Come Funziona L’Algoritmo di Ricerca di Amazon?

come funziona l'algoritmo di ricerca di amazon

Come funziona l’algoritmo di ricerca di Amazon? Una domanda molto importante, dato che da essa – proprio come accade sui motori di ricerca come Google – dipende la visibilità ed il piazzamento dei prodotti che vendi sulla suddetta piattaforma.

Capire come funziona l’algoritmo di ricerca di Amazon non è ovviamente una missione all’acqua di rose, ed il motivo è molto semplice: la “ricetta” è segreta in quanto lo scopo di Amazon è favorire i prodotti in base all’apprezzamento che hanno ricevuto e alla loro rilevanza. Se il funzionamento dell’algoritmo fosse noto ai più, automaticamente avremmo una serie di trucchi disponibili per favorire prodotti che probabilmente non lo meritano, scavalcando dunque le esigenze dei clienti di Amazon. E se una piattaforma e-commerce non soddisfa la propria clientela, automaticamente la suddetta passa alla concorrenza. Ecco perché sull’algoritmo di ricerca di Amazon si possono solamente fare delle congetture, e nessuno possiede la formula esatta per carpirne il funzionamento.

Come funziona l’algoritmo di ricerca di Amazon?

Va comunque specificato che le suddette congetture posano su un terreno molto solido, dunque sono tutto tranne che campate in aria. Innanzitutto il motore di ricerca di Amazon ha un nome: si chiama A9 ed è prodotto da una azienda partner del noto e-commerce. Si tratta di un search engine molto tecnologico e particolarmente avanzato: il che significa che non sono pochi i parametri che intervengono per sancire il posizionamento di un prodotto in vendita. Ma quali sono i suddetti parametri, e come vengono “manipolati” dagli algoritmi di ricerca di Amazon?

Come viene gestito il posizionamento su Amazon?

Come funziona l’algoritmo di ricerca di Amazon? La prima cosa che devi sapere è che il posizionamento avviene ad un primo livello di prodotto: Amazon prende dalla sua lista quelli che ritiene maggiormente conformi alla ricerca dell’utente, e provvede a sancirne il posizionamento. Fatto questo, avviene una seconda tipologia di classificazione: ogni prodotto contiene un certo numero di venditori, dunque in questa fase – la più importante – il motore di ricerca stabilisce la visibilità dei singoli articoli all’interno della scheda di presentazione del prodotto “unico”. Come sicuramente saprai, infatti, su Amazon esiste solo una pagina prodotto comune, all’interno della quale aderiscono tutti i venditori che espongono quel preciso articolo. Il migliore vince la Buy Box Amazon, dunque conquista le “copertine” e presumibilmente fa incetta di vendite.

Quali sono i fattori di posizionamento dei prodotti?

Adesso che sai come funziona l’algoritmo di ricerca di Amazon, sicuramente vorrai capire in base a quali parametri un certo articolo ne scavalca uno identico all’interno della scheda prodotto unica. Innanzitutto, ciò che fa la differenza sono le vendite del negoziante ed i giudizi dei suoi clienti, perché questo è il parametro migliore che comunica ad Amazon la qualità e l’affidabilità del suddetto. Ma il punteggio di un venditore è dato anche dal tasso di conversione: quanti dei tuoi clienti, dopo aver selezionato quello specifico articolo, lo hanno effettivamente acquistato? Più è alto il tasso di conversione, migliore è il posizionamento. Infine, Amazon analizza anche altri parametri, come ad esempio la percentuale di click ricevuti dal prodotto (CTR), la competitività del prezzo di vendita, i feedback (negativi e positivi) e ovviamente la presenza di keyword specifiche nel titolo e nella presentazione.

Come ottimizzare la SEO su Amazon?

Introdotto quanto sopra, cerchiamo di approfondire quali sono i fattori principali che migliorano la visibilità dei propri prodotti su Amazon.

Contenuto

Come ben noto a tutti coloro che hanno una minima dimestichezza con la SEO di Google, è importante usare le stesse parole dei propri potenziali e attuali clienti.

Ciò significa che i testi del sito web devono contenere le parole chiave che i tuoi clienti utilizzano per la ricerca dei tuoi specifici prodotti, pur con diversi livelli di intensità e di “flessibilità” (ne parleremo in altri approfondimenti). Ebbene, lo stesso vale per Amazon!

Titolo del prodotto

Come forse sai già, il titolo del prodotto è fondamentale su Amazon, ed è ciò che corrisponde al titolo su Google. Amazon ti permette di scrivere un titolo molto lungo sul prodotto, ed è molto importante che tu riesca a inserire in esso le parole chiave che i tuoi clienti usano per trovare ciò che stai vendendo (ci sono diversi strumenti, come Helium10, che ti aiutano a farlo).

Considerata la lunghezza che hai a disposizione, c’è lo spazio sia per includere la parola chiave primaria che una serie di parole chiave secondarie.

Evidentemente, è anche altrettanto importante non dimenticare che il titolo deve comunque avere un senso compiuto, e che deve “acchiappare” i clic. Dunque, proprio come su Google, se il titolo del tuo prodotto è una serie di parole chiave sconnesse… nessuno farà clic su di esso.

In ogni caso, l'algoritmo SEO di Amazon non è “intelligente” come quello di Google, e quindi potrai permetterti di usare più parole chiave pur mantenendo un senso per i potenziali clienti.

Ora, sebbene non ci siano delle linee guida troppo precise, riteniamo che un buon titolo di prodotto in genere contenga molti degli elementi seguenti, utili sia per l'utente per poter ottenere un’impressione immediata di ciò che vendete.

Dunque, si può considerare di inserire nel titolo del prodotto:

  • marchio;
  • linea di prodotto;
  • materiale;
  • caratteristica peculiare;
  • tipo di prodotto;
  • colore;
  • dimensione e stile.

Ricorda anche che sebbene ci sia lo spazio per inserire molte parole chiave, è fondamentale mettere la più importante all’inizio.

Ricorda che su mobile e tablet, ad esempio, il display di dimensioni più ridotte non mostrerà tanti caratteri quanti ne mostrerà sul desktop.

La descrizione del prodotto

Anche la descrizione del prodotto è una parte importante del SEO su Amazon e, per certi versi, corrisponde alla meta description del tuo sito se… vogliamo metterlo in relazione con il SEO di Google.

Hai certamente maggiori opzioni e più libertà per descrivere il tuo prodotto, potendo sfruttare molto testo, e dovrai dunque fruire di maggiore creatività se vuoi fare in modo che possa dare un contributo proattivo per il tuo ranking su Amazon.

Le parole chiave del prodotto

I termini di ricerca dei prodotti sono l'elemento che corrisponde alle meta-parole chiave che usavi su Google.

I termini di ricerca inseriti non sono visibili al visitatore, ma sono utilizzati da Amazon per valutare quali parole chiave sono rilevanti per il prodotto in questione. Qui potrai dunque inserire tutte le parole chiave rilevanti che ti vengono in mente, e non dovrai preoccuparti se hanno o meno un effettivo senso corretto in termini di facile lettura (solo Amazon le vedrà!).

Sebbene le parole chiave non siano visibili all'utente, le keyword del prodotto sono in realtà uno dei punti più importanti per l'ottimizzazione del testo. Titolo e descrizione sono incredibilmente importanti, ma se non si ottimizza rispetto alle parole chiave ricercate, difficilmente venderai prodotti attingendo da una ricerca organica.

Evidenziamo che a differenza del titolo e del testo del prodotto, in questo campo potrai aggiungere facilmente tutti i tipi di parole chiave “simili”. Dunque, potresti premettere tale azione a una piccola analisi delle parole chiave per scoprire cosa le persone stanno effettivamente digitando quando cercano il tuo prodotto (o i tuoi prodotti).

Le recensioni

Come noto a tutti i venditori che popolano la piattaforma di Jeff Bezos, le recensioni dei prodotti sono una parte importante della piattaforma Amazon.

Il funzionamento è basilare, e non dissimile da quanto avviene in altri siti. Quando una persona ha acquistato un prodotto attraverso Amazon, può recensire il prodotto lasciando una propria opinione sullo shopping effettuato.

Grazie alle recensioni e ai feedback, Amazon sa molto bene quali prodotti della piattaforma sono “buoni” e quali invece lasciano a desiderare. Si tratta di un giudizio estremamente importante per il marketplace, che non può certamente testare tutti i prodotti che vengono venduti attraverso la propria piattaforma, e che dunque utilizzare proprio le recensioni e i feedback per capire che cosa potrebbe soddisfare maggiormente le esigenze dei potenziali acquirenti, e che cosa invece sarebbe bene non porre in evidenza.

È proprio per questo motivo che le recensioni sono diventate una parte molto importante dell'algoritmo di Amazon, con il marketplace che preferirà presentare ai propri utenti i prodotti che hanno ricevuto una serie di buone recensioni piuttosto che prodotti che hanno ricevuto cattive recensioni, o ancora nessuna recensione.

Come ottenere recensioni?

Di qui, alla considerazione conseguente. Considerato che le recensioni all’interno della piattaforma di Amazon sono molto importanti, in che modo un venditore può ottenere (onestamente) delle recensioni?

Purtroppo per chi è nuovo alla vendita su Amazon, è un cane che si morde la coda! È infatti sicuramente più facile ottenere delle recensioni se si ha un buon posizionamento su Amazon e quindi si hanno un sacco di vendite “passive” e organiche. Ma è anche vero che è necessario disporre di molte recensioni prima di apparire in alto sulle maschere di ricerca!

Come risolvere questa situazione? Ebbene, non è certo facile! Dovresti in particolar modo lavorare attivamente, con varie iniziative (sconti, promozioni, ecc.) per poter cercare di spingere le vendite iniziali e, dunque, ottenere delle recensioni che possano supportare la crescita del posizionamento del tuo prodotto nella “SERP” di Amazon.

Come intuibile, non esiste una unica strategia in grado di darti risultati garantiti, ma una serie di tattiche diverse per questo. Per esempio, puoi impostare un prezzo molto basso, all'inizio delle tue esperienze di vendita su Amazon, per cercare di ottenere molte vendite anche a costo di andare in marginalità negativa. In tal senso, pensa a questa marginalità negativa come a un investimento per poter ottenere delle recensioni che – si spera – possano essere positive, in modo che il prodotto possa essere meglio posizionato nel prossimo futuro.

I tassi di conversione

Il terzo elemento molto importante per poter migliorare la propria presenza all’interno di Amazon è certamente legato al tasso di conversione. Si dovrebbe infatti tenere presente che Amazon fa soldi ogni volta che un prodotto viene venduto, considerato che percepisce una parte delle tue entrate sotto forma di commissioni. Pertanto, stai pur certo che Amazon ha tutto l’interesse a presentare ai propri utenti i prodotti che finiranno per acquistare, e non certo quelli che finiranno per scartare perché ritenuti di pochi interesse.

Amazon, pertanto, presta molta attenzione al tasso di conversione. Se il tuo prodotto viene cliccato tantissime volte, ma dopo aver visionato la scheda sono pochi coloro che procedono all’acquisto, a parità di altre condizioni la tua merce potrebbe essere posizionata peggio di un altro prodotto che ottiene meno visite ma, in proporzione, più conversioni. Insomma, se la gente visiona molto di frequente il tuo prodotto ma non lo compra mai, Amazon non guadagna nulla e finirà con il retrocedere la tua merce (o addirittura diventare uno dei tuoi concorrenti!).

Quindi, dovresti fare di tutto per cercare di garantire che il tasso di conversione sia il più alto possibile.

Anche in questo caso, raggiungere tale obiettivo non è né semplice né realizzabile con un’unica strategia. Puoi tuttavia in parte influire su questo target spingendo con un prezzo basso sul prodotto, ma anche avendo delle buone immagini, una buona descrizione del testo e molto altro ancora.

Infine, ricorda che sebbene il testo, le recensioni e i tassi di conversione siano i tre fattori principali per poter conseguire un migliore posizionamento su Amazon, vi sono altresì una serie di fattori meno importanti che potrebbero però risultare decisivi a parità di altre caratteristiche di servizio.

Senza scendere troppo nel dettaglio, possiamo certamente rammentare l’importanza di stringere una partnership logistica con Amazon (se si sceglie di lasciare che Amazon mantenga i propri prodotti nel proprio magazzino, e quindi abbia un maggiore controllo, questi prodotti a volte potrebbero posizionarsi più in alto) o per lo meno garantire un continuo stock di prodotti all’interno del proprio magazzino.

Ancora, è indubbio che le immagini giuste siano un fondamentale richiamo visivo, che porta a dei clic, che a loro volta conducono a delle conversioni. Ci sono anche delle opinioni differenti sul fatto che questo abbia anche un effetto diretto sul tuo posizionamento: nel dubbio, meglio non trascurare questo elemento!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

CLOSE

 ►►

Fermati!

Scarica

Gratis ora!

UN REGALO PER TE!

 

Compila i campi di seguito e scarica il tuo regalo gratis!

↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓