevanssi: anche in questo caso, le funzioni sono simili a Heartbeat, ma ha il grande vantaggio di andare a coprire ogni singola sezione del tuo e-commerce. Compresi gli short-codes. Questo significa che, usandolo, un utente potrà ottenere davvero tantissimi suggerimenti utili per la propria query. Fra le altre cose, Relevanssi è anche disponibile in versione free: anche se noi ti consigliamo di utilizzare la versione a pagamento, decisamente più completa e funzionale.

Integrare la ricerca prodotti: altri plugin utili

Considerando l’importanza di integrare la ricerca prodotti su WordPress e WooCommerce, puoi intuire la quantità di strumenti e plugin presenti sul web per realizzare questo obiettivo. Ma quali sono le altre estensioni che potrebbero fare al caso tuo? Un plugin molto interessante, in tal senso, è YITH WooCommerce Ajax Search: è leggermente diverso dagli altri, perché ti consente di personalizzare un simpatico widget che puoi posizionare ovunque ti pare. In realtà, questo è solo uno dei tanti strumenti che YITH ti mette a disposizione per potenziare il tuo e-commerce in WordPress: se ti interessa, puoi scoprire tutti gli altri visitando la pagina ufficiale di YITH for WooCommerce.

Funzione di ricerca

Perché è importante curare la ricerca prodotti

Da quanto sopra dovresti aver già compreso che integrare opportunamente la ricerca prodotti nel tuo ecommerce è un elemento strategico fondamentale per migliorare l’esperienza del tuo utente.

Pensa a vari scenari alternativi. Nel primo, il tuo utente visita il tuo ecommerce ma nonostante i suoi sforzi non riesce a trovare il prodotto perché manca una maschera di ricerca e le categorie di vetrina sembrano essere così confuse.

Nel secondo, l’utente visita lo stesso ecommerce, e trova facilmente il prodotto che sta cercando. Oppure non lo trova, ma ottiene suggerimenti utili che lo aiutano e lo convincono a provare un prodotto simile.

Ebbene, la differenza tra il primo e il secondo scenario è semplicemente rappresentata dalla presenza di una buona funzione di ricerca prodotti. La cui assenza o inefficacia può farti perdere importanti opportunità di vendita. Perché, dunque, farne a meno?

Per poterti convincere a curare con maggiore attenzione questo aspetto dell’e-commerce, abbiamo voluto riassumere alcuni spunti che riteniamo essere fondamentali. Vediamoli insieme!

Permetti di trovare i prodotti sulla base delle loro caratteristiche

Una maschera di ricerca che consente di trovare i prodotti se il cliente digita la “frase esatta” non basta più. Devi invece consentire ai tuoi visitatori di trovare e ordinare gli articoli in base agli attributi dei prodotti che vorrebbero acquistare, al fine di migliorare l'esperienza di ricerca. In questo modo, gli utenti possono impostare gli attributi dei prodotti come il marchio, le ultime tendenze, il prezzo, e così via, usando tali filtri per poter arrivare alla selezione del loro prodotto desiderato in tempi ancora più rapidi.

Il risultato di quanto sopra è che i clienti ottengono i risultati che desiderano avere in tempi più rapidi, evitando di perdere secondi e minuti preziosi per navigare tra prodotti irrilevanti che contribuiscono alla loro frustrazione.

Naturalmente, non c’è un elenco preciso di elementi e di caratteristiche che dovresti cercare di inserire nella funzione di ricerca. Tutto dipenderà dal tipo di prodotto che intendi vendere: in relazione a ciò, cerca di basarti su aspetti primari come taglie, date di produzione, colori, e così via.

Migliora la fluidità della navigazione

Oramai la funzione di ricerca è qualcosa di così importante che non appena i tuoi clienti atterreranno sulla home page del tuo negozio, cercheranno probabilmente la barra di ricerca. Ma poiché questo è il primo punto di contatto dell'esperienza utente del tuo sito web, non puoi permetterti di accontentarti di una barra di ricerca scadente!

Che fare, allora? Ci sono delle regole che dovresti seguire per poter ottenere risultati ancora più apprezzabili sotto questo punto di vista?

Probabilmente si, a patto di non considerare i consigli che seguono come delle rigide indicazioni.

Per esempio, ti suggeriamo di non posizionare la barra di ricerca nell'angolo o in fondo al tuo sito web. Il visitatore del tuo sito dedicherà alla home page pochi secondi di attenzione, e se deve impiegarli solamente per cercare la tua barra di ricerca, allora preferirà dirigersi verso un altro sito web. Meglio invece posizionarla in alto nella colonna in alto a sinistra o nella barra di intestazione posta a destra del logo del sito web. Non posizionare inoltre la casella di ricerca troppo vicino ad altre caselle, come ad esempio le iscrizioni alla newsletter, e così via.

Ricorda infine di non usare una dimensione del testo troppo piccola (questo causerà problemi nel localizzare la barra di ricerca!) e progettala in modo che si distingua chiaramente da altri form e da altre sezioni della tua home page.

Infine, fai sapere che si tratta di una barra di ricerca menzionando il termine “CERCA” (o simili), con il simbolo di una lente di ingrandimento.

Rendi la barra di ricerca visibile su tutte le pagine

Si tratta di uno dei consigli più importanti del buon esito dei tuoi sforzi in questo frangente. Oltre a rendere più semplice la ricerca dei prodotti, permetterà ai tuoi visitatori di risparmiare il tempo necessario per tornare ripetutamente alla pagina principale del tuo e-commerce.

Includi la barra di ricerca nella pagina dei risultati

Si tratta di un altro consiglio utilissimo, che purtroppo molti siti di commercio elettronico trascurano o a cui non prestano particolare attenzione. Si tratta altresì di un suggerimento leggermente diverso dal rendere la barra visibile su tutte le pagine, perché in questo caso ci riferiamo all’opportunità di includere nuovamente l'input di ricerca nella barra.

Insomma, quando sei in grado di restituire i risultati della ricerca, integrandoli con la barra, renderai le cose molto più facili per i tuoi visitatori, perché permetterai loro di aggiungere più testi, dettagli o modificare le descrizioni, senza dover inserire nuovamente il tutto. Per facilità, posiziona un cursore o una freccia nel campo di immissione.

Funzione di ricerca

Utilizza una barra di ricerca con l’auto-completamento intelligente

Ricordati che non puoi lasciare tutto alle valutazioni e alle intuizioni dei clienti. Sebbene sia necessario non essere particolarmente invadenti, è altresì opportuno non lasciare che questo atteggiamento corretto e doveroso ti impedisca di guidare gli utenti verso la mete. Assisteteli in ogni fase del loro processo di acquisto suggerendo il completamento delle loro chiavi di ricerca.

Per certi versi, è come se dare ai tuoi visitatori troppo spazio possa fargli perdere tempo! E questo può danneggiare il valore del tuo marchio. Fare in modo che la barra di ricerca possa autocompletare le ricerche dei tuoi clienti è un buon requisito di comodità per i tuoi visitatori.

Se vuoi avere un esempio di come funziona, prova semplicemente ad usare Google o Amazon, che hanno sfruttato al massimo questa funzione, particolarmente utile quando le parole sono difficili da scrivere o pronunciare.

Evita di non dare risultati di ricerca

Ai clienti non piace sentirsi dire di NO. Dunque, anche nel caso in cui la ricerca non dia risultati positivi e “diretti” in relazione alla parola chiave inserita dal cliente, prova comunque a orientare il tuo visitatore verso altri prodotti. Insomma, evita che il risultato della ricerca sia un “nessun risultato trovato”!

Ricorda, per esempio, che molte persone potrebbero avere difficoltà nello scrivere correttamente il nome del prodotto, o potrebbero fare qualche errore di battitura. Se la barra di ricerca del tuo negozio non ne tiene conto, allora spingerai i tuoi visitatori verso i competitors!

Quindi, cosa fare? È innanzitutto possibile iniziare con l'aggiunta di strumenti di sinonimi e thesaurus nel motore di ricerca, rendendo il tuo e-commerce molto più efficiente e aiutandoti ad acquisire facilmente nuovi clienti.

Può poi capitare che il tuo negozio non abbia davvero quel prodotto che il cliente sta cercando. Anche in questo caso, però, negando gli sforzi di ricerca del tuo cliente potrai rovinare la loro esperienza di shopping. Dunque, meglio suggerire alcune opzioni alternative, rassicurando poi gli utenti che notificherai loro via e-mail un avviso non appena il prodotto sarà disponibile nel tuo magazzino. In questo modo, si ricorderanno di visitare nuovamente il tuo sito e avranno un'impressione positiva del tuo servizio clienti.

Aggiungi strumenti di suggerimento di sinonimi

Considerato che nel vocabolario italiano ci sono decine di migliaia di diverse parole, è bene fare in modo che il vostro motore di ricerca interno possa suggerire ai tuoi clienti dei sinonimi. Non tutti i visitatori digitano infatti gli stessi termini di ricerca per trovare lo stesso prodotto, e questo non dovrebbe certamente pregiudicare le tue speranze di arrivare a un buon fatturato!

Insomma, l'utilizzo di strumenti per trovare e sfruttare sinonimi può aiutare ad ampliare le possibilità di trasformare i tuoi visitatori in acquirenti. Tienilo a mente!

Permetti la ricerca multilingue

Limitare la lingua di ricerca al solo italiano implica che non sarai mai pronto a soddisfare in pieno un pubblico internazionale. D'altra parte, se gestisci un negozio di e-commerce globale, ha senso permettere ai visitatori di cercare articoli in qualsiasi lingua.

In questo modo si può anche aiutare a valutare le risposte di più target geografici. Ti basterà trovare la lingua che genera il maggior numero di risultati per un dato articolo o prodotto, dandoti una maggiore chiarezza su quali articoli siano richiesti su scala geografica e aiutandoti così ad adattare le strategie di conseguenza.

Guarda anche al futuro: se oggi non stai servendo un mercato, ma hai intenzione di espanderti nel corso del prossimo mese o del prossimo anno, dovresti preoccuparti già ora di questa implementazione, facendoti così trovare pronto nel momento in cui aprirai le porte alla clientela internazionale.

Conclusioni

Insomma, da quanto sopra dovresti aver ben inteso che lo shopping online sta cambiando, e che le vecchie e convenzionali pratiche commerciali non sono più così solide ed efficaci come prima. Il coinvolgimento dei visitatori, la migliore esperienza di acquisto e la soddisfazione del cliente sono dei must have all’interno del tuo progetto di commercio elettronico.

Dunque, bene assicurarsi di offrire servizi aziendali tradizionali, ma applicarli al formato digitale, ricordandosi di utilizzare le pratiche di cui sopra quando si parla della funzione di ricerca. In questo modo potrai certamente migliorare il traffico del tuo sito web e sviluppare in modo significativo i tassi di conversione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

CLOSE

 ►►

Fermati!

Scarica

Gratis ora!

UN REGALO PER TE!

 

Compila i campi di seguito e scarica il tuo regalo gratis!

↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓