Comprare prodotti e rivenderli su Amazon: Online Arbitrage

L'arbitraggio online, o online arbitrage, segue il tradizionale approccio imprenditoriale di… acquisto a “prezzo inferiore e vendita a prezzo superiore”. In altri termini, per dirla in maniera più opportuna, l'arbitraggio online sfrutta le differenze di prezzo per lo stesso prodotto. E, in questo ambito, Amazon può ben essere una piattaforma utile per poter realizzare questa strategia.

Ad ogni modo, mentre la vendita di oggetti usati per realizzare profitti online è una pratica comune da diverso tempo, e viene effettuata senza particolari conoscenze, l'arbitraggio online è invece un modo relativamente nuovo di vendere: significa infatti acquistare prodotti a un prezzo più conveniente da qualsiasi mercato online – preferibilmente locale . o siti web all'ingrosso, e venderli a scopo di lucro su siti web come il già rammentato Amazon, oppure eBay o altro, ad un prezzo molto più alto.

L'arbitraggio online è praticato da un certo numero di persone in tutto il mondo e, in buona parte dei casi, ha anche portato alla formazione di alcune storie di successo davvero notevoli.

Tuttavia, non tutti sanno come funziona correttamente, e non tutti sanno in che modo aver successo con l’arbitraggio online. Colpa – se così si può dire – della sua gioventù: mentre l'arbitraggio al dettaglio è stato molto popolare tra i venditori fino ad oggi, l'arbitraggio online sta gradualmente prendendo il sopravvento solo negli ultimi anni.

In altre parole, se l'arbitraggio al dettaglio avviene quando un venditore compra merci da negozi al dettaglio (come le principali catene della GDO) e successivamente vende ad un prezzo più alto su Amazon o eBay, con l’arbitraggio online entrambe le operazioni (acquisto e rivendita) sono effettuate tramite il canale digitale e, dunque, potenzialmente senza nemmeno uscire di casa.

Una bella comodità: l'acquisto di prodotti dai negozi può richiedere molto tempo e molto lavoro fisico, mentre l'arbitraggio online permette di vendere e comprare online. Non solo: la possibilità che Amazon si occupi della spedizione ha reso ancora più facile per i venditori effettuare la propria attività di vendita online, considerato che Amazon finirà con il fare la maggior parte del tuo lavoro, prendendosi cura dello stoccaggio, della spedizione e del servizio clienti in vari paesi.

In ogni caso, prima di entrare nel mondo dell'arbitraggio online, è necessario comprendere la domanda e la prospettiva dell'offerta, insieme al prezzo del prodotto. Per far ciò, sarà probabilmente utile ricorrere all’utilizzo di specifici software per l’arbitraggio, come Amazon Price Tracker, o estensioni come Keepa (ne parleremo in un separato approfondimento).

Per il momento, ti sia sufficiente fissare bene a mente quale sia il meccanismo alla base dell’arbitraggio online:

–          Scelta del prodotto e individuazione del migliore prezzo d’acquisto online;

–          Acquisto dal venditore che ha la combinazione di prodotto / prezzo migliore;

–          Ricezione dei prodotti dal venditore al “rivenditore”;

–          Attività di rietichettatura e repackacing;

–          Inserimento del prodotto nello store di Amazon;

–          Venduta e invio del prodotto al cliente finale;

–          Ricezione dell’ordine e del pagamento.

6 commenti su “Comprare prodotti e rivenderli su Amazon: Online Arbitrage”

    1. Non puoi farlo, Amazon ha delle norme molto serie in merito alla vendita di prodotti sul suo marketplace. Rispettare i regolamenti di Amazon ti aiuta ad evitare il rischio di blocco dell’account

  1. Sono molto ma molto interessata a lavorare e afiliarmi Amazon ma no capisco niente sono da più di una settimana disoccupata qualcuno mi può dare una mano ho proprio bisogno di lavorare e di guadagnare ho un figlio di mantenere e tirare avanti.
    Si qualcuno lo può fare lo ringrazio anticipatamente!

    1. Ciao l’online arbitrage è ben diverso dal programma di Affiliazione proposto da Amazon. In questo articolo spieghiamo come puoi avviare un’attività di vendita su Amazon usando l’online arbitrage come modello di business.

  2. ma se non ho una partita iva posso farlo illimitatamente? ed inoltre quando acquisto un prodotto all’ingrosso online come decido se farlo arrivare alla sede di Amazon per rivenderlo e in caso come viene accertato che sia arrivato a destinazione senza problemi/danneggiamenti?
    spero possiate aiutarmi grazie

    1. Ciao per avviare un’attività di vendita continuativa e per una determinata soglia di reddito derivante da tale attività, è necessaria l’apertura della partita iva. Per quanto riguarda la scelta di lasciare la gestione della logistica ad Amazon, lo fai al momento della creazione del tuo account di Venditore su Amazon. In quel caso eventuali problemi/danneggiamenti del prodotto sono gestiti da Amazon stesso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *