Amazon per Vendita Usato: Conviene?

amazon vendita usato

Amazon per vendita usato? Nonostante la maggior parte degli utenti visiti questa piattaforma per acquistare prodotti nuovi, va anche sottolineato che i venditori hanno la possibilità di mettere in vetrina i propri prodotti usati.

Utilizzare Amazon per vendita usato è possibile, ma esistono comunque delle cose che vanno sottolineate, e che ti sarà utile sapere prima di utilizzare questa nota piattaforma e-commerce per provare a vendere i tuoi oggetti di seconda mano. Innanzitutto devi capire che la vendita di oggetti usati su questo sito – di fatto – non comporta alcun cambiamento nella logica di funzionamento della tua attività: dovrai registrarti, scegliere un piano adatto ai tuoi scopi, e cominciare a lottare con gli altri venditori per vincere la Buy Box. Per quanto concerne la scelta del piano, noi ti consigliamo di approfondire quali sono i costi di vendere su Amazon: in questo modo avrai una panoramica chiara sulla spesa economica mensile e sulle percentuali che il colosso trattiene sulle vendite. Vediamo adesso di capire come vendere usato su Amazon, e se conviene farlo.

Amazon per vendita usato: come funziona?

Come ti abbiamo già accennato poco sopra, vendere usato su Amazon non differisce dal vendere un prodotto nuovo. Questo significa che dovrai registrarti, scegliere il tuo piano di abbonamento e soprattutto farti due conti in tasca, per capire se fra costi/benefici la tua operazione può portarti dei vantaggi o degli svantaggi in termini economici. Detto questo, vendere oggetti usati su Amazon non è come vendere prodotti artigianali: non avrai una tua pagina personale, e dovrai ovviamente adeguarti alle logiche alla base del funzionamento di questa piattaforma di e-commerce.

Come vendere usato su Amazon?

Amazon per vendita usato ha le sue regole: innanzitutto, se hai intenzione di vendere sporadicamente solo oggetti di seconda mano e dunque di registrarti senza Partita IVA, dovrai scegliere il piano base e quindi avere un limite di oggetti vendibili pari a 40 al mese. Non è un grande problema, considerando che se usi Amazon per vendere usato, è improbabile che tu possa anche solo sfiorare questo tetto. E se lo farai, dovrai adeguarti anche fiscalmente, perché la tua diventerebbe un’attività professionale, con tutte le conseguenze del caso.

C’è anche da aggiungere un altro aspetto fondamentale: puoi vendere usato su Amazon solo se sul portale è già presente quel prodotto, dato che tu (come qualsiasi altro venditore) non puoi creare schede prodotto nuove, ma puoi solo “agganciarti” a quelle già esistenti. Questo ti pone dei limiti non da poco, soprattutto se il tuo oggetto di seconda mano è particolare: nel caso tu abbia intenzione di vendere un laptop o uno smartphone – così come qualsiasi altro prodotto commerciale – non avrai invece alcun problema.

Vendere oggetti usati su Amazon conviene?

Amazon per vendita usato: conviene? Da un punto di vista logistico e di visibilità sì: puoi appoggiarti ai centri Amazon per l’imballaggio e la spedizione, e puoi contare su un posizionamento top sui motori di ricerca. Ma devi anche considerare la grande concorrenza presente su questo portale, che di certo non si fa minore quando si tratta di vendere usato su Amazon.

Consigli per vendere meglio online i tuoi prodotti usati

Se hai letto questo articolo è perché forse sei interessato a vendere i tuoi prodotti usati su Amazon o, comunque, sulle migliori piattaforme online.

Ma sai esattamente quali sono i consigli che dovresti seguire per evitare brutte sorprese?

Iniziamo con il rammentare che la prima cosa che dovresti fare è capire quanto vale il prodotto che vuoi vendere! Cerca dunque il valore al dettaglio dell’articolo, nuovo. In questo modo saprai non solamente quanto ti costerebbe sostituire un articolo di cui vuoi sbarazzarti, ma anche quanto i compratori  dovrebbero pagare per acquistarne uno nuovo, invece che un usato. Durante la ricerca, fai anche attenzione a quanto sia facile ottenere di nuovo l’articolo. Se non riesci a trovare l’articolo che vuoi vendere in condizioni nuove, potrebbe voler significare che quella merce sta diventando più rara, perché magari fuori produzione, esaurita e non ancora riprodotta, e così via. Un elemento che potrebbe far crescere il prezzo del tuo prodotto.

Una volta che hai capito quanto vale il tuo prodotto in condizioni nuove, cerca di capire il valore di vendita dell’articolo, usato. Farlo non è certo difficile, considerato che ti sarà sufficiente dare uno sguardo ad alcuni dei più noti siti di vendita come – appunto – Amazon, oppure eBay, e controllare quante persone stanno vendendo lo stesso articolo per. Prendi nota di quanto stanno chiedendo per potersi liberare del proprio prodotto, e – nel caso di aste – a quali prezzi si chiudono. Tieni altresì d’occhio quante persone stanno vendendo l’oggetto e in che condizione stanno vendendo l’oggetto: si tratta di elementi che ti permetteranno di personalizzare la tua offerta calibrandola sull’effettivo valore.

Fatto ciò, devi determinare il prezzo di vendita. Se noti che il tuo prodotto è ampiamente disponibile come nuovo ma non è disponibile usato, potresti essere in grado di vendere facilmente la tua merce, purché tu sia in grado di stimarla correttamente. Al contrario, se noti che l’articolo è difficile da trovare nuovo ma ampiamente disponibile usato, potresti per poterlo vendere dovresti abbassare il prezzo rispetto alla media dei tuoi concorrenti, oppure dovresti essere in grado di dimostrare che le condizioni dello stesso prodotto sono migliori di quelle degli altri. Lo stesso vale, naturalmente se un articolo è facile da trovare sia nuovo che usato.

Tuttavia, se il tuo articolo è difficile da trovare sia nuovo che usato, e i prezzi di vendita sono alti, potresti avere qualcosa di insolitamente raro e potrai prezzarlo di conseguenza. Ricorda che dovrai in questo caso valutare la condizione della cosa che si desidera vendere, rispetto ai listini di vendita che hai visto, e fissare il prezzo.

Non commettere l’errore – piuttosto frequente tra gli inesperti – di avere la fretta di vendere: metti sul mercato il tuo prodotto, solo se sei certo del suo prezzo, soprattutto se ritieni che il tuo articolo sia raro.

Ora, potrai seguire i passaggi di cui sopra per quasi tutto ciò che si vuole vendere, supponendo che il tuo obiettivo sai quello di ottenere il maggior profitto per ciascun prodotto venduto.

Ricorda comunque che ci sono anche altri fattori da considerare: per esempio, rammenta di tenere in considerazione quanto potrebbe costarti la spedizione e l’assicurazione del bene da spedire, soprattutto se è particolarmente raro e prezioso.

Vendere prodotti elettronici su Amazon

Come più volte abbiamo avuto modo di rammentare su questo sito, Amazon ha probabilmente la migliore esperienza di vendita che potresti desiderare. Se si dispone di un account Amazon, è possibile vendere i prodotti elettronici indesiderati e i beni di consumo, e disporre di un pratico aiuto da parte del sito, che ti supporterà altresì nell’impostazione dei prezzi per i tuoi articoli, e ti permetterà altresì di indicare chiaramente le condizioni del tuo articolo nel tuo annuncio al fine di migliorare il livello di trasparenza condivisa. Il più grande vantaggio di utilizzare Amazon, però, è che potrai portare in visibilità il tuo prodotto usato insieme a quello nuovo. Non male, no?

Vendere giocattoli su Amazon

Amazon è una grande risorsa anche per chi vuole vendere giocattoli e giochi. Dal momento che il marketplace ti permette di indicare nomi e descrizioni piuttosto chiare ed esplicite, potrai farli rintracciare più facilmente dai potenziali acquirenti e venderli più facilmente, almeno fino a quando sono in condizioni decenti, e possono dunque essere inscatolati e spediti.

Per esempio, se vendi un giocattolo che non è nella sua confezione originaria potresti andare incontro a una vendita molto più difficile, ma se hai alcuni giochi ancora nelle loro scatole, fedelmente confezionati, potresti arrivare a una buona vendita di valore.

Vendere oggetti per la casa su Amazon

Amazon è una ottima soluzione anche per la vendita di oggetti per la casa. I motivi sono in buona parte quelli che ti abbiamo riepilogato qui sopra: puoi far comparire il tuo prodotto nella lista di prodotti Amazon, e non possiamo sottolineare ancora quanto questo sia davvero vantaggioso per le tue finalità commerciali, visto  considerato che quando qualcuno è alla ricerca di modelli specifici di elettrodomestici e altri prodotti per la cucina e per altri angoli di casa, di solito finirà su Amazon, e potrà vedere il tuo annuncio.

Suggerimenti per vendere oggetti usati

Concludiamo il nostro approfondimento con alcuni utili suggerimenti per vendere oggetti usati su Amazon.

In primis, cerca di avere buone foto. Perchè? È semplice, è la prima cosa che la gente vede quando guarda il tuo annuncio! Considerato che le prime impressioni contano (eccome!), concentra particolare attenzione su questo tema: per ottenere una buona foto non hai bisogno di una macchina fotografica straordinaria o di spendere soldi per tanti oggetti di scena, ma solamente un po’ di consapevolezza nel compiere le azioni che ti saranno più utili per le tue finalità. Quali?

Innanzitutto, pulisci bene l’oggetto a cui stai scattando una foto: nessuno vuole vedere polvere, grasso, impronte o macchie  sulla superficie del prodotto che vuoi vendere online, perché in quel modo dara l’impressione di essere una persona disordinata, che l’oggetto potrebbe problemi non rivelati in descrizione o che, comunque, non è ben curato. Pulisci poi anche l’area intorno all’oggetto. Dai insomma l’impressione che hai sufficiente attenzione in quel che fai.

Chiarito quanto sopra, abbi cura dell’illuminazione: evitare i riflessi è importante, e quindi non usare il flash della fotocamera a meno che non sia assolutamente necessario. Ricorda che l’illuminazione può cambiare tutto, e che quindi è importante renderla il più realistica possibile: la migliore illuminazione che potai ottenere è quella che potrai sfruttare con la luce del sole naturale. Se questa non è disponibile, mettila nella stanza meglio illuminata della tua casa e cerca i punti migliori per ottenere gli scatti più naturali.

Quindi, ti consigliamo di scattare più foto per un singolo solo annuncio. Puoi ad esempio fare una prima foto “neutra”, gradita da Amazon, e poi scatta immagini ravvicinate sui singoli dettagli, o un’immagine sull’uso del prodotto.

L’altro consiglio che ti diamo è quello di curare attentamente le descrizioni e le informazioni che fornisci nei confronti del tuo pubblico potenziale, fin dal titolo, per poi passare agli elenchi e ai contenuti testuali più discorsivi. È certamente uno dei modi più utili, puntando sulle “giuste” parole chiave, per potersi rendere visibili nei risultati della ricerca.

A proposito di visibilità nei risultati di ricerca, e di necessità di sfruttare diversi canali per poter vendere i tuoi prodotti, non possiamo non compiere un breve cenno sull’importanza del SEO, l’ottimizzazione dei motori di ricerca. L’ottimizzazione per Google dei tuoi annunci sarà evidentemente molto diversa dall’ottimizzazione per poter scalare i risultati nell’algoritmo di Amazon. Peraltro, abbiamo parlato in maniera piuttosto diffusa di quest’ultimo tema in più occasioni, e dunque non possiamo che cercare di indirizzarti a quegli approfondimenti per poter completare questo tema, e saperne di più sulle modalità per poter arrivare a disporre di una maggiore visibilità sul marketplace.

Conclusioni

Giunti in questa fase conclusiva del nostro approfondimento, non possiamo che trarre qualche debita considerazione finale sul tema di oggi, la vendita di prodotti usati su Amazon.

Ricorda che lo step iniziale per poter vendere un prodotto usato su Amazon è legato alla migliore conoscenza di quanto avviene sul mercato. Come abbiamo già avuto modo di consigliarti qualche riga fa, prova a controllare su Amazon, eBay e altri marketplace, che cosa sta accadendo “tra” venditori e compratori. Quanto è disponibile il tuo prodotto, in condizioni nuove? E quanti prodotti usati come il tuo sono in vendita? Il prodotto è frequentemente acquistato e venduto o le compravendite sono molto poche? E, soprattutto, a che prezzi sono venduti i tuoi prodotti?

Una volta che hai effettuato questa ricerca, e ti sei reso conto quale sia il prezzo potenziale dei tuoi prodotti, prova a capire se ci sono o meno delle limitazioni di vendita su Amazon e, in caso negativo, procedi alla realizzazione della scheda seguendo le indicazioni che tante volte abbiamo riassunto su queste pagine.

Non dimenticarti di farci sapere come è andata: ne puoi parlare con la nostra community utilizzando lo spazio dei commenti che trovi qui sotto!

1 Comment

  • Ursula Rispondi

    Molto interessante e soprattutto molto chiaro questo articolo. Non so quanto convenga per chi vende solo alcuni prodotti a prezzi bassi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

CLOSE

 ►►

Fermati!

Scarica

Gratis ora!

UN REGALO PER TE!

 

Compila i campi di seguito e scarica il tuo regalo gratis!

↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓