10 Parametri (KPI) da Monitorare sull’E-commerce con Google Analytics

Specialmente per i neofiti, il primo impatto con Google Analytics potrà spaventare un po'. Da dove cominciare? E quali sono i parametri che è veramente indispensabile monitorare per l'attività di un ecommerce? Noi ne abbiamo scelti 10. Consapevoli del fatto che la maggioranza degli utenti Analytics utilizza il programma al minimo delle sue potenzialità.

Il punto è semplice: per analizzare i dati del nostro ecommerce dobbiamo sapere come e dove raccogliere dati. Senza buoni dati l'analisi diventa superflua. Il nostro riferimento saranno i cosiddetti KPI, ovvero i Key Performance Indicators, gli indicatori di prestazione. Parliamo proprio di quei fattori che ci permettono di capire se effettivamente siamo facendo un buon lavoro, e quanto siamo vicini ai nostri obiettivi.

Le metriche di Analytics possono far riferimento a dati in tempo reale, dati sull'utenza, sulle fonti di traffico, i contenuti e le conversioni. Tutto, alla fine, ci tornerà utile per un bilancio finale.

Ecco 10 KPI che è indispensabile tenere d'occhio per un monitoraggio davvero efficace.

1. Tassi di conversione

Ovvero i cosiddetti conversion rates. Quanti visitatori compiono esattamente le azioni che abbiamo previsto per loro? Ovvero quanti visitatori (in proporzione) trasformano una visita in conversione?

2. Fonti del traffico

Abbiamo più visitatori dai motori di ricerca, da siti web, dall'email marketing o dalle campagne online / offline? O ancora, quanto incidono i social? Insomma, capire da dove arriva il nostro utente non può che aiutarci a stabilire nuove strategie e migliorare la qualità del traffico.

3. Conversioni dai social media

Lavorare con i social oggi è fondamentale, anche per chi gestisce un ecommerce. Possiamo testare diversi social e diversi approcci, verificando cosa genera più engagement e quante attività da social si traducono in conversioni.

4. Tempo trascorso sul sito

Quanto tempo l'utente resta sul sito? Cosa fa? Che percorsi predilige? Su cosa si sofferma? Cosa ha fatto aumentare il tempo medio trascorso? E cosa lo fa scendere?

5. Acquisti per giorno, settimana, mese, quadrimestre, anno

Ovvero parametri indispensabili per capire se la nostra attività sta andando bene, e che rapporto c'è con lo scorrere del tempo.

6. Nuovi visitatori

Quanti nuovi visitatori stiamo guadagnando, in quali tempi ed in seguito a quali interventi?

7. Bounce Rate

E' la frequenza di rimbalzo, il tempo che l'utente trascorre su una pagina prima di lasciare il sito. Forse l'utente non ha trovato subito quello che cercava?

8. Pagine con più traffico (e con alto tasso di abbandono)

Questo aspetto ci aiuta a capire cosa attira di più l'attenzione dell'utente, quale tipologia di contenuto e quindi di pagina. Di conseguenza ci stimola a ricalibrare il lavoro di content marketing nella direzione dei materiali che hanno riscosso maggior successo. All'opposto, possiamo capire quali pagine danno più problemi, e pianificare operazioni di restyling, content marketing e via di seguito.

9. Pagine viste per ogni visita

Quanto durano le visite degli utenti? Cosa vede l'utente medio? Segue percorsi particolari?

10: Percentuale di abbandono al carrello

Anche qui è fondamentale capire cosa succede, se ci sono dei passaggi che inibiscono l'acquisto e come.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

CLOSE

 ►►

Fermati!

Scarica

Gratis ora!

UN REGALO PER TE!

 

Compila i campi di seguito e scarica il tuo regalo gratis!

↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓↓