Come aumentare la produttività

Come essere più produttivi: 8 strategie efficaci

La produttività è il valore che utilizziamo per misurare la nostra efficienza nello svolgere determinati. Più semplicemente, è il rapporto tra lo sforzo che facciamo per fare qualcosa e il risultato finale che riusciamo a conseguire.

La produttività non è, quindi, legata al numero di ore quanto più al modo in cui ottimizziamo il tempo per completare un’azione specifica. In ambito lavorativo, aumentare la produttività ha moltissimi risvolti positivi:

  • sul rendimento professionale
  • sulla qualità del lavoro svolto
  • sul tempo e le energie investite

Ma sappiamo bene che non è una cosa semplicissima da fare. Ecco perché voglio darti 8 consigli che puoi applicare fin da subito per esercitare questo “muscolo”.

Essere più produttivi: come fare?

Il nemico numero 1 della produttività, si sa, è la procrastinazione, ovvero quell’atteggiamento che ci spinge a rinviare il più possibile una determinata attività. Per non parlare di quando ci riferiamo a cose che neanche attivano il nostro interesse! Il primo passo per diventare più produttivi è, quindi, lavorare per cambiare il proprio atteggiamento. So che può sembrarti una cosa molto difficile all’inizio ma, anche qui, è tutta questione di allenamento! Vedrai che, con un po’ di impegno iniziale, giorno dopo giorno la tua produttività ti porterà a vivere al meglio e a gestire con estrema semplicità anche i compiti più complessi.

1. Limita le distrazioni

La produttività viaggia di pari passo con il focus, ovvero la capacità di raggiungere un alto livello di concentrazione. Per favorire la fase di focalizzazione, è fondamentale ridurre al massimo le distrazioni. Scegliere un ambiente di lavoro calmo e silenzioso è uno dei primi step per aumentare la tua produttività. Assicurati di sospendere qualsiasi tipo di notifiche (anche Whatsapp 😜). Se lavori dall’ufficio, potresti avere più difficoltà nell’evitare intrusioni dai colleghi ma, nei momenti di calma, approfitta per estraniarti e focalizzarti al massimo.  

2. Prendi quello di cui hai bisogno

Uno dei pretesti che usiamo più spesso per procrastinare è quello di alzarci per prendere oggetti o altre cose di cui abbiamo bisogno. Se vuoi aumentare la tua produttività, dovrai costruire una postazione di lavoro che ti dia tutto il necessario per lavorare bene. Questo significa tenere a portata di mano le cose utili…e tenere lontano ciò che può trasformarsi in una distrazione.

Come essere più produttivi

3. Sfrutta le app 

Nell’era digitale devi imparare a sfruttare tutti gli strumenti che il mondo online ti offre. Ad esempio, puoi implementare l’uso di Google calendar per pianificare la giornata e dedicare il giusto spazio ai vari task; in questo modo puoi visualizzare gli appuntamenti e ritagliarti degli spazi per il tempo libero. Le applicazioni digitali spesso ti affiancano nelle tue attività e facilitano il lavoro:

  • scrivere sotto dettatura e revisionare gli elaborati in un secondo momento
  • organizzare riunioni in videoconferenza per ottimizzare gli spostamenti
  • seguire webinar di aggiornamento, scegliendo giorni e orari
  • fissare appuntamenti online con clienti, per soddisfare le loro esigenze fuori dagli orari d’ufficio

    Anche le app di intrattenimento possono essere d'aiuto, ad esempio se ti trovi in un luogo affollato, dove le voci delle persone ti danno fastidio, puoi indossare delle cuffie e ascoltare una musica rilassante o di ispirazione in sottofondo; in questo modo potrai estraniarti da quello che ti circonda e mantenere l’attenzione su quello che stai facendo.

    4. Fai delle pause

    Esiste una pratica che risulta utile e aiuta ad essere più produttivi: stabilire intervalli regolari di lavoro concentrato, alternandoli a brevi pause per ricaricare le energie ed evitare l’affaticamento mentale. Ogni individuo deve essere consapevole del proprio stato e deve adottare delle strategie di gestione dello stress; questo aiuta a mantenere la concentrazione durante il lavoro ed è un atteggiamento fondamentale che deve essere preso in considerazione quando si cercano delle modalità per essere più produttivi. Il concetto di pausa può essere interpretato come lo spazio temporale per il pranzo, ma anche l'abitudine di praticare tecniche di rilassamento come la respirazione profonda o lo stretching. Questo può favorire la chiarezza mentale e la capacità di focalizzarsi sulle attività più importanti; per le persone che non sono abituate può sembrare una perdita di tempo, ma un piccolo sforzo verso abitudini più sane porta benefici in termini di produttività e di soddisfazione personale.

    5. Mangia sano

    Mangiare sano è una strategia fondamentale per massimizzare la produttività sul lavoro, perché fornisce numerosi benefici alla persona. Consumare pasti bilanciati e nutrienti contribuisce a mantenere uno stato di salute fisica ottimale che si rispecchia anche in quello mentale. Non si tratta solo di fornire al corpo cibo, ma di assicurarci quegli elementi che evitano i picchi e le cadute di energia, con la possibile conseguenza della perdita di concentrazione di produttività. La memoria e la capacità decisionale devono essere sempre ai massimi livelli; il benessere emotivo deve accompagnare il nostro stato fisico, per essere in grado di riconoscere le azioni che ci fanno star bene e trovare delle motivazioni per continuare ad avere uno stile di vita sano. La fame nervosa è spesso associata allo stress e quindi a uno stato non ottimale per essere più produttivi; inoltre, l'abitudine di mangiare sano può anche prevedere di fare delle pause pranzo con amici o colleghi, che assicurano momenti di relax e di divertimento utili a ricaricarsi di energia positiva.

    6. Imposta il timer

    La nostra mente ha delle impostazioni di base; se le diamo due giorni per fare una determinata attività, si prenderà tutto il tempo a disposizione: se abbiamo solo due ore per fare la stessa cosa ed è importante, svolgerà il task entro la scadenza prestabilita. Non si può applicare a tutte le azioni e il risultato potrebbe essere leggermente diverso, ma spesso l’organizzazione iniziale è sbagliata e quindi si perde tempo prezioso. Se riesci a definire delle tempistiche ottimali per ogni attività che devi svolgere, potrai essere più produttivo e a fare molto di più; inoltre, potrai ritagliarti degli spazi personali, dando il giusto valore al tuo tempo e ti sentirai più gratificato.

    La suddivisione del tempo in blocchi aiuta a creare una struttura e una routine che favoriscono la concentrazione e la realizzazione di obiettivi; se non hai troppo tempo per completare i tuoi compiti dovrai essere più efficiente e non potrai più procrastinare. Il mantenimento di un ritmo costante nel lavoro richiede una certa dose di disciplina, ma è uno di quei fattori che ti aiuterà nella crescita professionale e nell’individuazione degli elementi che insegnano come essere più produttivi.

    7. Fai una revisione costante delle tue abitudini

    La revisione periodica del tuo modo di lavorare è essenziale per mantenere un alto livello di efficienza nel lungo periodo. Questo processo consente di valutare quello che funziona e dove puoi migliorarti e ti permetterà di ottimizzare il tuo approccio lavorativo. La flessibilità è l’atteggiamento ideale per affrontare le nuove sfide e per cogliere tutte le opportunità che si presentano. L'adattamento costante è la chiave per rimanere al passo con un ambiente in continua evoluzione e massimizzare la tua produttività nel lungo periodo.

    8. L'importanza dell'aggiornamento continuo

    Per essere più produttivo devi impegnarti costantemente e aggiornare le tue conoscenze e competenze. Attraverso la formazione continua e l'apprendimento, potrai acquisire nuove prospettive, tecniche e strumenti che possono rivoluzionare il modo in cui affronti le sfide quotidiane. L'aggiornamento costante consente di rimanere al passo con i rapidi cambiamenti in ogni settore e di adottare le migliori pratiche per massimizzare l’efficienza in tutto quello che fai. Investire nel proprio sviluppo professionale non solo migliora le capacità personali, ma ti renderà anche più adattabile e competitivo in un mondo in continua evoluzione.

    Essere più produttivi

    Scegliere come essere più produttivi per impostare la crescita professionale

    L'organizzazione pratica rispecchia quella mentale e la cura per sé stessi; se riuscirai ad applicare i suggerimenti che ti abbiamo dato avrai dei benefici nella tua vita lavorativa e in quella privata. È importante creare un ambiente di lavoro ottimale, eliminando potenziali fonti di distrazione come rumori eccessivi o disordine: deve essere piacevole per te e fornire le condizioni per essere comodo in tutto quello che fai. Riuscire a stabilire obiettivi chiari e a pianificare le attività in anticipo contribuisce a mantenere la concentrazione e individuare gli obiettivi prioritari.

    Il tuo nuovo atteggiamento ti aiuterà a diventare un professionista di successo, impostando un mindset imprenditoriale che ottimizza il tempo a disposizione per raggiungere gli obiettivi prefissati. Si tratta di imparare a lavorare in modo intelligente ed efficiente per massimizzare i risultati ottenuti; In questo modo potrai ottimizzare le tue prestazioni sul lavoro e raggiungere traguardi sempre più ambiziosi. L'approccio proattivo, unito ad una corretta gestione del tempo e delle attività da svolgere, può fare la differenza tra il successo e il fallimento nella carriera professionale. Le nuove abitudini devono anche prevedere dei momenti dedicati al riposo, al relax e al mantenimento delle relazioni personali: questi sono elementi fondamentali per raggiungere il benessere complessivo e avere delle gratificazioni in tutto quello che fai.

    Iniziare bene la giornata

    Il primo passo per iniziare ad essere più produttivi è quello di iniziare bene ogni giornata; questo non significa alzarsi eccessivamente presto ma ottimizzare il tempo in base ai propri appuntamenti. Quando ti è possibile impara a delegare e collaborare con gli altri per diminuire il carico del tuo lavoro e per aumentare le performance dei tuoi task quando necessiti della collaborazione di colleghi.

    Mantieni un atteggiamento dinamico e la mente aperta ai continui cambiamenti del mondo del lavoro: queste sono sfide che possono diventare opportunità per chi è flessibile e riesce ad intuire le potenzialità delle occasioni che si presentano. Definisci bene le tue priorità e gli obiettivi che vuoi raggiungere nella tua carriera; avere una visione chiara ti permette di concentrarti sulle attività più rilevanti e di evitare di sprecare tempo ed energie su compiti inutili.

    Dedica del tempo per sviluppare le tue competenze; la formazione continua è fondamentale per rimanere aggiornati sulle ultime tecnologie e sulle tendenze in atto ed essere in linea con le richieste del mercato del lavoro. Se vuoi essere realmente competitivo segui i nostri corsi e webinar: troverai l’opportunità di crescere e iniziare la tua scalata al successo!

    2 commenti su “Come essere più produttivi: 8 strategie efficaci”

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *