Errori nella Vendita su Amazon e sui marketplace

Per i nuovi venditori di Amazon è molto facile farsi prendere dall'emozione di poter contattare in pochi istanti 240 milioni di acquirenti. Tuttavia, se è vero che Amazon recluta più di 100.000 nuovi venditori ogni anno sul mercato del web, è anche vero che molti di questi abbandonano il marketplace entro soli sei mesi, e spesso per ragioni evitabili.

Proprio per questo motivo abbiamo voluto riassumere alcuni dei principali errori compiuti dai nuovi venditori, nella speranza che non cadiate in queste buche!

Inserire prezzi e quantità di magazzino errate

Quando create un annuncio su Amazon, le quantità di prezzo e di inventario sono valorizzate quasi immediatamente. Fate grande attenzione con la gestione del magazzino: fin troppi nuovi venditori sono infatti sorpresi di scoprire quanto velocemente le scorte possano esaurirsi, determinando condizioni di oversell, e avviando un doloroso effetto a catena che spesso porta alla sospensione dell'account.

Contemporaneamente, fate attenzione a non giocare con prezzi bassi se non intendete offrire prodotti a quei prezzi! Molti venditori attuano delle promozioni molto aggressive, ponendo prezzi molto bassi… salvo poi rendersi conto che spesso una simile politica giunge a ordini oltre il desiderato in pochissime ore. Pertanto, per ogni nuova inserzione, assicuratevi di applicare un “vero” prezzo e un livello di inventario congruo.

Annunci che non corrispondono ai prodotti

Molti venditori di Amazon, per pigrizia, abbinano le proprie schede prodotto a elenchi di prodotti esistenti, che però potrebbero non essere esattamente coincidenti: un prodotto che è “quasi” dello stesso colore di quello annunciato, o “quasi” dello stesso stile, agli occhi dei clienti sarà comunque diverso. E per Amazon, una simile situazione non sarà niente di buono.

Ricordatevi che siete responsabili nel garantire che il vostro annuncio sia esattamente ciò che state promettendo e vendendo. Se un cliente acquista un articolo per poi trovarlo non corrispondente all’annuncio, è molto probabile che si possa lamentare, e che il vostro account possa essere sospeso.

Rispondere lentamente alle richieste dei clienti

Ogni venditore su Amazon ha 24 ore di tempo per rispondere a ogni richiesta dei clienti, indipendentemente dall'ora del giorno, dal giorno della settimana o dal fatto che un determinato giorno sia festivo. Quando si impiegano più di 24 ore per rispondere, è possibile andare incontro a valutazioni negative da parte del marketplace, sommate le quali non è nemmeno possibile escludere di determinare la sospensione del vostro account.

Errori nell’evasione degli ordini

Se siete nuovi nell'adempiere agli ordini di Amazon, è facile commettere un errore. Ad esempio, se state spedendo in ritardo un ordine, o non fornite informazioni adeguate di tracciamento della spedizione o se annullate l'ordine a causa di scorte non disponibili, rischiate di andare incontro a penalizzazioni di varia natura.

Soprattutto all’inizio, siate certosini e super scrupolosi nell’evadere gli ordini, spedendoli in tempo e inoltrando complete informazioni per il tracciamento. Si tratta di una buona prassi da rispettare anche in seguito, ma che all’inizio, quando non avete molti feedback, è essenziale.

Competere contro Amazon

Se i vostri prodotti competono direttamente con Amazon Retail… non aspettatevi grandi vendite o vendite a livelli redditizi!

Tagged under:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

CLOSE

 ►►

Fermati!

Scarica

Gratis ora!

UN REGALO PER TE!

 

Compila i campi di seguito e scarica il tuo regalo gratis!

↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓