E-commerce, gli errori più diffusi del 2019

Il mercato del commercio elettronico è in costante ascesa da più di un decennio a questa parte e, a quanto pare, non mostra alcun segno di rallentamento. Secondo alcune recenti ricerche, viene stimato che entro la fine del decennio il mercato globale del retail online possa raggiungere e superare il traguardo psicologico dei 5 miliardi di dollari, ovvero un valore complessivo che risulta essere più del doppio rispetto a tre soli anni fa!
Nessuna sorpresa, comunque, da parte degli imprenditori che hanno già avuto modo di entrare in questo mondo e apprezzarne i tanti vantaggi per chiunque.

Uno dei motivi per cui il mercato dell’e-commerce è così incredibilmente vasto è d’altronde che, in fin dei conti, oggi bastano pochi clic da parte di qualsiasi buon intenzionato, con una grande idea commerciale e una solida strategia alle spalle, per lanciare un’azienda online.

Naturalmente, come abbiamo modo di ripetere tante volte su queste pagine, solo perché è possibile per chiunque essere un imprenditore digitale non significa che ogni negozio di e-commerce sia destinato ad avere successo. A conferma di ciò, il fatto che più del 90% delle nuove attività online vengano chiuse dopo soli quattro mesi, con un tasso di celere mortalità che è evidentemente maggiore rispetto a quanto non avvenga con la generalità delle iniziativa imprenditoriali che vengono lanciate non online.
Chiaramente, non tutti i negozi online sono creati allo stesso modo e, purtroppo, molti di loro sono destinati a fallire fin dall’inizio. Solo che gli imprenditori che, pur con ottimismo, li hanno varati, spesso non se ne accorgono (mentre ad accorgersene è un occhio più esperto – di qui la necessità di ricorrere a una buona agenzia online per poter supportare la propria fase di startup!). Questo gap tra quel che si pensa avverrà, e quel che avviene, è spesso dovuto al fatto che i titolari di aziende per la prima volta decidono di creare un business online con poca o nessuna esperienza o strategia.

Il che, in fin dei conti, fa scaturire un’altra conseguenza: chi si lancia in piena autonomia nella gestione di un business online per la prima volta nella sua vita, frequentemente paga lo scotto dell’inesperienza, commettendo tanti errori che, ad un secondo tentativo, probabilmente sarà in grado di arginare.

Ma quali sono?

Noi ne abbiamo selezionato alcuni. Si tratta di sbagli diffusi, che molti imprenditori di e-commerce fanno, e che potrebbero potenzialmente indirizzare il tuo negozio online nella strada per il fallimento. Conosciamoli meglio!

Costruire MALE il tuo sito

Costruire il tuo negozio online è uno dei passi più importanti che dovresti fare con grande attenzione per poter generare creare un profittevole business e-commerce. Nonostante questa verità sia facilmente condivisibile, molti imprenditori sono desiderosi di fare questo passo il più velocemente possibile, dimenticandosi della cautela che bisognerebbe riporre nella realizzazione di tale step.

Sebbene la scelta di un modello pre-compilato e predefinito di un sito web potrebbe rappresentare per te una grande tentazione, il rischio è che tu finisca con l’infilarti in una piattaforma generica che potrà offrirti pochi vantaggi e qualche grattacapo. Ad esempio, se desideri vendere prodotti su un sito WordPress, difficilmente troverai un modello predefinito che possa soddisfare al 100% ogni tuo bisogno. Ben che vada, dovrai pur sempre percorrere alcuni passaggi chiave e diverse integrazioni, che si riveleranno necessarie per regolare il tuo sito in maniera opportunamente declinata.

Secondo un rapporto di Big Commerce, ad esempio, le funzionalità e la complessiva user experience del tuo sito e-commerce ha un ruolo fondamentale, tanto da pesare in modo decisivo sulla decisione del consumatore di fare o meno un acquisto. Dunque, il suggerimento che vogliamo darti in questa sede è chiederti quale tipologia di caratteristiche saranno necessarie per rendere più facile per i tuoi clienti trovare i prodotti nel tuo e-commerce, e in che modo puoi rendere il loro processo di acquisto il più semplice possibile.
Un altro grande errore che spesso fanno gli imprenditori di e-commerce è quello di dare priorità all’aspetto piuttosto che alla funzionalità. Intendiamoci: il design del tuo sito è certamente un elemento molto importante per creare una buona impressione iniziale, ma ricorda pur sempre che la user experience è molto più influente nel lungo periodo. Nel momento in cui progetti il tuo negozio online, dovrai prendere tutto il tempo necessario per considerare come tutti i diversi elementi che lo strutturano potranno operare insieme per creare una UX positiva.
Per darti un punto di partenza dal quale avviare i tuoi ragionamenti, rammenta che il tuo sito dovrebbe essere mettere a disposizione tutti i collegamenti interni necessari per una facile navigazione e dovrebbe anche includere tutte le caratteristiche che contano di più per i tuoi clienti, come le opzioni di ricerca e i filtri, le FAQ e le informazioni di contatto per l’assistenza.

Assicurati che tutti questi elementi siano incorporati correttamente: sicuramente ti richiederà più tempo rispetto al lancio di un modello predeterminato e scarsamente personalizzato, ma ti garantiamo che ne varrà la pena!

Fornire troppi dettagli, o dettagli troppo scarni

Molti imprenditori alle prime armi commettono l’errore (grave!) di fornire troppe informazioni sui loro servizi o sui loro prodotti. Altri invece commettono l’errore opposto, ovvero fornire troppe poche informazioni. In entrambi i casi, i tuoi clienti saranno confusi e, probabilmente, non porteranno a compimento il loro acquisto.

Per esempio, alcuni hanno la cattiva abitudine di condire la propria descrizione dei prodotti con centinaia di parole chiave, come se la pagina del dettaglio di prodotto fosse una sorta di maxi descrizione a beneficio delle sole keyword. In realtà, anche se un simile atteggiamento potrebbe aiutarti a migliorare la visibilità del prodotto, alla fine può lasciare i clienti piuttosto confusi su ciò che il prodotto è effettivamente in grado di fare!
Insomma, entrare in troppi dettagli, con paragrafi di testo troppo pesanti e con descrizioni di prodotto troppo tecniche ed eccessivamente specifiche, potrebbe spegnere l’entusiasmo delle persone che intendono acquistare il tuo prodotto e che magari non si sono mai posti gli interrogativi che stai cercando di soddisfare nella descrizione.

Naturalmente, è anche vero che è altrettanto gravoso l’errore opposto. Fornire informazioni troppo vaghe lascia infatti i clienti basiti, poiché alla fine della lettura della pagina di descrizione del tuo prodotto o del tuo servizio, si domanderanno che cosa abbia effettivamente da offrire la merce.

Insomma, quando si tratta di costruire la fiducia con i consumatori e convincere i tuoi clienti a convertire il proprio atteggiamento in quello di shopping, l’accessibilità sarà sempre il fattore più importante.
In altri termini, le parole chiave sono importanti, ma lo sono anche la chiarezza e la concisione. Assicurati pertanto che le tue descrizioni siano veramente descrittive, e cerca invece di mettere da parte i dettagli più approfonditi per le pagine delle FAQ o per contenuti più lunghi. E ricorda – un’immagine vale più di mille parole, specialmente per i negozi online. Dunque, valuta la possibilità di aggiungere immagini di dettaglio, infografiche e altri contenuti multimediali che ti aiuteranno a fornire ai tuoi clienti le informazioni di cui hanno bisogno, nel modo più efficace.

Non individuare bene il tuo target

Molti nuovi proprietari di negozi di e-commerce stabiliscono dei target di pubblico troppo ampi nella speranza che la loro strategia, così determinata, sia poi in grado di catturare più potenziali clienti. Tuttavia, questo non è affatto vero: nella vendita online la concorrenza è talmente agguerrita che ci sarà senza dubbio un altro marchio che può battere il tuo in base al prezzo, al valore o alla popolarità.

Ma allora che cosa puoi fare? È abbastanza semplice: è molto meglio puntare su un segmento di nicchia per la tua potenziale clientela, al fine di offrire lei qualcosa di totalmente unico. In questo caso, la tua priorità dovrà essere quella di puntare sulla specificità e sulla rilevanza per il tuo target.

In altre parole ancora, se il tuo prodotto non è semplicemente così rilevante per il tuo pubblico o i tuoi sforzi di marketing non sono attentamente mirati verso una nicchia pre-individuata, allora sprecherai un sacco di tempo, di denaro e di energie cercando di convertire dei clienti che non hanno alcun interesse nel tuo business.

Il nostro suggerimento è pertanto quello di assicurarti di fare approfondite ricerche sul tuo pubblico di riferimento, con uno studio sufficientemente approfondito, prima di lanciare online il tuo sito di commercio elettronico.

Così facendo, dovrai avere cura di comprendere se vi sia effettivamente un profondo bisogno per il tuo prodotto da parte della nicchia, soprattutto se la nicchia è molto ristretta. Questa fase di analisi è tutt’altro che semplice (ne siamo perfettamente consapevoli!) e per questo motivo ti suggeriamo di:

  • non avere alcuna fretta nel produrla, poiché spesso è questa fase che ti permetterà di distinguere un progetto di successo da un progetto fallimentare;
  • se hai difficoltà – probabilmente sarà così – non avere alcun tentennamento nel domandare un parere qualificato a una specifica agency.

Sottovalutare il content marketing

In genere, nelle prime fasi di gestione di un negozio di commercio elettronico, molti imprenditori principianti sono talmente ansiosi di mettere in moto le cose il più presto possibile da sottovalutare di valutare alcuni tasselli assolutamente non superflui, come il content marketing.

Il content marketing tende infatti (purtroppo!) ad essere visto come una strategia di marketing che richiede troppo tempo per poter essere portata avanti, per cui molti negozi di commercio elettronico fanno il gravissimo errore di saltare completamente la sua predisposizione. Tuttavia, il content marketing è davvero una delle tattiche più importanti e influenti che ci sia, e tu non dovresti far altro che comprendere come inserirla all’interno della tua strategia.

Di fatti, secondo numerose ricerche in materia, il content marketing produce fino a sei volte più lead e conversioni rispetto agli annunci PPC, social media marketing, e la maggior parte degli altri metodi pubblicitari!

In tale ambito, uno dei migliori approcci è quello di prendersi il giusto tempo per progettare e creare alcuni contenuti piuttosto solidi che ti aiuteranno a sostenere il tuo progetto e aumentare il valore SEO. Questo significa includere post del blog, descrizioni dei prodotti e contenuti on-page progettati per influenzare le decisioni dei consumatori e scalare le classifiche dei motori di ricerca. Ogni contenuto dovrà essere consapevole e coerente, inquadrato all’interno di un piano editoriale congruo.

Come sempre abbiamo modo di sottolineare in queste pagine, così come è errato non avere alcun piano di content marketing, così è errato portarlo avanti senza avere la giusta consapevolezza e la giusta competenza. Se dunque ritieni di non essere in grado di poter realizzare questo genere di attività, non avere alcuna esitazione nel ricorrere alla consulenza strategica e operativa di una buona agency di content marketing!

Conclusioni

A questo punto, non possiamo che cercare di formulare qualche valutazione conclusiva che, speriamo, possa darti una mano nell’evitare tutti i principali errori delle nuove iniziative imprenditoriali online.

Siamo ben consapevoli che sia un mondo molto difficile per gli imprenditori online. La concorrenza è d’altronde molto dura, e il mercato si sta saturando. Questo significa che, al fine di garantire che il tuo brand possa effettivamente distinguersi dai concorrenti e possa migliorare la sua efficacia nel convertire, è necessario impegnarsi maggiormente ed evitare questi comuni errori, purtroppo fatali.

Come dovresti aver compreso dando uno sguardo a quanto sopra, il fattore comune di ciascuno dei paragrafi è, in fondo, quello di prendersi tutto il tempo necessario per assicurarsi che tutto sia impostato per il successo e per il profitto, piuttosto che cercare di capire come vanno le cose… lungo la strada.

Non affrettarti dunque a lanciare il tuo negozio online fino a quando non sarai pienamente sicuro che il tuo sito web di commercio elettronico sia correttamente configurato e ottimizzato. Prenditi il giusto tempo per identificare il tuo target di riferimento e concentrati sulla creazione di contenuti che avranno una forte influenza sui clienti nuovi, attuali e potenziali.

Speriamo che quanto sopra possa esserti utile per poter compiere con maggiore decisione i tuoi primi passi in questo mondo. Per qualsiasi informazione, ti invitiamo a contattarci per una prima condivisione, o parlarne con la nostra community utilizzando lo spazio dei commenti che trovi qui sotto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

CLOSE

 ►►

Fermati!

Scarica

Gratis ora!

UN REGALO PER TE!

 

Compila i campi di seguito e scarica il tuo regalo gratis!

↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓