Cos’è Amazon ACoS?

By Amazon Leave a comment

Anche se l’acronimo potrebbe spaventare, in realtà quando parliamo di Amazon ACoS parliamo semplicemente della metrica Advertising Cost of Sale, ovvero di un parametro fondamentale per misurare le prestazioni di una campagna PPC Amazon.

Se non hai molta esperienza nel mondo delle promozioni e della pubblicità su Amazon, ti consigliamo di leggere i paragrafi che seguono. Pur senza pretese di esaustività, in questa guida troverai buona parte di ciò che ti serve sapere su questa metrica. Vedrai dunque che cos'è l'ACoS, come calcolarlo, quali sono le metriche che influenzano l'ACoS e come migliorare l'ACoS su Amazon.

Cos'è Amazon ACoS e come si calcola

Amazon ACoS (che, ribadiamo, altro non è che l’acronimo di Advertising Cost of Sale) è un indicatore che misura l'efficienza della tua campagna pubblicitaria su Amazon.

Ad ogni modo, calcolarlo è molto più semplice che definirlo. Si tratta infatti semplicemente del rapporto tra la spesa pubblicitaria e le entrate pubblicitarie, espresso in percentuale.

È dunque possibile calcolare l'ACoS utilizzando questa formula:

ACoS = Spesa pubblicitaria ÷ Ricavi pubblicitari * 100

In breve, ACoS ti mostra quanto di ogni euro guadagnato con la pubblicità su Amazon è stato speso per la campagna pubblicitaria.

Ad esempio, se una campagna pubblicitaria ha prodotto 300 euro di vendite pubblicitarie,  se gli annunci durante questa campagna sono costati 100 euro, allora l’indicatore si calcolerà in questo modo:

ACoS = 100 / 300 * 100 = 33% (circa). Vale a dire che per ogni euro guadagnato sono stati spesi 33 centesimi di euro.

Ma è molto o è poco?

Difficile dirlo, in questi termini. Un piccolo suggerimento che però possiamo darti già in questo frangente di esordio nel nostro approfondimento su ACoS è quello di cercare di porre questo dato in relazione con quanto fanno i tuoi concorrenti.

Ovvero, se stai già utilizzando gli annunci di Amazon PPC, confronta i tuoi KPI pubblicitari con quelli del tuo concorrente più diretto (o alcuni dei tuoi concorrenti più diretti) facendo un benchmarking del tuo account.

In questo modo potrai renderti conto se le tue prestazioni sono in linea con quelle del tuo settore, o se invece dovrai mettere in atto alcuni interventi per poterti consentire migliori risultati, in linea con le attese della media dei concorrenti.

Amazon ACoS o Amazon ROAS

Dalle righe di cui sopra dovresti esserti reso conto, e aver ben compreso, che Amazon ACoS è un indicatore che ti permette di comprendere quanto si spende in pubblicità per guadagnare un euro dalle vendite attribuite.

Ma allora sono le stesse informazioni che puoi ottenere con un altro indicatore piuttosto noto, il ROAS (Return on Ad Spend)? Si o… quasi, il ROAS ti dice infatti quanto guadagni per ogni euro speso in pubblicità. Dunque, sebbene alla fine il patrimonio informativo che questi due parametri sono in grado di darti è piuttosto simile, in realtà ROAS è l'inverso di ACoS.

Cerca pertanto di usare l’indicatore che ritieni essere preferibile per le tue finalità, ben sapendo che entrambi indicano l'efficienza delle tue campagne PPC.

Quando un ACoS è soddisfacente?

Nelle scorse righe abbiamo già avuto modo di commentare che per poter comprendere se un ACoS sia o meno soddisfacente, il modo migliore è quello  di dare uno sguardo a quanto stanno facendo i tuoi concorrenti.

Tuttavia, si può anche ampliare il tema, e affermare che a seconda della concorrenza, dei prezzi dei prodotti e di molti altri fattori, l’indicatore ACoS può variare molto.

Per orientarsi, sellics.com qualche tempo fa aveva pubblicato i valori ACoS medi delle diverse categorie su Amazon.

Si scopre in questo modo che il settore che ha l’ACoS più basso è quello dello sport e degli accessori per il tempo  libero (8,04%), davanti al settore dei computer e dell’elettronica di consumo (11,15%) a quello degli orologi e dei gioielli (11,54%) e a quello dell’hardware per la casa (12,71%).

Di contro, il settore con l’ACoS più elevato è quello dei prodotti per gli animali domestici (41,56%),  dei beni di consumo e degli alimentari (33,52%).

Dunque, una prima verifica che potresti fare è quella di osservare quale sia il tuo ACoS e, di conseguenza, cercare di capire se sia o meno in linea con il settore.

Insomma, alla domanda “il mio ACoS è buono o no?”, non è possibile contrapporre una risposta troppo semplice. Nella maggior parte dei casi tutto dipende dalla redditività, ovvero se la tua campagna sia abbastanza redditizia con un certo ACoS – o no? Tuttavia, l'ACoS da solo non dice nulla sulla redditività! Ed ecco perché è necessario ampliare il panorama della nostra osservazione, e strutturare un percorso più coerente per poter arrivare agli obiettivi che ci siamo proposti.

Nelle prossime righe vedremo in che modo calcolare il margine di profitto del tuo prodotto, determinare il tuo break-even Amazon ACoS e, infine, trovare un target per ACoS.

Come calcolare il margine sul prodotto

Il primo step che devi fare è calcolare il margine sul prodotto.

Il tuo prezzo finale di vendita del bene su Amazon dovrebbe infatti essere calcolato come sommatoria tra:

  • costi del prodotto, ovvero quelli di produzione del bene che vuoi vendere su Amazon;
  • costi di spedizione (cioè, per portare il prodotto dal venditore al cliente) e altri costi,
  • commissioni di Amazon (FBA, ecc.),
  • margine di profitto.

Dunque, per determinare il tuo margine di profitto dovrai sottrarre tutti questi costi (per unità) dal prezzo del prodotto.

Facciamo un esempio.

Immaginiamo che tu stia vendendo un prodotto per 200 euro. Tutti i tuoi costi ammontano a 150 euro per prodotto, e quindi alla fine il tuo margine sarà di 50 uro. O, se preferisci, avrai un margine di profitto di 50 / 200 * 100 = 25%.

Cos'è il Break-Even ACoS su Amazon?

Il secondo step è legato al Break-Even ACoS su Amazon, che rappresenta il punto di svolta tra il profitto e la perdita di una campagna promozionale.

Tieni in considerazione che il tuo break even Amazon ACoS corrisponde al tuo margine di profitto, perché – in parole povere – continuerai a guadagnare finché non spenderai più del tuo margine di profitto in pubblicità!

Dunque, il break-even ACoS è un punto di riferimento che ti consente di vedere immediatamente se le tue campagne stanno generando un profitto o una perdita, e di prendere decisioni ben informate di conseguenza.

Nel nostro esempio il margine di profitto – e il break-even ACoS – è del 25%. Finché non spendi più del 25% in pubblicità, non perderai soldi. O, in altre parole, non dovresti superare un ACoS del 25% per rimanere redditizio su Amazon.

In tale ottica di valutazione, il punto di pareggio dell'ACoS si basa su un margine di profitto specifico per il prodotto. Se dunque hai prodotti con margini di profitto molto divergenti – e si raggiunge il pareggio di Amazon ACoS – in un gruppo di annunci, può essere difficile capire se la tua campagna sia effettivamente redditizia o meno! Ecco perché è consigliabile sempre utilizzare un solo prodotto per gruppo di annunci o di raggruppare solo prodotti con margini simili.

Qual è il mio target di Amazon ACoS?

In molti casi non si vuole solo raggiungere il pareggio con la propria campagna, ma anche mantenere un certo margine di profitto. Dunque stabilire un target di ACoS ti permetterà anche di stabilire l'ACoS in cui si raggiunge il margine di profitto target.

Calcolare l'ACoS target su Amazon non è difficile, perché sarà conteggiabile in questo modo:

Target ACoS = Margine di profitto (prima della pubblicità) – Target Margine di profitto (dopo la pubblicità)

Il Target ACoS è pertanto un benchmark che permette di vedere immediatamente se le tue campagne stanno raggiungendo il tuo margine di profitto target o meno.

Anche in questo caso, giova fare un piccolo e rapido esempio.

In questo caso, il tuo margine di profitto (e il break-even ACoS) è del 25%, come nelle casistiche sopra riportate. Se vuoi mantenere un margine di profitto del 10% dopo la pubblicità, puoi dunque spendere al massimo solo il 25% – 10% = 15% delle tue entrate in pubblicità – cioè il tuo target ACoS è il 15%! Se il tuo Amazon ACoS è superiore al 15%, perderai il tuo margine di profitto.

Come scegliere l’Amazon ACoS che ti conviene di più

Ci sono diversi obiettivi che puoi perseguire con le tue campagne PPC. E, a seconda dei tuoi obiettivi, puoi concentrarti su ACoS in pareggio o su ACoS mirati verso specifici target superiori (per quanto intuibile, non è evidentemente utile avere un ACoS che determini una perdita, tranne in qualche sporadico caso che non approfondimento in questo focus).

Il primo obiettivo che possiamo concordare è quello della massimizzazione delle vendite. Questo obiettivo ha evidentemente senso, ad esempio, se stai lanciando un nuovo prodotto per ottenere recensioni il più rapidamente possibile. In questo caso ci si può concentrare sul raggiungimento del maggior numero possibile di vendite in pareggio, cioè sul raggiungimento del break-even ACoS.

Un secondo obiettivo è quello della massimizzazione delle impression. Massimizzare le impressioni è utile se si vuole aumentare la consapevolezza del proprio brand. In questo caso ci si potrebbe concentrare sull'ottenere il maggior numero possibile di impressioni in pareggio, cioè raggiungere il break-even ACoS su Amazon.

Infine, c’è un terzo obiettivo che è quello dell’ottenimento di un profitto. Questo dovrebbe naturalmente essere l'obiettivo a lungo termine preferito per i prodotti consolidati. Per raggiungere un certo margine di profitto, dovresti concentrarti sul raggiungimento del tuo corrispondente Target di Amazon ACoS.

Ora, prima ancora di andare avanti, tieni a mente alcuni concetti fondamentali che ti permetteranno di proseguire oltre.

In primo luogo, il Break-Even Amazon ACoS è il tuo Margine di profitto. Abbiamo compreso che il break-even ACoS è un punto di riferimento che permette di vedere immediatamente se le tue campagne stanno facendo un profitto o stanno generando una perdita. Considera la possibilità  di concentrarti sul break-even ACoS, se il tuo obiettivo è quello di massimizzare le vendite o le impression su Amazon.

In secondo luogo, rammenta che il Target ACoS è il tuo Margine di profitto (prima della pubblicità) – Target Margine di profitto (dopo la pubblicità). Il Target ACoS è infatti un benchmark che permette di vedere immediatamente se si sta raggiungendo l'obiettivo di conseguire il proprio margine di profitto target.

Se stai leggendo questo articolo probabilmente ti sarà utile il nostro corso gratuito .

Come abbassare l’ACoS su Amazon?

Fino ad ora abbiamo brevemente riassunto che cosa significa ACoS e come definire un buon ACoS in termini di break-even e di target.

A questo punto,  chiarito quanto sopra, probabilmente ti starai domandando come poter migliorare il tuo ACoS e rendere la tua campagna promozionale sempre più profittevole.

Per poter arrivare a formulare una risposta, procederemo con due step consequenziali. Il primo è cercare di comprendere quali siano le metriche che influenzano gli ACoS su Amazon? il secondo è come ottimizzare l'ACoS utilizzando queste metriche.

Prima di procedere, però, è certamente utile compiere un chiarimento su un tema specifico, che ti eviterà di andare incontro a qualsiasi tipo di pregiudizio.

Ovvero: un ACoS basso è sempre cosa buona?

A seconda della categoria, del periodo dell'anno e dei prodotti, un Amazon ACoS in crescita non è necessariamente un male!

Ad esempio, sopra abbiamo accennato che se il tuo obiettivo pubblicitario è quello di massimizzare il tuo raggio d'azione facendo crescere il maggior numero possibile di impression o massimizzando le vendite per il lancio di un prodotto, allora l'efficienza o la redditività potrebbe non essere la priorità.

C'è poi una sorta di compromesso generale tra ACoS e vendite / impressioni. In molti casi, con un'offerta e un costo per click (CPC) più bassi il tuo Amazon ACoS e il profitto per unità venduta tenderanno ad essere più bassi, perché il tuo costo per unità venduta è inferiore. Tuttavia, un'offerta bassa porta anche a meno impression e quindi meno click e meno vendite!

Nel complesso, dunque, quando ottimizzerai l'ACoS dei tuoi annunci di Amazon, dovresti pensare sia all'efficienza / redditività che al volume delle vendite / impression.

Quali sono le metriche che influenzano gli ACoS su Amazon

Cominciamo a dare un'occhiata alle metriche più importanti di Amazon PPC. La prima è evidentemente il bid: se la tua offerta vince l'asta pubblicitaria, il tuo prodotto apparirà nella posizione n. 1 dei risultati. Se la tua offerta è stata inferiore, il tuo annuncio potrebbero comunque ancora ricevere uno dei tanti altri inserimenti pubblicitari in Amazon.

Altre metriche che potrebbero impattare sono:

  • impression: più persone vedono il tuo annuncio, maggiori sono le possibilità che qualcuno compri il tuo prodotto;
  • clic: gli acquirenti di Amazon cliccano sul tuo annuncio se lo ritengono rilevante per la loro ricerca;
  • CTR (Click-Through-Rate): misura quanto è interessante / rilevante il tuo annuncio;
  • CPC (Costo per clic): è il vero prezzo dell'asta. Il CPC sarà sempre inferiore all'offerta effettiva;
  • ordine: lo shopper può acquistare il tuo prodotto dopo aver cliccato sul tuo annuncio;
  • CVR (tasso di conversione): misura il potere di persuasione della tua offerta e del prodotto (pagina);
  • Ad Spend: è la spesa della pubblicità, calcolata come click x costo per click, utile per capire l'investimento totale dell'annuncio;
  • Ad Revenue: calcolate come ordini x prezzo medio di vendita, utile per capire le vendite favorite dagli annunci.

Ora, per poter comprendere ancora più direttamente quali sino le metriche che influenzano ACoS, diamo un'altra occhiata alla formula ACoS e come può essere suddivisa nei diversi fattori.

Nella sua forma più semplice, Amazon ACoS sale quando la spesa pubblicitaria cresce più velocemente dei ricavi pubblicitari o scende quando i ricavi pubblicitari crescono più velocemente della spesa pubblicitaria. Questo perché:

ACoS = Ad Spend / Ad Revenue

A sua volta, la metrica Ad Spend è determinata dal numero di clic e dal costo per clic (CPC). Ad Revenue, ovvero i ricavi pubblicitari, sono determinati dal numero di ordini e dai ricavi per ordine (ASP, Prezzo medio di vendita). Quindi:

ACoS = [Click x CPC] / [Ordini x ASP]

Possiamo però scendere ancora più in profondità ed estendere ulteriormente questa formula per rivelare altre due metriche chiave PPC che influenzano Amazon ACoS, ovvero CTR (Click-Through-Rate) e CVR (Conversion Rate).

I clic sono il risultato di quanto spesso gli acquirenti vedono un annuncio (Impression) e di quanto spesso cliccano su di esso quando lo fanno (click rate, CTR). Gli ordini sono il risultato del numero di click e della frequenza con cui uno di questi click porta ad una vendita (tasso di conversione, CVR). La formula diventa quindi ancora più complessa, ma solo in apparenza:

ACoS = [(Impression x CTR) x CPC] / [(Click x CVR) x ASP]

Quindi, alla fine, Amazon ACoS (costo di vendita) dipende da una serie di metriche che dipendono a loro volta l'una dall'altra. L'approccio più efficace e attuabile per l'ottimizzazione di ACoS è quello di semplificare un po’ il discorso e concentrarsi solo sulle seguenti tre metriche:

  • Tasso di click (CTR),
  • Costo per click (CPC),
  • Tasso di conversione (CVR).

Come ottimizzare Amazon ACoS

Iniziamo richiamando alla mente la prima delle tre metriche chiave di cui sopra, il CTR, che indica quanto sia rilevante o interessante il tuo annuncio o prodotto per una specifica ricerca (rispetto agli altri prodotti che appaiono nella pagina dei risultati della ricerca).

Ma come influisce un cambiamento del CTR su Amazon ACoS?

Se il tuo CTR cambia, ma il tuo tasso di conversione rimane lo stesso, anche il tuo ACoS non cambierà. Questo perché la modifica del CTR influisce sia sulla spesa pubblicitaria che sulle entrate (tramite clic) con la stessa proporzione. Aumentare il CTR è una buona cosa se il tuo ACoS attuale su Amazon è inferiore al tuo ACoS nel caso break-even point, poiché aumenterà il tuo volume complessivo in termini di vendite e di profitto.

Tuttavia, un cambiamento nel CTR può avere un impatto sul tuo ACoS se provoca un cambiamento nel CVR. Se aumenti il tuo CTR attirando un maggior numero di click che hanno meno probabilità di convertirsi, il tuo CVR complessivo diminuirà. Di conseguenza, la tua spesa pubblicitaria aumenterà ad un tasso più elevato rispetto alle tue entrate, e quindi anche l’ACoS aumenterà.

In conclusione: se non vuoi danneggiare l'ACoS dei tuoi annunci su Amazon, dovresti aumentare il tuo CTR solo con un traffico qualificato!

Quindi, per ottimizzare il CTR, procedi con il migliorare la pagina del prodotto (immagine, contenuti, ecc.), cura i contenuti delle schede, gestisci correttamente le tue parole chiave.

La seconda metrica che abbiamo definito essere una chiave vincente per il miglioramento dell’ACoS è rappresentata dal Costo per click (CPC). Un costo per click (CPC) più basso significa tipicamente un ACoS più basso su Amazon (ma anche minori impressioni / click / volume di vendite). Tuttavia, questo non è sempre il caso!

Ricorda che il CPC ottimale per i tuoi obiettivi non sempre significa il costo più basso, e che il dato CPC non è equivalente all’offerta. L’offerta è infatti l'importo massimo che gli inserzionisti sono disposti a pagare all'asta. In un'asta in tempo reale, il secondo prezzo determina il prezzo finale. In altre parole, il vincitore dell'asta paga la seconda offerta più 0,01 euro.

Chiarito ciò, a questo punto dobbiamo cercare di capire che cosa influenza questo dato. In sintesi, per ottimizzare il CPC monitora continuamento le parole chiave e le offerte target in base alle prestazioni di Amazon ACoS (cioè aumenta / diminuisci la tua offerta se sei sotto / sopra il tuo ACoS target).

Infine, giungiamo ad affrontare pur brevemente la terza metrica di riferimento, il tasso di conversione (CVR). Per dirla in modo semplice, se CVR sale, Amazon ACoS scende, e viceversa, perché tra i due elementi esiste una relazione inversa.

Il CVR è calcolato come ordini per click ed è più dipendente dai dettagli della pagina di prodotto, rispetto a qualsiasi altra metrica. Cliccando sull'annuncio, gli acquirenti confermano che il tuo messaggio è rilevante per la loro ricerca. Dopo di che, la tua scheda prodotto deve convincere lo shopper ad acquistare la merce. Il tuo obiettivo dovrebbe essere sempre quello di far crescere il CVR.

Per migliorare il CVR puoi dunque innanzitutto intervenire ottimizzando la pagina del tuo prodotto (immagini, contenuti, ecc.), e aumentare le offerte sulle parole chiave con CVR alto per continuare a influenzare positivamente la complessiva campagna promozionale. Puoi contestualmente anche ridurre le offerte sulle parole chiave a basso CVR per indirizzare i fondi verso altre parole chiave che potrebbero avere una migliore performance.

Valuta inoltre di sfruttare le offerte dinamiche, che consentono ad Amazon di ridurre le tue offerte fino allo 0% (in base alla probabilità di conversione) per aumentare l'efficienza dei costi della tua campagna. Utilizzando questa strategia, Amazon valuterà se uno shopper che ha appena effettuato una ricerca sia o meno in grado di convertire e modificare la tua offerta in tempo reale in base alla valutazione.

Gli aggiustamenti di posizionamento permettono ad Amazon di modificare la tua offerta in tempo reale in base a dove l'annuncio apparirà sul proprio marketplace. Se dai rapporti di posizionamento si apprende che il posizionamento “Top of Search” o la pagina del prodotto tende a garantire un CVR significativamente più alto, allora è possibile utilizzare gli aggiustamenti di posizionamento per indicare che si è disposti ad aumentare la propria offerta di una percentuale (fino al 900%) per essere piazzati su queste posizioni. Potrebbe evidentemente essere necessario ricalcolare l'offerta giusta per le tue campagne per tenere conto di ciò.

Conclusioni: un breve riassunto per chi ha poco tempo!

In fin dei conti, le metriche della campagna PPC non sono altro che una serie di equazioni matematiche integrate tra di loro. Mentre analizzi cosa ha causato l'aumento del tuo ACoS su Amazon, prova a valutare ogni metrica PPC, una ad una, e valuta quali siano stati gli improvvisi cambiamenti in tale frangente. Conducendo un'analisi delle cause alla radice delle tue campagne PPC, potrai anche concentrarti meglio  e in misura più efficiente su ciò che guida le tue tendenze e determinare la tua migliore linea d'azione per raggiungere i tuoi obiettivi ACoS. Distribuisci dunque il tuo budget pubblicitario con fiducia e massimizza il tuo profitto!

Detto ciò, di seguito abbiamo voluto riassumere in 10 rapidi punti tutto ciò che devi “portare a casa” di questa guida. Una breve sintesi conclusiva per chi ha poco tempo, ma non vuole comunque riservarsi la possibilità di saperne di più su questo importante argomento!

Cos’è Amazon ACoS. È un parametro fondamentale per misurare le prestazioni della tua campagna PPC di Amazon. Acronimo di Advertising Cost of Sale, misura l’efficienza della campagna promozionale sul marketpalce di Jeff Bezos.

Come si calcola Amazon ACoS in breve. In termini molto semplici e diretti, ACoS è il rapporto tra la spesa pubblicitaria e le entrate pubblicitarie, espresso in termini percentuali. Dunque, ACoS condivide quanto di ogni euro guadagnato con la pubblicità su Amazon sia stato speso per la campagna pubblicitaria.

Amazon ACoS è la stessa cosa di ROAS? Quasi, perché il ROAS ti dice quanto guadagni per ogni euro speso in pubblicità. Ovvero, è una sorta di valutazione “inversa” rispetto all’ACoS. In ogni caso, sebbene alla conclusione le informazioni che questi due parametri sono in grado di darti è piuttosto simile, ROAS è calcolato al “contrario” rispetto ad ACoS.

Come rendersi conto se il proprio ACoS sia “buono”? Un primo modo per poter comprendere se il proprio ACoS sia o meno soddisfacente è quello di confrontare il proprio dato con quello dei propri concorrenti e della media del proprio settore.

Quale dovrebbe essere il tuo percorso per trovare il giusto ACoS? Il percorso per poter individuare il giusto ACoS deve prevedere il calcolo del margine di profitto del tuo prodotto, la determinazione del tuo break-even Amazon ACoS e, infine, l’individuazione di un target per ACoS.

Come si calcola il margine sul profitto. Il punto di partenza di questo percorso è il calcolo del margine sul profitto, partendo dal prezzo finale di vendita del bene su Amazon, e sottraendo costi del prodotto (quelli di produzione del bene che vuoi vendere su Amazon), costi di spedizione (per portare il prodotto dal venditore al cliente) e altri costi, oltre alle commissioni di Amazon.

Cos'è il Break-Even ACoS su Amazon. Rappresenta il punto di svolta tra una condizione di profitto e una condizione di perdita di una campagna promozionale. Considera che il tuo break even Amazon ACoS sarà pari al tuo margine di profitto, perché continuerai a guadagnare finché non spenderai più del tuo margine di profitto in pubblicità.

Quale deve essere il tuo obiettivo ACoS? Puoi scegliere diversi obiettivi per il tuo ACoS. Il primo può essere quello della massimizzazione delle vendite, ideale se stai lanciando un nuovo prodotto e vuoi ottenere recensioni il più rapidamente possibile. Puoi anche scegliere l’obiettivo della massimizzazione delle impression, se si vuole aumentare la consapevolezza del proprio brand. Oppure del conseguimento di un profitto, che dovrebbe naturalmente essere l'obiettivo a lungo termine preferito per i prodotti consolidati sul mercato.

Devi puntare per forza a u ACoS basso? Non necessariamente. A seconda della categoria, del periodo dell'anno e dei prodotti, un Amazon ACoS in crescita non è necessariamente un male. Pensa, per esempio, al caso in cui il tuo obiettivo pubblicitario sia quello di massimizzare il tuo raggio d'azione facendo crescere il maggior numero possibile di impression o massimizzando le vendite per il lancio di un prodotto. In questo scenario, come abbiamo rammentato, l'efficienza o la redditività potrebbe non essere la priorità!

Su cosa devi intervenire per massimizzare l’ACoS. Come abbiamo già avuto modo di sottolineare, sono numerose le metriche che potrebbero impattare sull’ACoS. Tuttavia, se vuoi iniziare da quelle più importanti, non possiamo che citare CTR, CPC e CVR, ovvero i tassi di click, il costo per click e il tasso di conversione. Inizia a lavorare queste metriche, e ti renderai conto che poi il resto verrà da sé, e che l’ACoS potrà essere più facilmente traghettato verso i target che ti sei posto nella tua strategia di azione.

Se vuoi esprimere il tuo parere su questo tema, ti ricordiamo che puoi farlo lasciando un commento qui sotto, o contattando il nostro staff ai consueti recapiti che trovi su questo sito!

Leave a Reply

Your email address will not be published.