Amazon Vendor

Come funziona Amazon Vendor

Vendere su Amazon rappresenta un’opportunità di successo per molti imprenditori e la modalità di Amazon Vendor ha sicuramente degli aspetti positivi che la rendono molto interessante.

Occorre però capire come funziona Amazon Vendor, perché è un programma di affiliazione che non è accessibile a tutti: il marketplace stesso, sulla base di alcuni parametri, seleziona le aziende che ritiene idonee a rientrare nel programma di Amazon Vendor e stipula un contratto a parte.

Come tutte le opzioni per vendere con Amazon, presenta vantaggi e svantaggi, che richiedono un’analisi preliminare prima di vincolare il proprio negozio online.

Amazon Vendor: cos'è e come funziona

Amazon Vendor è un programma di affiliazione con il quale le aziende vendono i propri prodotti direttamente ad Amazon, quindi vendono in modo indiretto: Amazon diventa rivenditore della propria rete di commercializzazione.

I vantaggi di vendere su Amazon sono indiscutibili: dalla vasta clientela che include un pubblico affezionato, al supporto di Amazon per i problemi legati al profilo venditore, fino agli strumenti di promozione messi a disposizione dei commercianti.

La modalità Amazon Vendor rappresenta un accesso privilegiato ed è riservata alle aziende che rispondono a determinati requisiti:

  • propongono prodotti o servizi di alta qualità, che soddisfano gli standard di Amazon
  • sono aziende consolidate e affidabili
  • hanno un account Amazon Seller Central e hanno dimostrato il loro modo di lavorare

I prodotti venduti con questa opzione hanno la dicitura “venduto e spedito da Amazon” e si posizionano in alto nei risultati di ricerca all’interno di Amazon, perché il marketplace dà loro una maggiore visibilità.

Come funziona Amazon Vendor

Differenza tra Amazon Seller e Amazon Vendor

La piattaforma di Amazon presenta delle opzioni per diventare dei venditori, diverse per tipologia e per necessità di chi si approccia a questa esperienza imprenditoriale.

Aprire un account venditore è veramente semplice, basta collegarsi ad Amazon Seller e impostare il proprio profilo, scegliendo tra il piano individuale, consigliato al venditore occasionale e il piano professionale, dedicato a un’attività continuativa.

In entrambi i casi il commerciante ha un Brand personale, sceglie il nome e la descrizione del negozio che aiuta il cliente a identificare la categoria di prodotti venduti e definisce l’identità aziendale. Con questa modalità devi inserire i prodotti a catalogo, creando le schede prodotto e aggiornando i contenuti di quelle presenti per migliorare il posizionamento nei risultati di ricerca.

Se sei parte del programma Amazon Vendor, i tuoi prodotti vengono venduti direttamente da Amazon, il tuo nome non viene riportato e le schede prodotto saranno gestite dal marketplace. Si tratta di due approcci imprenditoriali distinti, entrambi offrono opportunità uniche  e nessuno dei due è scalabile se non vengono gestiti come delle vere e proprie attività commerciali.

Caratteristiche di Amazon Seller

Questa modalità dà la possibilità a chiunque di aprire un negozio online, anche a chi vuole vendere su Amazon senza partita IVA. È possibile scegliere il piano che risponde meglio al proprio progetto imprenditoriale e avviare in pochi step un’attività commerciale.

Si può scegliere di usufruire dell’esperienza di Amazon per la parte logistica, aderendo al programma FBA Fullfillment by Amazon e delegare tutta la gestione del magazzino, concentrando l’attenzione sulle strategie di marketing per aumentare le vendite.

In alternativa si può fare tutto in modo indipendente, con l’opzione FBM Fullfillment by Merchant, nella quale ogni venditore imposta il magazzino, le spedizioni, gestisce i resi e l’inventario.

Nel secondo caso, oltre alla parte strategica di marketing, occorre organizzare un magazzino e tutte le attività connesse; è un compito importante che deve essere svolto con precisione, per non avere problemi dopo aver effettuato la vendita e ricevere feedback negativi.

Ogni progetto imprenditoriale ha esigenze e obiettivi diversi, quindi non esiste la soluzione perfetta per tutti; è necessario fare delle valutazioni che si basano sulla disponibilità di spazi e tempo, costi di gestione e di spedizione, affidabilità del corriere utilizzato e delle persone presenti in magazzino.

Avere a disposizione l’esperienza di Amazon come partner logistico è comunque un’opzione molto interessante, soprattutto per chi è all’inizio o ha avuto difficoltà ad occuparsi di tutti gli aspetti pratici. Inoltre, la modalità FBA permette di accedere alle spedizioni Prime, che sono un interessante incentivo all’acquisto.

In Amazon Seller i venditori hanno anche la gestione completa del customer care, che cura i rapporti con i clienti in fase di pre e post vendita. Il servizio clienti è uno strumento di marketing che richiede molto impegno ma aiuta a costruire un’immagine solida dell’azienda.

Le interazioni con i potenziali acquirenti possono aiutare a concludere le transazioni in corso, quelle con i clienti che hanno effettuato l’acquisto permettono di avere delle recensioni positive che stimolano i nuovi utenti ad avere fiducia nel Brand.

La vendita come Seller, che sia occasionale o continuativa, può avere inizio in ogni momento; competere con gli altri negozi e ritagliarsi una posizione in primo piano richiede tempo, preparazione e tanta pazienza. La concorrenza nel commercio online è grande, molti imprenditori adottano solo questo modello di vendita mentre altri affiancano il negozio fisico a quello sul web; per questo bisogna pianificare le attività e rimanere aggiornati.

Caratteristiche di Amazon Vendor

Si diventa Amazon Vendor su invito, occorre essere scelti dal marketplace perché si ha un prodotto di qualità da offrire e si è dimostrato di essere affidabili e puntuali. Puoi accedere a questa opportunità se sei un Brand forte, anche al di fuori della piattaforma, o se sei un Seller che ha raggiunto degli obiettivi di fatturato interessanti.  

In questo caso si stipula un accordo in cui Amazon decide i prodotti che acquisterà da te, la quantità e ti propone un prezzo di costo: quello stabilirà il tuo margine di profitto, non potrai decidere il prezzo di vendita finale e le promozioni da applicare.

Tuttavia, puoi comunicare con Amazon e suggerire il prezzo più idoneo alla vendita ed anche il minimo: devi sempre supportare questi consigli con una serie di verifiche di mercato e con i paragoni tra la politica adottata da Amazon Vendor e la linea di vendita del Brand.

Ci sono però aspetti positivi che fanno la differenza rispetto ad un account Seller:

  • la visibilità dei prodotti è maggiore, questi articoli si trovano nelle prime posizioni delle pagine di ricerca
  • il dettaglio “venduto e spedito da Amazon” dà sicurezza sia di qualità che di velocità nell’invio, quindi viene preferito rispetto ad altri competitor
  • un eventuale errore nella transazione commesso da Amazon non ricade sulla reputazione del venditore

Amazon invia dei Purchase Order (PO) al venditore, sono ordini di acquisto diretti in base ai quali l’azienda deve fornire la merce entro i tempi stabiliti. È indispensabile rispettare gli ordini di acquisto e consegnare la merce richiesta; in caso di problemi occorre segnalare tutto con tempestività ad Amazon, si tratta di una collaborazione più stretta rispetto al Vendor e il marketplace stesso ha l’interesse per gestire e risolvere gli imprevisti.

Diventando un fornitore diretto di Amazon non hai il contatto con l’utente finale e sei vincolato per la vendita di determinati articoli. Le grandi opportunità di guadagno sono bilanciate da un aspetto negativo: se Amazon decide di interrompere la collaborazione come Vendor, perdi tutti questi benefici. Sarebbe meglio avere anche canali di distribuzione alternativi, per essere pronti a reagire in caso di necessità.

Le funzionalità di Amazon Vendor Central permettono di monitorare le prestazioni dei tuoi prodotti, consultando le analisi di vendita e facendo dei paragoni con gli altri prodotti proposti: questo aiuta a capire l’andamento del mercato e a correggere eventuali errori strategici. Inoltre, le offerte dedicate a questa modalità sono diverse rispetto a quelle di Seller e sono più performanti.

Vantaggi e svantaggi tra i 2 piani imprenditoriali

Quando si prende in considerazione una modalità di vendita, è necessario fare un’analisi dettagliata dei pro e contro della scelta finale, per avere un riscontro oggettivo e non trovare brutte sorprese in fase di bilancio finale. Ecco alcuni aspetti da valutare per impostare in modo corretto il progetto imprenditoriale per vendere su Amazon:

  • scelta della modalità: con Seller, apri l’account quando vuoi, con Vendor hai l’accesso solo su invito
  • prezzi finali di vendita: solo il venditore Seller può decidere e variare il prezzo al pubblico
  • prodotti su catalogo: Vendor deve accettare le scelte di Amazon, che realizza il catalogo
  • margini di guadagno: Seller decide prezzo, promozioni e scontistica, Vendor stabilisce solo il prezzo di vendita ad Amazon
  • logistica: per Vendor il problema non esiste, Seller deve decidere se affidarsi ad Amazon con FBA o fare da solo
  • gestione dei resi: per Vendor sono a carico di Amazon, per Seller sono da gestire nei modi e tempi previsti
  • visibilità: maggiore per Vendor come prodotti, non come Brand
  • affidabilità: Vendor è “venduto e spedito da Amazon”, questo restituisce immediatamente credibilità mentre Seller deve costruire un’identità aziendale solida
  • customer service: Vendor non ha contatto con il pubblico, Seller deve occuparsene direttamente
  • schede prodotto con contenuti A+, solo per Vendor
  • strumenti di marketing: le opzioni con Vendor sono più efficaci, puoi creare campagne verso le pagine dei tuoi prodotti; con Seller hai strumenti messi a disposizione da Amazon e puoi comunque impostare delle buone strategie di marketing

Le pagine dei prodotti di un Amazon Seller sono più semplici, mentre quelle di un Amazon Vendor possono essere arricchite da contenuti aggiuntivi che le rendono molto attrattive.

Tuttavia, la scheda prodotto di un Seller può essere personalizzata e ottimizzata per la vendita, per essere competitiva e creare conversioni. Utilizzando le keyword giuste e le impostazioni suggerite dalla SEO, anche un Amazon Seller avrà un miglioramento nel posizionamento nei risultati di ricerca con conseguente aumento di visualizzazioni e vendite.

Diventare Amazon Vendor

Il profilo imprenditoriale di un Vendor su Amazon

Entrare nel mondo di Amazon Vendor è un obiettivo di molti imprenditori che mirano ad espandere la loro presenza online a ad accedere a nuove opportunità di vendita. È un’occasione che apre una serie di vantaggi ma che non è adatta a tutti, non solo per il fatto di essere accessibile solo su invito da parte di Amazon.

Le prospettive di crescita sono reali ma occorre avere delle conoscenze di base e una mentalità imprenditoriale, sia per risultare idonei agli occhi del marketplace, sia per gestire in modo corretto il profilo venditore e realizzare dei margini di profitto utili a consolidare il proprio business.

La visibilità dei prodotti deve essere correlata a una disponibilità a magazzino, prevedibile con ricerche di mercato adeguate e con lo studio dei trend di acquisto stagionali. La qualità degli articoli proposti deve essere alta, per rispondere agli standard di Amazon ed essere sicuri di generare vendite che restituiscano soddisfazione ai clienti.

Il sistema di vendita prevede la modalità PO-Purchase Order: Amazon emette un ordine di acquisto direttamente al venditore, che deve soddisfare la quantità richiesta nei tempi stabiliti. Se i tempi e i modi non vengono rispettati, Amazon ha la facoltà di interrompere il contratto.

La conoscenza approfondita del mercato di riferimento e delle categorie di vendita del fornitore sono alla base di un business strutturato con ottime possibilità di crescere: riuscire a fare delle previsioni aiuta a pianificare l’approvvigionamento o la produzione dei beni venduti, creando le scorte necessarie e riducendo le giacenze in magazzino.

La mentalità di un Amazon Vendor deve essere agguerrita e richiede competenze specifiche per riuscire ad imporsi nel mondo del commercio online; essendo una realtà dinamica, è fondamentale mantenere un atteggiamento proattivo e avere una visione strategica solida, che si adatta alle nuove esigenze in tempi brevissimi.

La concorrenza non deve essere sottovalutata, ma deve essere analizzata per individuare eventuali opportunità di crescita: il successo di un competitor indica la risposta a un’esigenza di mercato, occorre adeguare la propria offerta se esiste una grossa differenza con i nostri prodotti o servizi proposti.

Diventare un fornitore per Amazon è l’obiettivo delle aziende che muovono grandi quantità di prodotti e che riescono a proporre dei prezzi concorrenziali. Anche la parte logistica ha un suo peso, perché spedire queste quantità nei modi e tempi stabiliti richiede esperienza, conoscenze pratiche e partner affidabili.

Cosa studiare per diventare imprenditore nel commercio elettronico

Un percorso di studio da ecommerce manager o ecommerce specialist fornisce le basi per gestire un negozio online; da questo punto di partenza occorre fare esperienza, mettendo in pratica le conoscenze acquisite e imparando dai propri errori.

Diventare imprenditori non è immediato, quello che fa la differenza tra un professionista e un commerciante improvvisato è la capacità di mettersi in discussione e la voglia di imparare in ogni momento. L’apprendimento continuo è alla base del successo, stimola ad essere sempre aggiornati e restituisce al negozio un’immagine attuale e innovativa.

Dopo aver fatto pratica e aver ottenuto dei successi riconoscibili, puoi aspirare a diventare Amazon Vendor. Se il tuo progetto commerciale ha delle basi solide e le impostazioni corrette, Amazon sarà ben felice di farti entrare nel suo programma. Questo comporta non solo un cambiamento nel modello di vendita ma anche un’evoluzione nell’approccio imprenditoriale.

Prima di accettare la proposta di affiliazione come Amazon Vendor, devi avere una chiara prospettiva delle tue esigenze commerciali e degli obiettivi che ti sei posto. Durante la collaborazione devi acquisire familiarità con la piattaforma Amazor Vendor Central per sfruttare al massimo le sue funzionalità e avere il successo meritato.

Il settore dell’ecommerce è dinamico, l’unico modo per emergere è restare aggiornati ed essere orientati al cliente, offrendogli un’esperienza d’acquisto ottimale. Ti aspettiamo quindi nei nostri percorsi di apprendimento, per iniziare subito a costruire il tuo futuro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *