Come aprire un negozio su Amazon

Come aprire un negozio su Amazon: scopri le opportunità della vendita online

Il panorama degli acquisti su internet presenta una varietà di punti vendita che sono in grado di soddisfare tutte le esigenze degli utenti e in quest’ottica risulta evidente come aprire un negozio su Amazon sia una possibilità reale di fare commercio online.

Vendere su Amazon può essere, per un negoziante, l’unica modalità di vendita o una delle vetrine del proprio negozio: questo marketplace offre molte opportunità per chi vuole impostare un’attività commerciale e basta avere un’idea precisa per iniziare a creare il proprio business.

Scopri come aprire un negozio su Amazon e impostare un business profittevole

La semplicità del procedimento che ti spiega come aprire un negozio su Amazon è uno dei punti di forza di questa piattaforma, che spinge molti aspiranti venditori a lanciarsi in un nuovo progetto imprenditoriale. Infatti, basta collegarsi ad Amazon Seller Central e impostare un profilo venditore.

Questo passaggio comporta l’inserimento dei dati relativi all’azienda, che può essere una forma individuale o societaria, oppure un profilo come venditore occasionale che opera senza partita IVA. I dettagli fiscali devono essere valutati individualmente, basandosi sulle esigenze personali e sul tipo di attività che si vuole impostare. Dopo aver creato il profilo occorre inserire le specifiche che definiscono l’identità aziendale:

  • Nome del Brand: quello che verrà memorizzato dagli utenti
  • Descrizione: articoli che vendi e relative categorie
  • Catalogo prodotti: cosa vendi, con caratteristiche e dettagli di approfondimento
  • Modalità di pagamento: devi offrire le opzioni più usate per essere competitivo
  • Resi: semplifica la procedura di reso per favorire l’acquisto in sicurezza
  • Contatti: spiega bene come i clienti possono interagire con te, in ogni momento della transazione

Se non hai dimestichezza con queste attività, tutto potrebbe sembrare macchinoso e complicato; ma la procedura guidata impostata dalla piattaforma ti farà capire subito come sia in realtà semplice aprire un negozio su Amazon e prendendo confidenza imparerai ad usare anche tutti gli strumenti messi a disposizione per creare un business profittevole.

Ovviamente un venditore che ha già esperienza sa come muoversi in questi percorsi e saprà apprezzare ed utilizzare le risorse pensate per ottimizzare le vendite.

Perché aprire un negozio online su Amazon

I motivi per aprire un negozio su Amazon sono evidenti sui report che illustrano il modo in cui sono cambiate le abitudini degli acquirenti. La vendita sul web è una forma di commercio elettronico che offre molte opportunità di sviluppare un business interessante.

Avere una vetrina su internet garantisce una risposta a una domanda in crescita, di utenti che preferiscono questa modalità di fare acquisti piuttosto che recarsi in un punto vendita fisico. Tuttavia la concorrenza è alta, non basta essere online per essere visibili, occorre studiare il mercato e pianificare delle attività strategiche di marketing per raggiungere i potenziali clienti.

Un modo per accelerare la crescita di un’attività è appoggiarsi a un marketplace che ti fornisce la possibilità di essere considerato più affidabile di un Brand totalmente sconosciuto, garantisce di essere visibile ad un pubblico già consolidato e fidelizzato e offre degli strumenti su cui appoggiarsi per iniziare l’attività. Anche il supporto tecnico ha il suo lato positivo, perché ti aiuta a risolvere in modo tempestivo quelle problematiche che potrebbero bloccare le vendite senza chiedere l’intervento di un tecnico a pagamento.

Entrare in un ecosistema digitale di vendita consolidato, noto per la sua politica di protezione dei consumatori, restituisce da subito un’immagine aziendale positiva, stimola la fiducia e assicura di essere tutelato nelle transazioni commerciali. Infatti, ogni venditore che progetta come aprire un negozio su Amazon, deve considerare le regole dettate dalla piattaforma per poter esercitare l’attività e non essere penalizzato.

I vantaggi di vendere su Amazon

L’imprenditore che sceglie di vendere su Amazon è consapevole dei vantaggi di cui andrà a godere. In ogni caso è necessario attivarsi per avere più visibilità e sfruttare al massimo tutti i benefici che derivano da questa opportunità di vendita.

Gli utenti attivi ogni giorno su Amazon sono potenziali clienti, alla ricerca di prodotti in varie categorie, ma serve una promozione individuale per emergere tra i competitor presenti, costruire il proprio Brand e mantenere una reputazione solida.

Il primo aspetto positivo è la base di clienti a cui proponi la tua offerta commerciale: è un pubblico potenzialmente internazionale, ma per vendere all’estero devi pianificare le spedizioni e ottimizzare la presentazione del negozio per il mercato di riferimento.

Non si tratta solo di impostare la lingua, ma anche di considerare le abitudini degli acquirenti ed essere pronto a fornire le informazioni che possono richiedere, in base alle loro abitudini.

Essere collegati ad Amazon, nella mente dell’acquirente, è sinonimo di un minimo di notorietà; tuttavia, ogni venditore deve attuare delle attività di marketing mirate per creare un Brand solido e affidabile, riscontrabile sia dalle recensioni che dalle campagne di advertising. Anche i motori di ricerca rilevano la visibilità online e premiano chi è presente su diversi touchpoint, che permettono di raggiungere un target più vasto.

L’investimento iniziale varia in base alle tue necessità. Puoi appoggiarti alla logistica di Amazon con il programma FBA ed evitare la procedura di creazione di un magazzino privato, che comporta anche un impegno personale notevole. Oltre ai costi fissi hai in ogni caso delle percentuali da corrispondere alla piattaforma, variabili in base alla categoria di prodotti.

Gli strumenti di marketing aiutano la pianificazione di campagne promozionali per aumentare la visibilità nella piattaforma; puoi impostare le promozioni che ritieni più idonee, un prezzo competitivo per attirare più clienti, un omaggio sull’acquisto di determinati prodotti.

Queste attività consentono di essere più visibili come Brand, di far apparire le proposte commerciali nelle prime posizioni dei risultati di ricerca e di raggiungere le fasce di pubblico in target in modo efficace, ottimizzando il ritorno sull’investimento (ROI).

La facilità di concludere le transazioni su Amazon invoglia i clienti a comprare nel tuo negozio online. La varietà delle modalità di pagamento soddisfa tutti gli utenti, gli ordini sono monitorabili, il contatto con un customer care efficiente riduce la percentuale di reso: nel complesso una gestione efficace riduce i tassi di abbandono del carrello. Di conseguenza ci saranno più recensioni positive che aiutano a costruire un’immagine aziendale solida.

Amazon come vendere online

Costi per vendere su Amazon

I costi per aprire un negozio su Amazon dipendono dal tipo di venditore che scegli di essere nel momento in cui apri il tuo profilo su Amazon Seller Central.

Il piano individuale è adatto ai venditori occasionali o a chi si approccia al marketplace con la curiosità di capire se è adatto al suo business; si adatta anche a chi ha un negozio fisico e vuole accostare questa modalità di commercio prima di fare un investimento più grosso. Prevede al massimo 40 vendite al mese e non ha spese fisse: si paga  €0,99 per ogni articolo venduto ed è prevista una commissione per segnalazione (compresa tra l'8% e il 15%) e per la gestione, variabile a seconda della categoria di prodotto.

Il piano professionale è l’ideale per un’azienda più strutturata, che vuole crescere e diventare scalabile. Con un abbonamento di €39 al mese si può vendere senza limitazioni e in aggiunta si pagano le commissioni per segnalazione e gestione. Questa opzione ha degli strumenti avanzati per la gestione del negozio, orientando il progetto verso un’impostazione imprenditoriale.

Il venditore che inizia con il piano individuale può passare a quello professionale quando lo ritiene opportuno, magari dopo aver fatto un po’ di esperienza o dopo aver raggiunto degli obiettivi di fatturato che evidenziano come aprire un negozio su Amazon sia realmente un’opportunità di business.

Tra i costi di apertura un imprenditore deve anche considerare il magazzino. Se si decide di organizzare un’installazione in proprio, si devono calcolare i costi necessari e anticipare quanto serve. Se si opta per FBA Fullfillment by Amazon si paga una quota di stoccaggio e di logistica che varia in base ai volumi della merce e al mercato di riferimento. Diventa quindi un costo mensile variabile e può essere interessante se si ha la necessità di ottimizzare il budget.

La logistica di Amazon è anche un vantaggio tangibile per le vendite: appoggiarsi a un servizio consolidato, effettuato con professionalità, restituisce credibilità al Brand. Le spedizioni sono veloci, i prodotti possono partecipare al programma Prime e il venditore non deve occuparsi di questi aspetti: l’attenzione può essere dedicata totalmente alle promozioni e alle interazioni con i clienti.

Per ottimizzare i costi con FBA è opportuno monitorare i trend di vendita e l’andamento del mercato, per capire che tipo di merce e in quale quantità deve essere disponibile. L’obiettivo è ridurre le giacenze in magazzino e investire sui prodotti richiesti dagli utenti.

Come vendere prodotti online su Amazon

Come ottimizzare con Amazon un negozio online

La procedura che ti spiega come aprire un negozio online non fornisce i trucchi e consigli che permettono di ottimizzare il tuo investimento e sfruttare pienamente le opportunità offerte dal marketplace più conosciuto al mondo.

Le impostazioni e le informazioni che hai inserito determinano l’esistenza di un punto vendita, uguale ad altri, che richiede delle strategie di comunicazione e delle attività di marketing per farlo crescere. È indispensabile pianificare le azioni da intraprendere, stabilire e distribuire il budget, monitorare con costanza i KPI di riferimento per ottimizzare l’investimento e apportare le modifiche più opportune.

Quando si avvia un progetto imprenditoriale, l’entusiasmo può prendere il sopravvento e far trascurare degli aspetti che sono invece fondamentali.

Quali articoli scegliere per  vendere su Amazon

La scelta degli articoli da vendere su Amazon può determinare il successo o l’insuccesso del negozio. Occorre effettuare uno studio di mercato per verificare che gli oggetti proposti siano richiesti e che ci sia anche una previsione di domanda in crescita, per pianificare attività a medio e lungo termine.

La ricerca di queste informazioni deve anche valutare il prezzo di costo e calcolare quello di vendita: il margine di profitto deve essere ragionevole e generare un introito interessante, anche al netto di eventuali promozioni.

Come ottimizzare la visibilità sui motori di ricerca

Un altro aspetto da considerare con cura è la necessità di essere visibile per i motori di ricerca, che si traduce in raggiungimento di clienti in target. Il negozio su Amazon deve avere delle impostazioni coerenti con quello che viene richiesto dagli algoritmi, prima di tutto quello della piattaforma stessa.

Quindi è necessario ottimizzare i contenuti in ottica SEO, utilizzando le keyword di ricerca con volume più alto e utilizzando un’impostazione grafica di facile lettura. Le immagini devono essere in alta risoluzione e riprendere gli oggetti da varie angolazioni.

Anche la descrizione del negozio è importante, deve essere precisa per fornire informazioni dirette e convincere l’utente che tu e i tuoi prodotti siete la risposta alla sua query di ricerca.

Il valore aggiunto della tua proposta commerciale

Ci sono degli elementi che ti permettono di distinguerti dai competitor ed emergere fino ad arrivare nelle prime posizioni nella pagina dei risultati di ricerca.

La scheda prodotto, che spesso viene trascurata, è uno strumento per ampliare la tua visibilità. Il cliente che trova interessante il tuo articolo, andrà a leggere la descrizione dettagliata, se trova degli aspetti convincenti non avrà necessità di consultare altri venditori: in pratica se ti sei presentato bene hai quasi concluso la vendita. Questo funziona a livello organico, quindi senza costi aggiuntivi di sponsorizzazione.

L’acquirente valuterà poi le recensioni inerenti al tuo profilo venditore, per avere conferma della serietà e affidabilità del Brand e se non troverà feedback negativi, la transazione non dovrebbe avere ostacoli.

Se invece l’utente avesse necessità di fare domande o avere chiarimenti, deve essere disponibile un modo per comunicare con il negozio; il customer care gioca un ruolo determinante, deve essere gentile, professionale e veloce nelle risposte, deve saper moderare le recensioni negative e risolvere le problematiche in modo tempestivo.

La tua proposta commerciale deve essere diffusa con delle campagne promozionali per attirare nuovi clienti; l’advertising può avere diversi obiettivi: notorietà, offerta legata alla stagionalità, comunicazione di valori aziendali, promozione di un prodotto nuovo. Tutte le azioni hanno la finalità di massimizzare la visibilità dell’azienda e contribuire alla creazione di un Brand solido.

La fidelizzazione del cliente permette di mantenere dei contatti attivi e proporre offerte personalizzate a chi ha già acquistato da te. Con email marketing e diversi touchpoint sui quali comunicare, puoi creare una community che sceglierà te in futuro. I contenuti coinvolgenti devono aiutare a mantenere un contatto diretto e costante, che rimane nella memoria degli utenti in target.

L’approccio consapevole, in ogni disciplina e attività da intraprendere, ti permette di essere informato su rischi e benefici che derivano dalle tue azioni; potrai anche sfruttare le potenzialità che vedi e cogliere al volo le occasioni che si presentano.

Unisciti alla nostra community e rimani informato sul mondo dell’ecommerce!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *