Etsy Costi: Prezzi e Tariffe del Marketplace per Artigianato

etsy costi

Etsy: costi, prezzi e tariffe sono ovviamente importantissimi per misurare il guadagno che otterrai dalla vendita dei tuoi prodotti artigianali o vintage, e per poter capire realmente quanto otterrai e quanto dovrai versare al sito per ricompensarlo dei suoi servizi.

I costi di Etsy sono molto importanti da valutare, perché da essi dipendono i tuoi margini di profitto. Se ad esempio sei un artigiano, o se ami vendere su Etsy gli articoli vintage che collezioni visitando i mercatini, dovrai ovviamente aprire la calcolatrice, valutare le spese che hai affrontato per le materie prime o per l’acquisto, aggiungere i costi di Etsy e ottenere così il tuo guadagno netto. In pratica, devi comportarti come un vero uomo d’affari e ottenere una stima dei tuoi guadagni potenziali, per verificare se vale realmente la pena vendere su Etsy. Perché, come sicuramente saprai, la possibilità di sfruttare una piattaforma di e-commerce hosted ha i suoi vantaggi, ma anche i suoi costi.

Etsy costi: quali sono?

Quando crei un negozio elettronico su Etsy, sai per certo che potrai farlo gratuitamente, senza spendere nessuna cifra iniziale. Poi, però, quando comincerai a vendere dovrai necessariamente restituire a Etsy una certa cifra o commissione per ogni prodotto venduto: cosa che ovviamente bilancerà il fatto di poter sfruttare una piattaforma e-commerce molto frequentata dagli amanti dei prodotti handmade e vintage, e ottimamente posizionata sulla SERP di Google. Ma quali sono i costi di Etsy?

Inserzioni e vendite: quanto costa Etsy?

La prima voce di costo su Etsy la affronti quando crei una scheda prodotto e decidi di promuoverla attraverso un’inserzione: le suddette sono valide per 4 mesi e hanno un prezzo di 0,20 dollari (0,18 centesimi di euro). Al termine dell’inserzione, puoi anche decidere di rinnovarla per altri 4 mesi, ovviamente spendendo di nuovo il prezzo di inserzione: puoi anche scegliere di attivare il rinnovo automatico. A seguire, il costo più “massiccio” è quello relativo alla percentuale che Etsy trattiene sulla vendita di ogni prodotto: ovvero il 3,5%. La tariffa di transazione, comunque, viene calcolata sul prezzo di vendita, cosa che esclude i costi delle spedizione e gli altri costi accessori. Ma i costi di Etsy non finiscono qui.

Quali sono le altre voci di costo su Etsy?

Innanzitutto Etsy non copre i costi relativi alle transazioni di pagamento, delle quali dovrai farti carico tu: queste voci di spesa variano sia in base alla tipologia di pagamento che hai impostato, sia in base al Paese all’interno del quale agisce il venditore. In Italia, per la gestione dei pagamenti Etsy trattiene un 4% al quale aggiunge una tassa fissa di 0,30 centesimi di euro. Inoltre, sulla piattaforma e-commerce paghi anche le etichette di spedizione. Infine, se decidi di sfruttare l’opzione Pattern per creare un sito web tramite Etsy, dopo 30 giorni di trial gratuito dovrai pagare 15 dollari al mese. Considera, però, che le suddette spese includono anche il protocollo SSL che normalmente sarebbe a carico tuo, nel caso decidessi di creare un e-commerce self-hosted.

I consigli per vendere di più su Etsy!

Considerato che buona parte della convenienza a vendere su Etsy non deriva solamente dalla necessità di sopportare costi e tariffe più o meno alte, quanto dalla possibilità di vendere di più (e meglio!). Ma come si fa?

Di seguito abbiamo riassunto alcuni suggerimenti che ti consigliamo di leggere con attenzione!

Crea un prodotto originale

Prima di pubblicare i tuoi articoli nel negozio su Etsy, pensa attentamente ai tuoi prodotti e assicurati che siano realmente originali! La differenza, in un mercato così ricco per Etsy, la fa la possibilità di trovare una nicchia unica e distintiva: insomma, su Etsy essere “unici” è la chiave del tuo successo, e ti consigliamo di non dimenticare mai questa semplice regola!

Il nostro consiglio è quello di inizia con una linea di prodotti omogenea e di nicchia, anche se magari non hai abbastanza varietà per poter riempire un’intera pagina del tuo negozio su Etsy. Evita di disperdere le tue energie, andando magari a pubblicare sulla tua vetrina elettronica di Etsy dei prodotti troppo diversi tra di loro. Limitati invece, soprattutto all’inizio delle tue avventure sul marketplace, a una sola linea di prodotti correlati tra loro, per rendere il tuo negozio più completo.

Evidentemente, oltre a lavorare sull’omogeneità del tuo lavoro, dovrai puntare anche sull’originalità, sia dal punto di vista del marketing che da quello creativo. Se vuoi davvero che il tuo business abbia successo, è davvero importante essere distinguibili dalla massa. Cerca così di offrire un tipo di prodotto molto specifico, evitando di copiare altre soluzioni che puoi trovare sul mercato. Insomma, ragionando per estremi, studia la tua concorrenza e fai il contrario! Cerca di essere originali e credi in quel che fai, al fine di costruire con credibilità la tua community.

Usa foto di alta qualità

Una volta che hai progettato i tuoi prodotti, vorrai mostrarli nella migliore luce possibile. E questo su Internet vuol dire una sola cosa: scattare buone fotografie! Dopo tutto, non vorrai certo che il tuo lavoro vada sprecato con foto poco illuminate e poco chiare, che non siano in grado di mostrare la qualità dei tuoi prodotti?

Su Etsy, dando uno sguardo alla tua concorrenza, ti renderai presto conto che le fotografie di qualità sono una delle chiavi principali del successo. Dato che hai un prodotto originale da vendere, le foto di qualità dovrebbero essere per te un vero e proprio must assoluto, e specialmente la prima della tua gallery, perché è questa, nella maggioranza delle ipotesi, la foto che alla fine farà cliccare qualcuno sul tuo negozio. Le foto sono il modo più efficace che le persone hanno di vedere e giudicare il tuo prodotto online!

Dunque, non disdegnare l’idea di pubblicare foto di qualità, usando tutti i 10 slot che ti sono concessi per ogni annuncio. Prova inoltre ad organizzare i tuoi sfondi con tavolozze di colori e/o luci simili, mantenendo così tutte le foto coerenti e contraddistinte da uno stile unico, e rendendo così il tuo negozio ancora più coeso.

Se possibile, usa la luce naturale, perché questa ti aiuterà a mostrare il vero colore del tuo articolo, oltre a fornire un maggiore calore alle tue foto. Prova a configurare l’area di ripresa fotografica all’esterno o vicino a una finestra. Utilizza infine sempre primi piani, e per le altre foto, delle immagini da diverse distanze: i primi piani possono mostrare la texture del prodotto, mentre uno scatto da più lontano può mostrare le dimensioni dell’oggetto e il suo aspetto nel contesto in cui magari verr utilizzato.

Cura il tuo ritmo di lavoro

Mantieni un buon ritmo di lavoro impostando una routine di gestione del tuo negozio. Questo ti terrà organizzato e ti permetterà di avere un tempo di lavoro concentrato per il marketing, il servizio clienti, la spedizione e la creazione di nuovi articoli.

Non solo: creare una buona e solida routine ti permetterà di trovare un migliore equilibrio tra lavoro e vita privata. In definitiva, ti permetterà di riporre maggiore energia nelle tue creazioni, nella pianificazione degli ordini, nell’attenuare lo stress che, naturalmente, ha il possedere un’attività in proprio. E’ anche un buon metodo per poter gestore il proprio lavoro al meglio

Naturalmente, in questo contesto non esiste una ricetta che possa guidare tutti gli imprenditori verso un contesto di maggiore soddisfazione. Dovrai sforzarti un po’ per poter trovare il giusto equilibrio ma, una volta individuato, noterai una immediata differenza di qualità tra il tuo lavoro prima della routine, e il tuo lavoro dopo la routine quotidiana!

Concentrati sul servizio clienti

Buona parte del tuo tempo di lavoro dovrà essere impiegato per entrare in contatto con i tuoi clienti e per poter rimanere al passo con gli ordini e con le domande che inevitabilmente riceverai, soprattutto se – te lo auguriamo – inizierai ad ottenere buoni risultati.

Le buone recensioni ti aiuteranno a ottenere più ordini, perché gli acquirenti in genere hanno un approccio più favorevole nei confronti dei negozi che hanno molti commenti positivi. Ricorda che essere un buon imprenditore è qualcosa di più che creare dei prodotti bellissimi, perché si tratta anche di creare un’esperienza positiva per il cliente, dall’inizio alla fine, e che in questo ambito il servizio clienti è un must.

Il servizio clienti può essere importante come qualsiasi altro elemento nella tua catena di produzione di valore, ma noi riteniamo in realtà che sia qualcosa di più, in grado di fare una grande differenza. Assicurati dunque di rispondere rapidamente e con efficacia, curando il post-marketing con la stessa dedizione con cui seguiresti i clienti prima dell’effettivo acquisto.

Proteggi il tuo prodotto

Quando il tuo lavoro inizierà a decollare, sentirai tutte le emozioni positive che questa evoluzione può portare con sé. Tuttavia, non dimenticare di essere più pragmatico e, in particolar modo, che dovrai proteggere quanto prima la tua proprietà intellettuale.

Purtroppo, infatti, è molto semplice assistere a una vera e propria “sottrazione” della tua proprietà intellettuale: i tuoi progetti possono essere sottratti da chiunque, in ogni parte del mondo, e il tuo lavoro può essere replicato con più facilità di quanto tu possa pensare.

Dunque, la prima cosa che dovresti fare dopo aver completato un disegno o un’opera d’arte è quella di registrare la tua proprietà intellettuale. Non è un processo costoso e, in più, si tratta di un procedimento piuttosto semplice da avviare e da concludere. La prima volta naturalmente ti richiederà un po’ di impegno, e magari qualche tentativo a vuoto, ma una volta che avrai acquisito l’esperienza necessaria, avrai tra le mani uno strumento fondamentale per intraprendere eventuali azioni legali contro i trasgressori, con conseguente beneficio sul numero di contraffazioni, che non potrà che diminuire notevolmente.

Sfrutta i social media

In termini di marketing, i social media sono uno strumento che devi assolutamente utilizzare in sinergia con Etsy. Instagram, in particolare, è un ottimo modo per costruire una comunità attiva e per poter mostrare i tuoi prodotti ad un pubblico sempre più ampio. In questo modo, decine, centinaia o migliaia di follower potranno essere sempre aggiornati su quel che fai, e su ogni fase del tuo processo creativo, o su quel che avviene “dietro le quinte”.

Approfitta del supporto clienti di Etsy

Una delle cose più interessati dell’utilizzo di una piattaforma consolidata come Etsy è che è in grado di fornire molte risorse ai propri venditori. Sta a te trarne vantaggio e… il nostro suggerimento non può che essere orientato alla necessità di beneficiarne il prima possibile. Non sei sicuri del branding e del marketing? C’è un’intera sezione nel manuale del venditore di Etsy che è pronta ad aiutarti, fornendoti tutti i ragguagli che dovresti conoscere prima di gettarti nella mischia. C’è anche la sezione delle storie di successo, che fornisce consigli e trucchi su come migliorare il tuo negozio e, infine, una ricca comunità online, pronta ad aiutarti. Non avere paura di parlare con altri venditori, perché solamente dal confronto otterrai le migliori opportunità di crescita.

Conclusioni

In questo nostro approfondimento abbiamo lungamente parlato di quanto sia il costo della vendita su Etsy e di quanto sia importante focalizzare la tua attenzione non solamente sulle tariffe che andrai a pagare vendendo su Etsy, quanto anche e soprattutto sul percorso che dovrai seguire per vendere di più, e meglio.

In sintesi, ricorda di rendere unica la tua proposta, perché in un mercato internazionale così concorrenziale come quello di Etsy, il solo modo per poterti distinguere stabilmente e con sostenibilità dalla massa è proprio quello di destinare alla tua clientela attuale e potenziale un prodotto che sia unico nel suo genere.

Ricorda poi di presentarlo con foto di grandissima qualità, che possano permettere alla clientela che è intenzionata ad acquistare il tuo prodotto di poter scorgere ogni dettaglio. Cura i rapporti con la tua clientela nel pre e post-vendita, sfruttando in particolar modo i canali social, e non dimenticare mai che non si finisce di imparare. Dunque, impiega il supporto clienti e interagisci positivamente con la community di Etsy, composta da tanti imprenditori che condivideranno il tuo stato d’animo e le tue ambizioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

CLOSE

 ►►

Fermati!

Scarica

Gratis ora!

UN REGALO PER TE!

 

Compila i campi di seguito e scarica il tuo regalo gratis!

↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓