E-commerce Italia, Statistiche e Trend

E-commerce Italia

Come sta l’e-commerce in Italia? Quali sono le sue statistiche? E quali le tendenze per il prossimo futuro? Rispondere in poche righe a queste – e altre – domande non è certo semplice, ma prendendo spunto dalle più autorevoli ricerche sul tema, possiamo cercare di tracciare una ideale linea guida tra il 2017 e quel che verrà.

Trend e-commerce in forte crescita

Il primo dato che salta agli occhi è legato al forte incremento del fatturato. Oggi il commercio elettronico tricolore fattura almeno 31,7 miliardi di euro (dato al 31 dicembre 2016, Fonte: Casaleggio Associati), in incremento del 10% rispetto al 2015. Considerando che 10 anni prima il fatturato valorizzava meno di 5 miliardi di euro, ne deriva una progressione di tutto rispetto, che – a nostro giudizio – dovrebbe proseguire su buoni ritmi anche nel corso del 2018, almeno sui livelli del precedente esercizio, ma forse sotto tono rispetto al + 19% del 2015.

Per quanto riguarda la distribuzione del fatturato, la parte da gigante lo fa il tempo libero con una quota di mercato del 43%, con un 38,5% del gioco online (ma è solo del 3,5% la spesa effettiva, mentre è del 35% la somma rigiocata). Al secondo posto tra i settori più rappresentativi c’è poi il turismo (31%) e, in terza posizione, lo shopping sui centri commerciali online (10%).

Previsioni commercio elettronico

Considerati i dati consolidati di cui sopra, può esser utile cercare di volgere lo sguardo al presente e – soprattutto – al prossimo futuro. Ovvero: quali saranno le tendenze che matureranno in maniera più convinta sull’e-commerce?

In primo luogo, tendenza preminente sarà la possibilità di poter (e la necessità di dover!) personalizzare l’intero processo di acquisto, con il cliente che diverrà centrale nell’intera esperienza di shopping, riuscendo a declinare il percorso di “compera” secondo le proprie esigenze. Parzialmente legata a tale trend sarà anche la possibilità di poter incrementare le transazioni, offrendo alla clientela un’esperienza di navigazione sempre più innovativa, poggiando tale esperienza “guidata” – anche – su intelligenza artificiale e chatbot.

Tra le altre tendenze che gli esperti sostengono possano prendere ancora più il sopravvento rispetto a quanto non avvenuto nel recente passato, spicca anche l’importanza dell’analisi big data, e l’innovazione nella gestione dei sistemi di pagamento, al fine di incrementare le conversioni e ridurre il tasso di abbandono della merce nel carrello.

E-commerce mobile: sviluppo senza soste

Tra le altre caratteristiche evolutive dell’e-commerce, non possiamo che concludere citando il crescente ricorso al mobile shopping quale tratto prettamente distintivo.

Sempre secondo le ultime statistiche di settore, il fatturato mobile pesa oggi per il 26% dell’intero fatturato dell’e-commerce, in crescita rispetto al 22% del 2015, e soprattutto al 13% del 2014, mostrando dunque quanto sia stata incisivo l’aumento relativo dell’e-commerce mobile nel corso dei periodi più recenti a noi.

A conferma del fatto che le aziende stiano pensando al mobile come oggetto preferenziale per i propri investimenti, c’è anche l’evidenza che nel corso del 2017 hanno avuto modo di progettare maggiori investimenti in questo comparto ben il 57% delle aziende operanti nell’e-commerce, mentre un altro 27% ha mantenuto costante il proprio investimento…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

CLOSE

 ►►

Fermati!

Scarica

Gratis ora!

UN REGALO PER TE!

 

Compila i campi di seguito e scarica il tuo regalo gratis!

↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓