Come Gestire Coupon, Sconti e Promozioni con Shopify

By Shopify Leave a comment
Promozioni su Shopify

Coupon, sconti, offerte? Sono sicuramente delle leve promozionali molto importanti per il tuo business online, in grado di favorire le conversioni attraverso un efficace strumento che potrai gestire in piena libertà, personalizzandone termini, entità e altre caratteristiche. Ma quali sono i pro e i contro degli sconti con Shopify? E come puoi organizzare al meglio questa politica di promozioni?

Pro e contro degli sconti su Shopify

Prima di comprendere in che modo potrai praticare sconti su Shopify, iniziamo con il comprendere che le offerte possono effettivamente incrementare e fidelizzare la clientela ma… non certo gratuitamente.

Per quanto concerne i pro di questa policy, possiamo certamente rammentare la possibilità di incrementare il livello di fedeltà della tua clientela, aumentando il tasso di conversione e favorendo la facilità nell’acquisizione di nuovi utenti. Il tutto, poi, avverrà all’interno di una piattaforma che ti permetterà di creare le nuove offerte in maniera semplificata, direttamente con Shopify (vedremo tra breve come) e monitorando in modo puntuale i risultati grazie all’apposito “Report degli sconti”.

Come abbiamo già avuto modo di evidenziare, però, la politica promozionale non è certamente priva di ripercussioni negative. Come puoi ben immaginare, gli elementi negativi con i quali dovrai fare i conti sono la riduzione dei margini di guadagno e la tua complessiva redditività, l’impressione di un deterioramento nella forza del tuo brand, e ancora la diminuzione del tasso di conversione all’esterno del periodo dei saldi, se i tuoi visitatori inizieranno ad abituarsi ad attenere le offerte.

Che tipi di offerte puoi proporre su Shopify

Ma quali sono i tipi di offerte che potrai scegliere di applicare sul tuo ecommerce Shopify? Le abbiamo sintetizzate per te:

  • sconto percentuale: è il metodo più comune, rappresentato dall’applicazione di una riduzione rispetto al prezzo di partenza, espresso in termini percentuali;
  • sconto in valori assoluti: è uno sconto corrispondente a un valore in euro, una sorta di credito che andrai a riconoscere al cliente, affinché costui possa spenderlo nel proprio shopping;
  • spedizione gratuita: è la possibilità di azzerare i costi di spedizione, che spesso vengono indicati dagli stessi acquirenti come causa principale di abbandono del carrello acquisti;
  • prodotto in omaggio: è la possibilità di dare al tuo cliente un prodotto in omaggio, contestualmente all’acquisto di un altro prodotto.

Come praticare sconti su Shopify

A questo punto, cerchiamo di comprendere in che modo potrai praticare degli sconti e delle offerte promozionali su Shopify.

I metodi per poter raggiungere questo risultato sono tanti ma… la strada più rapida per poter creare nuovi sconti per i tuoi clienti, e gestire e modificare gli sconti preesistenti, è certamente quello di cliccare qui e autenticarti all’interno del tuo store.

Arriverai direttamente al tuo ecommerce, nella sezione Discount, e potrai così iniziare ad applicare o variare gli sconti che hai precedentemente individuato.

Stai solo attento a non amministrare questa fondamentale leva di marketing con troppa facilità. Come abbiamo riassunto poche righe fa, e come torneremo ad occuparci nei prossimi mesi, gli sconti sono un’arma a doppio taglio piuttosto potente!

shopify

Come usare gli sconti sul tuo store Shopify

Anche chi non è un imprenditore di grandissima esperienza sa bene che lo sconto è stato a lungo utilizzato per incentivare clienti e potenziali clienti ad effettuare un acquisto. Sebbene non si tratta di una nuova strategia, è efficace nel momento in cui viene realizzata in maniera pienamente consapevole e accorta.

Il problema, tuttavia, è che spesso i marketer offrono sconti su tutto il sito a tutto il loro pubblico, senza considerare dove si trovano i visitatori nel “percorso” di acquisto.

Una strategia così ampia e generalizzata potrebbe certamente far aumentare le vendite, ma può anche danneggiare i profitti a lungo termine.

La soluzione, quindi, è trovare un equilibrio tra quando e quanto spesso usarli e a quale segmento di utenti offrirli.

Insomma, gli sconti non sono per tutti e dovrebbero essere utilizzati con saggezza.

Abbiamo riassunto di seguito alcune situazioni in cui potrebbe essere opportuno fruirne: vediamoli insieme!

Offerta speciale per nuovi visitatori

Quando un visitatore entra per la prima volta nel tuo sito, potrebbe non essere pronto per l'acquisto. Quindi, offrire lui un codice di sconto da usare subito non è sempre la strategia migliore.

Invece di chiedere ai nuovi visitatori di acquistare un prodotto immediatamente, all'inizio del loro viaggio di acquisto, dovresti chiedere loro un impegno minore, come ad esempio la fornitura del loro indirizzo e-mail in cambio di un codice di sconto.

Naturalmente, per assicurarsi di offrire questo sconto solo ai nuovi visitatori del sito, puoi inserire un cookie nel browser dei nuovi visitatori. In questo modo è possibile tenere traccia dei nuovi utenti rispetto a quelli che ritornano una seconda o terza volta, e nascondere o mostrare le campagne a questo segmento.

Assicurati inoltre che il tuo segmento di destinazione sappia che l'offerta è esclusiva per loro. Questo rende il messaggio e l'offerta più rilevante, aumentando così le conversioni.

Dai altresì alle persone un motivo per il tuo sconto: se vuoi che le persone accettino il tuo bonus, dai loro un “”senso”, perché alle persone piace avere una ragione per quello che fanno. La parte migliore è che funziona anche se il motivo è ovvio, ma deve essere sempre dichiarato.

Premia i clienti più fedeli

Se hai un programma “fedeltà”, puoi e devi utilizzare gli sconti per premiare i clienti più affezionati!

Ad esempio, quando un cliente spende un certo importo sul tuo sito, potresti ben valutare di offrire lui un codice di sconto sul suo prossimo ordine, come ringraziamento.

Diversi studi dimostrano che circa tre clienti su quattro desiderano ricevere offerte personalizzate in base alla loro storia di acquisto. Dunque, offrire dei premi in base ai precedenti acquisti dei tuoi clienti è sicuramente un ottimo modo per personalizzare le offerte.

Incrementa gli sconti durante la stagione delle feste

Durante le festività, molti consumatori finiscono con l’approdare sui negozi online per acquistare regali di varia natura. Allora, perché non capitalizzare l'aumento del traffico durante le festività e attirare i visitatori verso le relative offerte?

shopify

Usa gli sconti Early-Bird per i nuovi prodotti

Quando si lancia un nuovo prodotto, si vuole che il maggior numero possibile di persone lo compri. È per questo motivo che molti negozi online promuovono uno sconto pre-ordine sui prodotti in arrivo!

È tuttavia importante ricordarsi di usare questa strategia con particolare cautela. Scontare un prodotto prima del suo lancio può infatti svalutarlo, nella mente del potenziale acquirente. Quindi, non offrire grandi sconti sui nuovi prodotti e assicurati che lo sconto sia solo una piccola percentuale del prezzo pieno del prodotto.

Inoltre, quando si fa uno sconto sui prodotti, è necessario considerare se si vuole offrire una percentuale di sconto o importi in euro. Come regola generale, si dovrebbe andare con l'opzione che ha il più alto valore percepito.

Quindi, optare per uno sconto del 20% su un prodotto che costa 25 euro farà sembrare lo sconto più alto dello sconto in valore assoluto  pari a 5 dollari, anche se i risparmi sono gli stessi, indipendentemente da ciò che si sceglie.

Anche in questo caso, si tratta di giungere a un punto di un equilibrio, e potrebbe valere la pena testare quale tipo di sconto funziona meglio per il tuo pubblico di riferimento e per il prodotto che stai scontando.

Ridurre il tasso di carrelli abbandonati

Moltissimi sono gli imprenditori che già utilizzano questa strategia, grazie anche alla presenza di app e di plugin che rendono automatica la sua gestione. Tuttavia, val certamente la pena parlarne!

Il 60% degli acquirenti online abbandona il proprio carrello a causa di costi aggiuntivi inaspettati. Offrendo quindi uno sconto agli acquirenti che abbandonano il carrello, è possibile recuperare una parte del mancato guadagno.

Attenzione, però. Anche in questo caso è bene ricordare che si dovrebbero usare gli sconti nel carrello con particolare parsimonia. Se infatti si finisce con l’offrire costantemente uno sconto di questo tipo, i visitatori finiranno con l’aspettarselo, abbandonare il carrello solo per poi ricevere via email lo sconto che permetterà loro di non pagare il prezzo pieno.

Sfruttare il referral marketing

Probabilmente, se hai già una discreta esperienza alle spalle, conosci già l'importanza del referral marketing. Il problema, però, è che pochi costruiscono un sistema di referral prevedibile e ripetibile nel loro piano di marketing.

Una recente ricerca condotta da ReferralCandy ci dice ad esempio l'83% dei clienti soddisfatti è disposto a fare da referral per prodotti e servizi, ma che solo il 29% lo fa effettivamente.

Gli sconti, quindi, sono un incentivo efficace per invitare i clienti a segnalare i prodotti con i quali hanno ottenuto una maggiore soddisfazione.

Offrire ai visitatori un'offerta personalizzata con il retargeting

Il modo migliore per incrementare le vendite è quello di indirizzare i visitatori con messaggi personali. Che sia nelle tue e-mail di marketing, negli annunci o nei messaggi sul sito web, la personalizzazione è certamente la strada da seguire per migliorare l’esperienza utente.

Per esempio, se stai usando gli annunci di Facebook per condurre un po’ di traffico verso il tuo sito, puoi creare un'offerta personalizzata per i visitatori che arrivano sul tuo sito attraverso un annuncio di Facebook! Cerca di assicurarti che questo segmento di visitatori sappia che l'offerta è in esclusiva per loro.

Proponi sconti sugli abbonamenti

Ci sono molti modi per migliorare la fidelizzazione dei clienti. Uno dei più utili è certamente quello legato alla creazione di un abbonamento per il tuo prodotto.

Oggi i consumatori cercano soprattutto la convenienza. E più velocemente e facilmente possono mettere le mani su ciò di cui hanno bisogno, meglio è (per loro, e per te).

Se dunque vuoi incentivare i potenziali clienti a scegliere un abbonamento rispetto a un acquisto una tantum, dovresti offrire uno sconto sugli acquisti plurimi. La maggior parte delle aziende può permettersi di farlo perché sa che aumenterà il valore del cliente, e che potrà dunque recuperare lo sconto nel medio periodo.

Fai del follow-up dopo gli eventi

Se organizzi o partecipi ad eventi per promuovere i tuoi prodotti, potresti avere un enorme potenziale nel seguire i partecipanti dopo l'evento stesso.

Il nostro consiglio è quello di inviare un'e-mail ai partecipanti in cui promuovi alcuni dei prodotti che hai presentato all'evento. Assicurati di collegarti a una pagina del tuo sito internet nel quale, evidentemente, siano disponibili questi prodotti.

Traccia il link e poi aggiungi al tuo sito una campagna unica e personalizzata per questi visitatori, in modo specifico, per promuovere poi il relativo sconto.

Quando sconti solo i prodotti dell'evento e non tutti i tuoi prodotti, l'offerta diventa più personale ed esclusiva, e quindi più attraente per questo specifico segmento di visitatori. In alternativa, puoi anche offrire un campione gratuito o un regalo quando i partecipanti all'evento entrano nel tuo sito.

Conclusioni

Come probabilmente puoi facilmente notare dalle righe che abbiamo voluto condividere poco fa, l’utilizzo di sconti e di coupon è tutta una questione di equilibrio.

Se utilizzi gli sconti con particolare parsimonia e se sarai in grado di proporli al posto giusto, al momento giusto, alla prospettiva giusta… otterrai grandi risultati!

Per poter orientare i tuoi comportamenti in tal senso, il nostro ultimo suggerimento è quello di tenere sempre a mente il “viaggio” che l'utente effettua per poter diventare acquirente, e che dunque non dovresti offrire sconti a tutti e ovunque.

E ricorda: non dovresti mai usare gli sconti solo perché lo fanno tutti gli altri. C'è sempre un'alternativa se decidessi di non voler scontare i vostri prodotti.

E tu che cosa ne pensi? Hai l’abitudine di scontare i tuoi prodotti? E quali sono le tue esperienze?

Parlane nello spazio dedicato ai commenti, sarà la giusta occasione per poterne discutere con il nostro staff e con tutti i nostri lettori!

Leave a Reply

Your email address will not be published.