Amazon Social Media Marketing: 10+ consigli per incrementare le vendite

Come probabilmente sai già, i social media sono uno strumento molto potente, che potrebbe aiutarti in misura decisiva a costruire il tuo marchio e il tuo business vincente.

Insomma, così come le aziende del passato avevano utilizzato proficuamente la stampa o la pubblicità televisiva, e proprio come le aziende ora usano la posta elettronica o la pubblicità digitale, non dovresti mai ignorare la forza dei social media per il raggiungimento dei tuoi obiettivi.

Non occorre essere dei grandi esperti per poter condividere il fatto che i social media sono oggi in grado, più che mai, di favorire le connessioni e le relazioni, generare lead, influenzare la promozione e la fedeltà al marchio, costruire autorità, condurre il traffico dove si vuole e migliorare il servizio clienti. Non solo: per i venditori e i marchi che operano su Amazon, i social media possono essere l'intersezione di tutte queste componenti e… molto altro ancora!

Ora, se sei entrato da poco nel mondo della vendita su Amazon e non sai come iniziare a sfruttare adeguatamente il social media marketing per tale scopo, di seguito abbiamo voluto riassumere 10+ consigli per avere successo. Proviamo a leggerli e a commentarli insieme, lasciando poi a te e a tutti i nostri lettori il piacere di discuterne usando lo spazio tra i commenti.

I vantaggi di usare i social media per Amazon

Quando si parla dei vantaggi dell’uso dei social media per Amazon, molte persone si concentrano soprattutto sui grandi numeri. Quando le persone si connettono online, d’altronde, molto probabilmente lo stanno facendo proprio sui social media!

Secondo Statista, ad esempio, lo scorso anno circa 2,95 miliardi di persone in tutto il mondo usavano i social media, con un numero destinato ad aumentare fino a quasi 3,43 miliardi entro il 2023. Questo numero è più che triplicato nell'ultimo decennio, e non accenna ad arrestare la sua crescita.

Tieni anche conto che il termine “social media” comprende in realtà molte piattaforme diverse. Tra di esse figurano Facebook, Instagram, LinkedIn, Twitter, YouTube, TikTok, Snapchat e Pinterest, ma il loro numero e la loro eterogeneità è destinata a crescere anno dopo anno, con l’ingresso di nuovi operatori.

Dunque, a seconda del tuo business o del tuo marchio, alcune piattaforme potrebbero avere più senso per i tuoi prodotti, servizi e obiettivi. Molti venditori di Amazon gestiscono solo un account Facebook o Instagram, ad esempio, e lo utilizzano per rispondere alle richieste dei clienti, o per condividere immagini e contenuti di ispirazione sul marchio. Altri invece sono presenti su più social media, mediante una strategia integrata. Non esiste, evidentemente, una ricetta che possa andare meglio per tutti. Bisognerà valutare caso per caso, in compagnia di un bravo strategist, quale sia il percorso più proficuo da intraprendere!

Detto ciò, precisiamo anche come centinaia di milioni di persone in tutto il mondo hanno un account Amazon, si sentono a proprio agio ad acquistare da Amazon, e usano Amazon per fare ricerche e leggere recensioni prima di effettuare un acquisto altrove (ad esempio sul sito web del produttore).

Dunque, utilizzare la tua presenza sui social media e i tuoi post per indirizzare il traffico verso i tuoi annunci di prodotti Amazon o verso il tuo store può essere un metodo pratico ed efficace per aumentare la conversione e integrare la tua strategia promozionale.

event marketing

Come una pagina di dettaglio A+ o un negozio di marca, anche gli account dei social media possono informare i clienti sul tuo marchio e incoraggiarli a seguirti per avere aggiornamenti sui nuovi prodotti e informazioni.

I tuoi social media possono anche collegarsi ad eventi su Amazon, come il Black Friday o il Prime Day, quale altro modo per raccogliere informazioni prima di effettuare un acquisto, conoscere meglio il tuo brand e ottenere informazioni privilegiate, come vendite, nuovi lanci, collaborazioni e altro ancora!

Che cosa pubblicare?

Come avviene per ogni aspetto connesso con Amazon, la tua strategia di social media non potrà che variare a seconda della tua attività.

Ad esempio, se sei un’azienda di abbigliamento per bambini, non potrai che avere una strategia di contenuti sui social media che sarà completamente diversa rispetto al caso di un’azienda che produce cibo per animali domestici!

In questa guida supporremmo che tu abbia già una strategia che possa aiutarti a promuovere adeguatamente il tuo brand, e che dunque abbia già ponderato in che modo poter caratterizzare immagini, tone of voice, stile e strategia promozionale più in generale.

Se non lo hai fatto, ti invitiamo invece a correre ai ripari, nella considerazione che la determinazione della tua strategia sui social media di solito non può che iniziare con una verifica dei tuoi clienti: dovresti definire il tuo pubblico target e determinare i tuoi temi di riferimento e il tuo stile. Aiutati con le nostre guide sull’argomento per poter procedere più spedito!

Amazon: come migliorare la tua presenza sui social media

Una volta che hai deciso di lanciare o perfezionare la tua presenza sui social media, ecco alcuni consigli che dovresti prendere in considerazione. Non si tratta ovviamente di una serie di consigli definitivi, ma siamo certi che potrebbero costituire un valido spunto per poter procedere più rapidamente verso la definizione di una strategia più accorta.

Vediamoli insieme, uno per uno!

Scegli piattaforme e tone of voice, e mantienilo autentico e coerente

Come per il branding in generale, dovresti innanzitutto stabilire il tone of voice della tua azienda e mantenerlo coerente nel tempo. Cerca dunque di chiarire una volta per tutte in che modo vuoi che la tua azienda venga percepita, e stabilisci lo stile comunicativo di conseguenza. Abbi modo di redigere un documento scritto in cui affermi tutte queste indicazioni, e condividilo con tutti i tuoi collaboratori. Ti sarà utile per evitare ogni sorta di confusione nella gestione dello stile comunicativo.

Proprio per questo motivo, sarebbe anche opportuno che ogni mossa successiva tenesse conto di tale impulso iniziale. Se per esempio hai in mente di promuoverti un po’ attraverso l’influencer marketing, abbi cura di metterti in contatto solo con gli influencer che condividono la tua filosofia o promuovono il tuo marchio in modo autentico, e che siano coerenti con il tuo stile.

Errori sotto questo punto di vista potrebbero creare un po’ di confusione nell’audience, impedendo di qualificare correttamente la tua azienda agli occhi dei potenziali acquirenti, o di quelli che sono già clienti ma necessitano di essere fidelizzati.

Usa elementi grafici convincenti e accattivanti

Scegliere una piattaforma di social networking come Instagram può significare disporre gratuitamente di un luogo ottimale per condividere la tua identity, i tuoi messaggi e la forza del tuo brand.

Nel far ciò, cerca di non perdere di vista che il tuo obiettivo è quello di costruire un’immagine coerente del tuo brand, sia che tu scelga di usare immagini di lifestyle, scatti sui prodotti o condivida altri contenuti fotografici.

Assicurati che ogni elemento grafico che esce sul tuo profilo social sia convincente, interessante e professionale.

Cura il servizio clienti

In tale approfondimento non possiamo certamente non accennare al fatto che l’uso accorto di una piattaforma di social media permette ai clienti di connettersi con il tuo brand e permette di poter porre preoccupazioni, idee o domande.

Come avviene per le domande che potresti ricevere su Amazon, o alle recensioni relative alle esperienze di vendita, dovrai sempre commentare e interagire con i clienti, e far sapere loro che stai prestando la giusta attenzione.

Dunque, ricorda di rispondere sempre ai commenti, assicurandoti di prestare particolare attenzione a quelli che contengono preoccupazioni, domande e reclami.

Cerca anche di creare la giusta sinergia tra i vari canali in cui finirai con l’essere raggiungibile. Per esempio, nel tuo store potresti pubblicare le icone che permetteranno ai tuoi clienti di chattare con te su Facebook Messenger!

Condividi contenuti interessanti di terze parti

La gestione del tuo profilo sui social media non deve necessariamente essere inteso in termini “chiusi”, ovvero equivalente alla necessità di creare e pubblicare solo dei contenuti prodotti internamente nella tua azienda.

Ricorda invece che puoi ottenere ottimi risultati attraverso la pubblicazione di contenuti di terze parti, e che questo è generalmente un ottimo modo per stimolando la promozione incrociata!

Il tagging e il networking sono una parte importante dei social media e dovrebbero essere implementati come parte della tua strategia attiva. Questo può peraltro aumentare i tuoi follower, la visibilità del tuo brand e il relativo engagement.

Mettici la faccia

Considera la possibilità di condividere le foto degli eventi o le istantanee dei tuoi manager, dei tuoi dipendenti o di altre persone che lavorano all’interno della tua azienda.

Si tratta di contenuti che di norma sono molto graditi da parte dell’utenza, e che dovresti valorizzare nell’opportuna piattaforma di social media, nella consapevolezza che non c'è molto spazio per questo tipo di contenuti, invece, sullo store di Amazon o in una pagina di dettaglio dei prodotti.

I social media consentono, di contro, una condivisione quasi illimitata delle informazioni, suddivise esattamente come desideri.

Entrare a far parte di gruppi e sistemi organici

Entrare a far parte di altri gruppi, ed essere dunque un componente di un ecosistema più ampio, ti permetterà di migliorare diversi aspetti della tua proposizione online e darà una marcia in più al “reclutamento” dei tuoi follower.

L'utilizzo di hashtag rilevanti può altresì stimolare la scoperta e contribuire alla crescita e alla consapevolezza del brand, dentro e fuori dal web.

Crea un calendario dei contenuti e pubblica regolarmente

Come ogni strategia di marketing che si rispetti, se vuoi visibilità non puoi pretendere di ottenerla con un unico contenuto, ma solo attraverso una presenza coerente e coinvolgente che possa creare nel tempo una migliore impressione del tuo brand e una sua migliore popolarità.

Assicurati dunque di pubblicare contenuti coerenti e coinvolgenti, che possano aiutare a sviluppare una posizione favorevole nei confronti degli algoritmi e che possano incoraggiare l’engagement.

Fai dei test

I tempi e la frequenza di pubblicazione dipenderanno dal tuo settore, dal tuo pubblico e dalle attuali abitudini.

Il tuo obiettivo sarà certamente quello di fidelizzare i clienti, e pubblicare contenuti periodici di grande qualità, senza però esagerare e finire con il sopraffare il tuo target.

Purtroppo per te, non ci sono regole precise che possano suggerirti come operare. Assicurati dunque di testare diverse tempistiche e diverse modalità di pubblicazione, per vedere cosa funziona per la tua particolare situazione.

Misura i tuoi risultati

Ricorda che ogni investimento vale tanto quanto i risultati che riesce a procurarti nel tempo, e che proprio per questo motivo dovresti misurare la performance e capitalizzare su ciò che meglio risponde alle tue ambizioni.

Certo, siamo perfettamente consapevoli che non sempre sarai in grado di misurare o di valutare l'influenza, ma utilizza comunque gli strumenti che ogni piattaforma ti offre per assicurarti che il tuo piano funzioni!

Unisci i pezzi e crea una strategia integrata

Hai una pagina web aziendale, una presenza su Amazon, un profilo su Instagram e su LinkedIn, e tanto altro ancora? Ebbene, devi assicurarti che ciascun tassello sia parte integrante della tua strategia, e che nessun canale di comunicazione agisca in maniera del tutto indipendente dagli altri.

Ma come si fa a rendere perfettamente coesa e integrata una strategia? Un modo semplice è assicurarsi che ci siano delle regole di gestione dei tuoi profili coerenti e omogenee, oltre che rispettate da tutti i tuoi collaboratori. Ricorda inoltre che i tuoi utenti dovrebbero sempre avere a portata di mano la possibilità di poter accedere ai tuoi profili social. In tal senso potrebbe essere utile inserire i link dei tuoi profili sui social media sul sito web, nelle e-mail, e così via.

Chiedi aiuto a chi è più esperto di te

Se non hai conoscenze in materia, oppure ritieni di non avere sufficiente tempo per poterti occupare di ciò, domanda aiuto. Un esperto in social media marketing potrà certamente permetterti di gestire adeguatamente una strategia coerente e vincente!

Social selling: come vendere di più in poche (o quasi) mosse!

A questo punto, cerchiamo di fare un passo in avanti e domandarci in che modo il social selling potrebbe cambiare la tua vita professionale.

Di seguito troverai alcuni passi che potrebbero condurti a mettere in profitto le tue relazioni online, e che pertanto potresti utilizzare, qualsiasi sia la dimensione del tuo business, per garantirti un futuro imprenditoriale più soddisfacente.

Naturalmente, ti consigliamo come sempre di dare un’occhiata a questi spunti sintetici, e poi approfondirli in altre fonti (che puoi trovare sul nostro stesso sito) per saperne di più. Puoi anche scriverci nello spazio dei commenti per poter condividere con noi e con i nostri lettori le tue riflessioni!

Scegli il social network più rilevante

È facile farsi coinvolgere dal social network emergente ma… ricorda che i veri vincitori tra gli imprenditori che hanno capito come ottenere il massimo dal social selling sono coloro che sono attivi sulla stessa piattaforma dei loro potenziali clienti (ed è questo è il fondamento del successo del social selling!).

Insomma, cerca di capire dove puoi trovare più frequentemente e con più attenzione i tuoi clienti attuali e potenziali. Molte aziende della moda ottengono il meglio da Pinterest, mentre gli imprenditori che operano nel B2B di norma generano più lead da LinkedIn.

Ma come capire quale sia il social network più rilevante per te?

Inizia identificando i social network che corrispondono al tuo potenziale cliente!

Per esempio, mentre YouTube e Facebook sono popolate da quasi tutte le fasce d'età, i decision maker (che sono coloro a cui dovresti riporre maggiore attenzione se fai vendite B2B) si trovano principalmente Twitter e LinkedIn. Quindi, se vendi prodotti che piacciono agli adolescenti, dovresti usare Facebook e Instagram. E se vendi prodotti o servizi rivolti alle aziende e ai decisori, allora usa LinkedIn o Twitter.

Si tratta evidentemente di una semplificazione. Ma speriamo che questo spunto possa esserti utile per poter partire con il piede giusto o, altrimenti, la parte rimanente del percorso risulterà poco solida e poco in grado di adempiere alle tue necessità.

Segui gli utenti giusti

Fatto ciò, inizia a seguire gli utenti giusti. Per farlo esistono delle specifiche app che potranno sicuramente aiutarti, e che generalmente operano per singolo canale.

Per esempio, per poter costruire un buon network su Twitter, puoi aiutarti con un’app come Followerwonk.

Followerwonk ti permette infatti di cercare i profili Twitter per argomento o parola chiave e ti fornisce un elenco in ordine di utenti Twitter più seguiti. Per esempio, puoi iniziare la tua ricerca con “abbigliamento bambini” se è questo il tuo settore, o più ampiamente con vocaboli generici come “marketing” o “vendite”.

Utilizzando Followerwonk, è possibile seguire più utenti di Twitter in modo rapido, risparmiando molto tempo rispetto a quello che invece dovresti impiegare nel visitare e richiedere di seguire ogni singolo profilo. Puoi anche esportare l'elenco degli utenti e poi filtrare i profili più rilevanti secondo i criteri di tua preferenza.

Crea buone relazioni con possibili big partner (o buyer)

Sia che tu abbia un business B2C, sia che tu ti rivolga con un approccio B2C, avere buone relazioni con piccole e grandi aziende è ciò che potrebbe costituire la principale chiave del tuo successo.

Una impresa che opera in linea verticale nei tuoi confronti potrebbe un giorno diventare un acquirente principale dei tuoi prodotti, o magari rilevare il tuo business (non si sa mai!).

Ecco perché ti consigliamo di stringere buone relazioni con loro, iniziando con il cercarle su Twitter, Facebook e LinkedIn attraverso i profili o gli account aziendali. Seguendo queste aziende, è possibile tenersi aggiornati sulle loro novità aziendali, e inviare dei contatti che potrebbero essere la base di futuri approfondimenti.

Per esempio, se ottengono un premio, un riconoscimento o un buon risultato, puoi inviare loro un messaggio di congratulazioni, mentre quando chiedono consigli sui prodotti puoi inviare loro un invito a una demo.

Cerca dunque di creare una lista di 10 – 20 aziende con le quali ti piacerebbe entrare in positivo contatto, e che sono attive sui social media. Inizia a seguirle subito e, alla prima occasione, cerca di stabilire un contatto cordiale, diretto o indiretto, con loro.

Ricevei notifiche istantanee quando i potenziali clienti si iscrivono a LinkedIn

Utilizzando l’apposita funzione su LinkedIn, puoi creare una ricerca in base al profilo cliente ideale. Sulla base di ciò, LinkedIn ti informerà ogni volta che una nuova iscrizione corrisponde a quel profilo!

Per fare questo, sarà sufficiente effettuare una ricerca utilizzando il campo apposito di LinkedIn che si trova nella parte superiore del social network al momento del login, inserire i criteri che corrispondono al tuo profilo cliente ideale (ad esempio, il settore in cui opera, la sua professione, ecc.) e fare clic sul pulsante di ricerca.

A questo punto, scoprirai che i risultati restituiranno le persone a cui sei già collegato. Per rimuovere le connessioni di primo livello, cliccate sulla scheda delle connessioni e spunta la casella “2°”, confermando poi sul pulsante apposito. In questo modo agirai sulle connessioni di secondo livello, ovvero su quelle che caratterizzano la situazione nella quale conosci qualcuno in comune (il che rende molto più facile farsi presentare a un potenziale cliente!).

Successivamente, spostati sul lato destro della pagina e clicca sul pulsante di creazione di un avviso di ricerca. LinkedIn ti chiederà infine di selezionare con quale frequenza desideri ricevere le notifiche (settimanalmente) e in quale formato (e-mail).

Partecipa ai gruppi di LinkedIn

Continuiamo a rimanere su LinkedIn, un social network con 700 milioni di utenti che è praticamente indispensabile per poter proseguire nella tua strada di sviluppo in un ideale network B2B e non solo.

Ebbene, uno dei maggiori vantaggi di LinkedIn si trova all'interno dei suoi gruppi: attualmente sul social network sono presenti più 1,8 milioni di gruppi e, secondo gli ultimi dati, solo il 16% di tutti gli utenti di LinkedIn si è unito a 100 gruppi!

Per trovare un gruppo, cerca un argomento di vostra competenza. Ricordate che è bene non cercare di “vendere” su LinkedIn, ma curare la tua presenza in maniera tale da sfruttare questa piattaforma per poter condividere conoscenze e competenze con i potenziali clienti.

Se il tuo cliente ideale è ad esempio un piccolo imprenditore, allora cerca gruppi relativi a piccole imprese. Se invece vendi software per il servizio clienti, allora cerca di unirti a gruppi che si rivolgono ai responsabili del servizio clienti.

Connettiti con i potenziali clienti su LinkedIn

Nel momento in cui inizierai a contribuire attivamente sui gruppi, scoprirai probabilmente che sempre più persone inizieranno a visualizzare il tuo profilo. Ebbene: quando qualcuno visualizza il tuo profilo, inviagli un invito a connetterti con te. Evita però di inviargli un invito predefinito e impersonale, standard, ma prova ad essere un po’ più colloquiale, ringraziandolo di aver visualizzato il tuo profilo e chiedendo all’utente se ha piacere a connetterti tramite LinkedIn per essere sempre aggiornato.

Aggiungi valore al tuo brand

Una ricerca condotta da Corporate Visions ha scoperto che il 74% degli acquirenti sceglie l’azienda che per prima ha aggiunto valore durante il processo di acquisto. Ma in che modo si può generare valore aggiunto?

Un modo infallibile è quello di aprire le orecchie! Cerca cioè di implementate una strategia di “ascolto sociale” e inizia a rispondere a ciò che la gente dice del tuo marchio. Puoi fare questo aiutandoti proprio con i social media: ad esempio, puoi utilizzare la ricerca su Twitter per trovare le conversazioni che hanno ad oggetto il tuo brand, usando la parola chiave che ritieni più opportuna, e poi scorrere il feed per iniziare a interagire con gli utenti ritweettando o mettendo like ai loro post, rispondendo ai suggerimenti e alle domande che fanno, e così via.

Contribuire a queste conversazioni è utile perché si aggiunge valore a una rete di potenziali clienti e si rende sempre più riconoscibile il proprio brand.

Condividi contenuti rilevanti

Oltre il 50% degli acquirenti B2B, e una percentuale ancora maggiore di quelli B2C, cerca informazioni su prodotti e servizi sui social media. Pertanto, hai una enorme opportunità per creare nuovi contenuti sulla base di ciò che le persone stanno già cercando!

Ricorda che per poter generare contenuti rilevanti spesso entrano in gioco diverse funzioni della tua azienda. Cerca cioè di creare una buona sinergia tra i team di vendita e quella del marketing, andando a creare e condividere contenuti basati su domande, commenti e argomenti che vengono pubblicati all'interno del tuo social network di maggiore riferimento.

Conclusioni

A margine di questo nostro approfondimento, e arrivati alla parte conclusiva del focus, non possiamo che dedicare qualche ultimo spazio a un riepilogo dei concetti che sopra abbiamo espresso, nella speranza che possano essere utili per poter suggellare qualche valutazione finale.

Abbiamo visto, in particolare, come poter massimizzare l’efficacia delle tue azioni di social media marketing per poter incrementare le vendite:

  • scegli piattaforme e tone of voice, e mantienilo autentico e coerente: stabilisci dunque il modo con cui vuoi che la tua azienda venga percepita all’esterno, e stabilisci lo stile comunicativo di conseguenza, avendo altrsì cura di redigere un documento scritto, dove riepiloghi tutte le indicazioni utili per i tuoi collaboratori, al fine di generare maggiore omogeneità ed evitare ogni confusione nella clientela;
  • usa elementi grafici convincenti e accattivanti: gli elementi grafici come le immagini possono essere fondamentali per poter condividere con ancora maggiore forza la tua identity, i tuoi messaggi e la forza del tuo brand;
  • cura il servizio clienti: l’uso accorto di una piattaforma di social media non può prescindere dalla necessità di costruire un forte canale di comunicazione con la clientela attuale e potenziale, rispondendo a preoccupazioni, idee o domande con lo stile comunicativo di cui sopra;
  • condividi contenuti interessanti di terze parti: non tutti i contenuti che pubblicherai sul tuo profilo dovranno essere “tuoi”. Puoi anche ottenere ottimi risultati attraverso la pubblicazione di contenuti di terze parti, stimolando la promozione incrociata;
  • mettici la faccia: considera la possibilità di condividere le foto degli eventi o le istantanee dei tuoi manager, dei tuoi dipendenti o di altre persone che operano in azienda. Si tratta di contenuti generalmente molto apprezzati dagli utenti;
  • entra a far parte di gruppi e sistemi organici: diventaparte di un ecosistema più ampio. Tutto ciò ti permetterà di migliorare diversi aspetti della tua proposizione online e riuscirà a stimolare maggiormente la crescita dei tuoi follower;
  • crea un calendario dei contenuti e pubblica regolarmente: pianifica un calendario di pubblicazione e fai in modo di trovare il giusto equilibrio di pubblicazione (né troppo spesso, né troppo di rado);
  • fai dei test: nessuno ha la bacchetta magica e, dunque, fai dei test per capire tempi e frequenza di pubblicazione dei contenuti, che dipenderanno principalmente dal tuo settore, dal tuo pubblico e dalle attuali abitudini;
  • misura i tuoi risultati: è fondamentale misurare e valutare i risultati che stai ottenendo con la tua attuale strategia, assicurandoti così una buona base di valutazione che potrai utilizzare per prendere eventuali correttivi;
  • unisci i pezzi e crea una strategia integrata: guai a pensare che ogni canale di comunicazione e di promozione sia autonomo! Ogni tassello dovrà essere integrato per generare la giusta sinergia;
  • chiedi aiuto a chi è più esperto di te: non c’è niente di male (anzi!) a domandare un supporto a un consulente esterno, che potrà fornirti una importante guida per il raggiungimento dei tuoi risultati!

Non ci resta che salutarti, invitandoti a condividere le tue riflessioni – se ti va – usando lo spazio dei commenti che trovi qui sotto.  Siamo certi che sarà la giusta occasione per poter trovare nuovi spunti di valutazione sulla migliore strategia di social media marketing per Amazon.

Ti invitiamo dunque a parlarci delle tue iniziative di successo, dei tuoi tentativi di miglioramento dei risultati su Amazon attraverso le azioni di marketing sui social media e di tutto ciò che ritieni sia inerente il tema che oggi abbiamo cercato di affrontare brevemente in queste righe.

Naturalmente, se vuoi proporre nuovi argomenti o ti va di parlare con il nostro staff di qualche caso più specifico, puoi farlo contattandoci anche tramite e-mail. Ti aspettiamo!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Iscriviti al WEBINAR GRATUITO

IMPARA TUTTE LE BASI DELLA VENDITA SU AMAZON E RICEVI SUBITO 3 BONUS GRATUITI

 

 

✔️ricerca prodotto con Vadim

✔️Business Plan e GANTT

✔️Strategie per massimizzare le vendite

Iscriviti al WEBINAR GRATUITO

IMPARA TUTTE LE BASI DELLA VENDITA SU AMAZON E RICEVI SUBITO 3 BONUS GRATUITI

 

 

✔️ricerca prodotto con Vadim

✔️Business Plan e GANTT

✔️Strategie per massimizzare le vendite